L’esposizione delle statue dei Misteri, foto di Luca Caporale

L’emergenza Coronavirus costringe la chiesa italiana a confrontarsi con i divieti di poter celebrare con la presenza fisica dei fedeli gli appuntamenti religiosi, come anticipato qualche giorno fà da Famiglia Cristiana, i riti della Settimana Santa potrebbero così essere rinviati a Settembre, in occasione della celebrazione dell’Esaltazione della Croce. Con molta probabilità così anche la Settimana Santa ortese, non potrà vivere quest’anno le proprie tradizioni, abbiamo così pensato di trasmettere in streaming le immagini degli scorsi anni, nei prossimi giorni vi indicheremo la programmazione che avremo piacere di trasmettere per non disperdere questi appuntamenti. Il primo sarà domani pomeriggio alle 19:30, dove in diretta dalla Chiesa Madre di Orta Nova, trasmetteremo in diretta il Settenario di Preghiera a devozione della BVM Addolorata, che da domani al 3 Aprile vedrà la lettura della Passione di Gesù Cristo, un appuntamento che negli scorsi anni, vedeva protagonista per ogni giorno, una delle statue che compongono la processione dei Misteri della Passione, per poi esporle presso la Chiesa Madre, cosa che purtroppo quest’anno non sarà possibile, se non nel prossimo settembre. Sul blog e sulla pagina Facebook, sarà pertanto possibile seguire il primo appuntamento domani alle 19:30, l’invito pertanto è ad informare gli anziani, e le persone che non possono accedere ad internet, cercando di offrirgli la possibilità di poter seguire questi eventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.