Umberto Di Michele rieletto all’unanimità presidente dell’Unione dei Cinque Reali Siti. Il primo cittadino di Carapelle è stato supportato da tutti i sindaci ed i consiglieri delegati della comunità del basso Tavoliere, che comprende Stornara, Stornarella, Ordona, Orta Nova e la stessa Carapelle. “Questa rielezione – ha detto Di Micheleè frutto di un’oculata politica operata da tutti i sindaci ed i consiglieri eletti in rappresentanza dei loro comuni, per dare continuità al lavoro svolto in quest’ultimo anno. Li ringrazio infinitamente per la fiducia. È stato un anno di transizione in cui abbiamo contribuito ad una sorta di “ricostruzione” dell’Unione, con importanti modifiche allo statuto, che servono principalmente a snellire le pratiche burocratiche e a rafforzare la sinergia tra Comuni per affacciarsi all’Europa ed ai bandi comunitari e regionali: anzitutto la carica di presidente durerà tre anni e non più un anno (e questo contribuirà a lavorare con maggiori margini di tempo e con una certa continuità), ma anche la possibilità per i sindaci di delegare alla partecipazione alle riunioni anche amministratori dei rispettivi Comuni. Inoltre le amministrazioni stanno iniziando a trasferire alcune funzioni, prima prettamente comunali, all’Unione, come già è accaduto per la valorizzazione del territorio da parte dei Comuni di Carapelle e Stornara. È vero – ha aggiunto Di Micheleè stato un anno di transizione ma si può dire che sia stato tutt’altro che immobile: abbiamo lavorato sul progetto di unione tributaria finanziato dal Mise, in collaborazione con un’Unione dei Comuni della Val D’Aosta, ma abbiamo ottenuto anche un finanziamento regionale per la realizzazione di un press tour sui vini dell’Unione, che ha contribuito a valorizzare il territorio ed il patrimonio enogastronomico locale”. Altre richieste di finanziamento sono in corso. “Adesso rafforzeremo la struttura amministrativa e costituiremo la nuova giunta dell’Unione, che in questa nuova fase siamo certi che porterà questa bella realtà locale a lavorare sempre meglio, come merita”, ha concluso il presidente Di Michele.

Comunicato stampa

1 commento »

  1. Non perdete tempo. Quello che serve è la fusione dei 5 comuni in un unico super comune. Solo cosi potrà esserci una vera svolta per i nostri territori.Antonio Corbo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.