Coronavirus, altra ondata di esodi verso la Puglia, Emiliano: “Denunciatevi e restate in isolamento, rischio penale”

Di nuovo ondate di pugliesi che tornano in Puglia dal nord. E con loro arrivano migliaia di possibilità di contagio in più.
Avrete probabilmente esibito ai soldati alla stazioni le vostre legittime autocertificazioni sulla motivazione del vostro ritorno, spero che abbiate le mascherine e che teniate la distanza di un metro l’uno dall’altro in treno. Fatto sta che ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare. In pochi giorni migliaia e migliaia di persone hanno fatto rientro in Puglia aggravando la nostra già drammatica situazione. Vi ricordo che appena arrivate dovete richiudervi in casa e che dovete stare lontani da genitori, fratelli, nipoti, amici, nonni e malati che rischiano di morire se contagiati. Dovrete rimanere in casa almeno per altri 14 giorni e comunque per tutto il tempo di durata del decreto del Presidente del Consiglio. E dovete anche dichiarare la vostra presenza sul sito della Regione Puglia
www.regione.puglia.it/coronavirus
come da me disposto con ordinanza la cui violazione determina il reato di cui all’art.650 cp.

Questo il link dell’ordinanza
http://rpu.gl/ord-080320-1130

SE SEI TORNATO IN PUGLIA
PER SOGGIORNARE A CASA O NEL TUO DOMICILIO HAI L’OBBLIGO DI:

 restare a casa o domicilio in ISOLAMENTO per 14 giorni
 chiamare subito il tuo medico curante o compilare il modulo on line per dichiarare di essere rientrato in Puglia (link al modulo: https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus);
 non spostarti e viaggiare per 14 giorni;
 rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza;
 avvertire subito il tuo medico o l’operatore di sanità pubblica se compaiono sintomi.

🔴 RISPETTARE L’ORDINANZA È NECESSARIO PER CONTENERE IL CONTAGIO DEL VIRUS.

SE NON RISPETTI L’ORDINANZA COMMETTI UN REATO E SEI PASSIBILE DI AZIONE PENALE.

 Il testo completo dell’ordinanza è disponibile su: http://rpu.gl/ord-080320-1130

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano

Coronavirus, Emiliano: “Altri 50 positivi in Puglia, 18 in provincia di Foggia”

Sia il paziente “uno” di Coronavirus in Puglia, il 43enne della provincia di Taranto, sia il primo paziente della provincia di Bari di 29 anni, sono entrambi guariti e oggi sono stati dimessi dall’ospedale. Stanno bene e sono tornati a casa dove proseguiranno l’isolamento in attesa della negativizzazione. Sono stati effettuati oggi 180 nuovi test. Di questi 130 sono risultati negativi e 50 positivi.
I casi positivi sono cosi suddivisi:
12 in Provincia di Bari;
8 in Provincia Bat;
4 in Provincia di Brindisi;
18 in Provincia di Foggia;
6 in Provincia di Lecce;
2 in provincia di Taranto

Con questo aggiornamento salgono a 158 i casi positivi registrati in Puglia per l’infezione da Covid-19 Coronavirus. È deceduta una donna di 74 anni con patologie pregresse, che era già risultata positiva a Covid-19 e trasferita al reparto di Malattie infettive dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce. Si continua a lavorare anche a quest’ora della notte. I casi come vedete aumentano, ma oggi c’è anche la speranza rappresentata dai primi due pazienti pugliesi guariti e tornati a casa. Vorrei rispondere a tutti i vostri messaggi, li leggo uno per uno, ma sono sempre concentrato a lavorare: riunioni operative con i direttori di Asl e aziende ospedaliere, tavolo nazionale della protezione civile con gli altri presidenti delle Regioni italiane e poi task force regionale. Non ci fermiamo mai.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano