Coronavirus, Emiliano: “Altri 50 positivi in Puglia, 18 in provincia di Foggia”

Sia il paziente “uno” di Coronavirus in Puglia, il 43enne della provincia di Taranto, sia il primo paziente della provincia di Bari di 29 anni, sono entrambi guariti e oggi sono stati dimessi dall’ospedale. Stanno bene e sono tornati a casa dove proseguiranno l’isolamento in attesa della negativizzazione. Sono stati effettuati oggi 180 nuovi test. Di questi 130 sono risultati negativi e 50 positivi.
I casi positivi sono cosi suddivisi:
12 in Provincia di Bari;
8 in Provincia Bat;
4 in Provincia di Brindisi;
18 in Provincia di Foggia;
6 in Provincia di Lecce;
2 in provincia di Taranto

Con questo aggiornamento salgono a 158 i casi positivi registrati in Puglia per l’infezione da Covid-19 Coronavirus. È deceduta una donna di 74 anni con patologie pregresse, che era già risultata positiva a Covid-19 e trasferita al reparto di Malattie infettive dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce. Si continua a lavorare anche a quest’ora della notte. I casi come vedete aumentano, ma oggi c’è anche la speranza rappresentata dai primi due pazienti pugliesi guariti e tornati a casa. Vorrei rispondere a tutti i vostri messaggi, li leggo uno per uno, ma sono sempre concentrato a lavorare: riunioni operative con i direttori di Asl e aziende ospedaliere, tavolo nazionale della protezione civile con gli altri presidenti delle Regioni italiane e poi task force regionale. Non ci fermiamo mai.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.