In questi ultimi giorni sono state eseguite le prospezioni geofisiche del sottosuolo del sito su cui sorgerà il Centro studi di Archeologia “Città di Herdonia”. Il progetto, innovativo ed ambiziosissimo, racchiude in un unico “scrigno” un Campus universitario – che sarà frequentato da tutte le Università di Archeologia d’Europa – e una nuova concezione di turismo creando un ponte tra l’attuale Ordona e l’area d’Ingresso al Parco Archeologico di Herdonia. I visitatori cammineranno nella storia, affiancheranno il lavoro degli archeologi assistendo alla “scoperta dell’antica città”, alla pulizia dei reperti e la loro esposizione al pubblico. Il finanziamento che permetterà tutto ciò vede il comune di Ordona capofila del CIS 2, per la valorizzazione e lo sviluppo di tutta la Capitanata. Pertanto, si ringrazia la Dott.ssa Cerri che ha effettuato le prospezioni, il Prof. Giuliano Volpe e il Soprintendente Italo Muntoni, per la proficua collaborazione, i parlamentari del Movimento 5 Stelle Marco Pellegrini, Marialuisa Faro, Carla Giuliano, Rosa Menga e Giorgio Lovecchio per la loro costante collaborazione e per l’impegno profuso e che, unitamente al progettista Ing. Rocco Volpone, hanno finanziato personalmente le suddette prospezioni geofisiche, senza le quali non sarebbe stato possibile programmare alcun intervento.

Poggiamo i nostri piedi su un patrimonio archeologico, storico e culturale inestimabile e questo intervento, da realizzarsi nell’ambito del Cis, permetterá non solo il riscatto di un territorio che per anni ha vissuto in isolamento, ma stimolerá investimenti privati, crescita e creazione di posti di lavoro.

Comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.