Un percorso d’accoglienza e di conoscenza dei testi trattati e consigliati nel “Maggio dei libri”, ci ha introdotti nell’ambito della serata conclusiva degli incontri tra i clubber di “LeggerMente Noi” book- club itinerante nato il giorno 16 dicembre del 2019 .L’evento organizzato da Giovanna Ciletti e Vanna Gaeta, fondatrici del club, si è tenuto sabato sera presso la sede della Misericordia di Orta Nova, mirato a concludere un’esperienza cominciata con un gruppo fisico e tramutatosi in seguito, in virtuale, motivazione lockdown. Intento perseguito avente come scopo primario l’esperienza di condivisione e divulgazione della passione per la lettura, comun denominatore che lega tutti i partecipanti al club. Itinerario pregno di sfumature tenui che, con delicatezza, ha trattato diverse tipologie di libri e generi letterari, senza tralasciare considerazioni personali e riflessioni le quali, volta per volta, nel prosieguo degli appuntamenti, hanno permesso di poter conoscere un po’ meglio le varie peculiarità di noi individui e lettori. Encomiabile l’attenzione e la dedizione con la quale Giovanna e Vanna hanno saputo portare a termine questa sfida atta a creare un book- club da un’idea di aggregazione e conoscenza e di tramutarlo, in un appuntamento appassionante e duraturo nel tempo.

La storia della nascita del club ci permette di capirne le vere intenzioni e nel contempo comprendere le difficoltà che possono essersi presentate dinanzi; trovo quindi giusto sia raccontata dalle fondatrici, facendone così assumere un significato ancor più profondo: “Il book-club LeggerMenteNoi nasce quando due amiche Giovanna (lettrice da tutta la vita) e Vanna (non amante della lettura) si confrontano al tavolino di un bar davanti ad una tazza di caffè su un film tratto da un libro e discutendo su differenze emozioni e sentimenti nasce l’idea. Studiano a lungo le modalità per coinvolgere in una attività nuova e inusuale sia persone che abitualmente leggono e sia persone che hanno considerato la lettura o noiosa o “una cosa per pochi eletti”.

Il book-club ha bisogno di un luogo dove rendersi fruibile ma allo stesso tempo l’idea di relegare il progetto in un locale non convince così arriva l’idea più innovativa: il book-club sarà itinerante cioè si recherà dove viene invitato portando con se i clubbers alla scoperta di luoghi e persone oltre che di libri e così partendo dalla libreria si prosegue in una sartoria e poi nella redazione di un giornale e così via.

Intanto il progetto si arricchisce di componenti e di nuovi elementi caratterizzanti, come la possibilità di realizzare “il book-club a domicilio” secondo il concetto che anche la cultura come il cibo può raggiungere l’utilizzatore a casa sua; in questo caso la proposta di lettura non è realizzata per i clubbers ma per i padroni di casa e coloro che essi invitano (amici, parenti, conoscenti) in questo modo il club raggiunge nuovi nuclei familiari e anima delle bellissime serate domestiche, riscoprendo la magia dello stare in casa in famiglia. Arriva il lock down e le due amiche decidono di partecipare a Il Maggio dei libri con una serie di 6 incontri cui si aggiunge uno speciale su Falcone (in occasione dell’anniversario della strage di Capaci) tutti realizzati sul web usando la piattaforma zoom secondo la modalità del WEBINAR, così il club continua a riunirsi anche se virtualmente e il legame che rinsalda i clubbers si rinforza sempre più.

Nello stesso tempo si riesce a realizzare anche una iniziativa fisica grazie alla collaborazione con la Misericordia di Orta Nova che è quella del book-sharing e che prende il nome di #ioescoconlafantasia in cui è possibile donare libri che poi verranno redistribuiti a chi li desidera durante lo svolgimento del banco alimentare allo scopo di combattere non solo la povertà economica ma anche quella culturale che ne consegue. Giunti finalmente nella fase due dell’emergenza Covid, Giovanna e Vanna decidono di organizzare proprio una proposta di lettura live in onore dei volontari che hanno svolto il servizio di book-sharing e così nasce: #ioescoconlafantasialive.

Ritornando alla serata di sabato sera, prenderei in esame la parte clou,la quale è stata incentrata sulla descrizione e lettura di alcuni passi del libro, pubblicato nel 2012 “lo prima di te”, della scrittrice e giornalista inglese Jojo Moies; il libro tratta di un tema tanto controverso, quanto attuale, come quello dell’eutanasia. La descrizione di alcuni passaggi del libro sono stati accompagnati da una toccante rappresentazione scenica e da una narrazione, se possibile, ancora più empatica,regalata dalla voce della lettrice e membro del club Katia Lionetti. Non sono mancati attimi di voce tremante, dovuti al delicato argomento trattato nel romanzo. Al termine della proposta di lettura sono state opportunità di confronto e giochi sociali di interazione tra i presenti alla serata che è trascorsa piacevolmente in ottima compagnia. ln attesa di incontri futuri, il tutto si è concluso tra ringraziamenti e promesse di lettura reciproci. Onorata e felice di essere entrata a far parte di questo book – club , che in punta di piedi allarga la conoscenza alle nostre menti, vorrei concludere scrivendo un pensiero in merito e ricordando che :”La lettura insegna ed il confronto aiuta a crescere”, inoltre inviterei a vivere di una sana cultura perché questa è l’unica strada possibile che possa condurre noi uomini verso la libertà intellettuale e quella di pensiero.

Vale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.