La polizia municipale e i carabinieri di Carapelle continuano nella loro opera di controllo del territorio e degli assembramenti non autorizzati, vista l’emergenza sanitaria. Questa mattina, i vigili urbani, durante una perlustrazione, avevano scoperto che cinque persone stavano pescando nel torrente Carapelle. Il gruppo è stato prontamente identificato e denunciato. Pochi minuti fa, dopo diverse segnalazioni al numero WhatsApp del Comune, i carabinieri sono tornati al torrente ed hanno bloccato e denunciato altre cinque persone.
Fino ad ora sono ben 40 i carapellesi destinatari di un’ammenda che resterà sulle loro fedine penali e di cui dovranno rispondere in tribunale. Una politica di tolleranza zero che sta dando i suoi frutti. Si ricorda che è assolutamente vietato formare assembramenti e andare a passeggio, soprattutto senza autocertificazione e senza un giustificato motivo. Ma l’attività di carabinieri e polizia municipale non si ferma: proprio oggi sono state controllate tutte le attività commerciali carapellesi, per verificare il rispetto del decreto del presidente del consiglio.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.