Calcio, l’Orta Nova ferma il Trani e guadagna un punto prezioso in ottica salvezza

Una presentazione di grande carattere permette all’Orta Nova di raccogliere un preziosissimo pari sul campo della Vigor Trani, al comunale finisce senza reti la gara valida per la quarta giornata del campionato di Eccellenza. I padroni di casa recriminano per due pali ed una traversa, e per un calcio di rigore fallito dal bomber Antonio Picci che calciando alto sulla traversa si infortuna ed è costretto ad uscire ad inizio ripresa. La formazione del tecnico Christian Carbone tiene però bene il campo e nel finale ha in due occasioni la chance di fare il colpaccio, ma ottiene comunque un preziosissimo punto che rilancia i biancoazzurri in piena lotta per la salvezza. Nelle prossime ore su Blog TV highlights ed interviste della gara.

VIGOR TRANI 1 Pellegrino, 2 Ceglie (al 66′ Colella), 3 Muciaccia, 4 Dentamaro, 5 Bartoli, 6 Campanella, 7 Caruso, 8 Stella, 9 Picci (al 48′ Stancarone), 10 Negro, 11 Fanelli (al 46′ Dellera) ALL Sisto A DISP. 12 Orizzonte, 14 Vulpio, 15 Antonacci, 16 Circiello, 17 Strambelli, 18 Schirizzi

TEAM ORTA NOVA 1 Micale, 2 Monopoli A., 3 Cassinis, 4 Lamatrice (al 81′ Russo), 5 Lacerenza, 6 Mascia, 7 Vigliotti (al 35′ D’Aries, al 83′ Di Dedda), 8 Dell’oglio, 9 Monopoli M., 10 Ragno (al 68′ Tusiano), 11 Foschino (al 65′ Vitale) ALL Carbone A DISP 12 Laccetti, 15 Curci, 17 Ventura, 18 Pelosi

ARBITRO Sig. Niccolo’ Salomone della sezione di Bari, assistenti Sig. Giuseppe Coviello, ed il Sig. Giovanni Francesco Massari della sezione di Molfetta

AMMONITI Picci, Micale, Monopoli A., Ragno

ESPULSI Ciciriello, Carbone

NOTE 300 spettatori circa

Calcio, l’Orta Nova a Trani per uscire dai playout. La Real Siti ospita il Borgorosso, sfida salvezza per lo Stornarella

Dopo la vittoria di domenica scorsa l’Orta Nova torna in campo questo pomeriggio sfidando in trasferta la Vigor Trani nel quarto turno di ritorno del campionato di Eccellenza. La formazione del tecnico Christian Carbone affronta la terza forza del campionato, in piena corsa per la zona playoff. Esordio sulla panchina del Corato per Mr. Massimo Pizzulli, l’ex tecnico di Cerignola, Trani e Bitonto, è chiamato ad invertire la rotta della formazione neroverde, che ha scelto di affidare a Pizzulli la direzione tecnica dopo l’esonero di Di Domenico, avversario del Corato un San Marco beffato sette giorni fa dal Trani. In testa prosegue la corsa del Molfetta, impegnato nel posticipo delle 16:00 contro l’Otranto. Nelle altre sfide il Barletta affronta il San Severo, costretto a vincere per provare a tenere vive le chance playout, dove si sfidano nello scontro diretto Atletico Vieste e Deghi. Chiudono il turno le sfide tra Audace Barletta e Unione Calcio Bisceglie, tra Gallipoli e Martina, ancora in campo con la Juniores, e UgentoFortis Altamura. Nel campionato di Promozione prosegue il duello tra Manfredonia e Sly Bari, ora in testa a pari punti, i sipontini proveranno a dimenticare la sconfitta di Bitritto in quel di Canosa, mentre lo Sly affronta in trasferta l’Apricena. Per il Bitritto sfida a Rutigliano, mentre la Real Siti ospita il Borgorosso Molfetta al Cianci di Cerignola. In Prima Categoria si gioca quest’oggi la seconda di ritorno, con la capolista Foggia Incedit di scena a Zapponeta nel derby, mentre il Lucera, terzo in classifica sfida in trasferta il Cagnano. In coda sfida salvezza allo Scirea tra Stornarella e Virtus Andria. Dalle 14:30 aggiornamenti in tempo reale da tutti i campi, in serata gli highlights di Trani-Orta Nova e Stornarella-V.Andria.

Dove sono gli ortesi? Non più di trecento a dire no al malaffare!

Non più di trecento persone, la risposta della città in occasione del comizio del sindaco Mimmo Lasorsa, dopo i recenti atti intimidatori subiti dal presidente del consiglio comunale Paolo Borea e dalla sorella Marianna, non ha fatto registrare la tanto attesa risposta civile della comunità ortese, rispetto a quanto avvenuto nei giorni scorsi. Se da una parte i giovani dell’Istituto Adriano Olivetti in prima fila, con tanto di cartelli di solidarietà nei confronti del presidente Borea, hanno costituito sicuramente una delle risposte più belle, dall’altro stride l’assenza di gran parte della società civile, a partire dagli amministratori dei comuni dei Reali Siti, ormai in aperta rottura col comune capofila, dell’opposizione, che avrebbe dovuto lanciare un forte messaggio di coesione di fronte ad una matrice criminale, delle associazioni ortesi, sempre in prima fila meno che in questa occasione, e di tanti cittadini comuni, veri diretti interessati, nonché vittime in questi anni di una gestione del ciclo dei rifiuti, che ora desta più di qualche sospetto, nonché l’attenzione degli inquirenti. L’amministrazione aveva chiesto il sostegno della città, che ha dimostrato ancora una volta di essere pronta a delegare, ma non a metterci la faccia. Auguri Orta Nova, il tuo destino dipende dai tuoi cittadini, e forse è proprio questo il problema!