Lo Stato risponde alla criminalità foggiana. Arresti e sequestri tra Foggia ed Orta Nova


Nella mattinata odierna gli agenti della Polizia di Stato, i Carabinieri e la Guardia di Finanza hanno letteralmente messo a tappeto la città di Foggia recuperando undici bombe nel rione Candelaro, una dozzina di munizioni da guerra, una agenda contenente nomi di vittime di estorsioni e cifre versate o che avrebbero dovuto versare, ingenti quantitativi di cocaina e un deposito di gasolio detenuto illegalmente ad Orta Nova. Il blitz, coordinato dalla DDA di Bari e dalla Procura della Repubblica di Foggia, è stata la pesante risposta dello Stato dopo i fatti di cronaca avvenuti nella Città di Foggia e nell’intera provincia. Al momento quattro sono le persone sottoposte a fermo nella maxi operazione organizzata con l’obiettivo di abbattere il principale business della mafia foggiana, le estorsioni. Nell’agenda ritrovata e sequestrata a casa di un pregiudicato residente nella zona Candelaro, che possedeva anche 19mila euro in contanti, si evince un vero e proprio schedario di soggetti ricattati, di somme legate ad estorsioni che sicuramente, a detta del Procuratore Giuseppe Volpe, primo esponente della DDA barese, sarebbero servite per mantenere le famiglie dei detenuti e sostenere le spese legali per i medesimi.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.