Orta Nova, Via Stornara è già un colabrodo, dopo un solo mese l’asfalto cede in diversi tratti

E’ passato da poco un mese dal termine dei lavori in Via Stornara ad Orta Nova, in merito al rifacimento della fogna bianca di collegamento all’opera da 3 milioni di euro, che dovrà garantire la messa in sicurezza contro il rischio idrico, che l’arteria stradale presenta già i primi segni di cedimento. Nella giornata di ieri sono stati posti diversi segnali in alcuni punti della carreggiata, che dopo le abbondanti piogge degli scorsi giorni, sembra presentare diversi segni di cedimento. Via Stornara, Via Stornarella, Corso Umberto I e Via D’Angiò, furono interessate nella scorsa primavera, da lavori di rifacimento della fogna bianca, con l’intento di raccogliere l’acqua piovana da far defluire nell’opera realizzata alla periferia della città, ancora in fase di ultimazione, e che potrebbe essere utile ad evitare gli allagamenti verificatisi proprio nella scorsa settimana. Intanto il Comune di Orta Nova, nella persona dell’Assessore ai lavori pubblici Michele De Finis, ha fatto sapere che in merito a quanto accaduto, sono stati informati sia il direttore dei lavori che l’impresa che ha realizzato l’opera, che saranno chiamati a ripristinare il piano viabile.

Annunci

Carapelle, mercoledì parte la raccolta differenziata, tutte le istruzioni da seguire

Mercoledì 10 luglio parte la raccolta differenziata a Carapelle. Non ci saranno più i cassonetti, quindi fai attenzione alle istruzioni. Dalle ore 22 di martedì potrai depositare sotto casa tua il SACCHETTO GRIGIO che hai avuto in dotazione. Sarà ritirato dove lo hai lasciato. Come da istruzioni che hai ricevuto, l’organico va depositato con l’apposito mastello marrone il lunedì, giovedì e sabato. Il martedì si depositano plastica e metalli nel sacchetto GIALLO. Il mercoledì nei sacchetti di colore GRIGIO tocca all’indifferenziato, come assorbenti, carta oleata, rasoi usa e getta, lettiere per animali, sacchi per aspirapolvere, materiali non riciclabili. Il vetro nel mastello verde e la carta in quello blu, si depositano a venerdì alternati. La domenica non sarà effettuata alcuna raccolta. Segui alla lettera le istruzioni che hai ricevuto e per qualsiasi problema chiama il 347.1253022
(dalle 6 alle 12). Ti aiuteremo noi. A Carapelle la civiltà è di casa e fa la differenza!

Comunicato stampa

OFF TOPIC, il successo del Trono di Spade

Il Trono di Spade è divenuto a tutti gli effetti un fenomeno culturale mondiale che appassiona ormai, da ben otto stagioni, milioni di fan per la sua trama a tratti spietata ma alquanto realistica e i suoi personaggi dal coraggio sovrumano; avvincente e ricca di colpi di scena, con le sue ambientazioni medioevali, tiene incollati i telespettatori allo schermo, facendone così una serie unica nel suo genere. Filo conduttore di tutta la storia è la conquista del Trono, cui fanno capo i Sette Regni, che scendono in guerra tra loro per avidità o giustizia, a seconda dell’animo del proprio signore, lord del regno. Tra eredi legittimi e successori fasulli, la storia si sposta e ci trascina fino ai confini dei Sette Regni per affrontare la grande guerra contro l’armata della notte, composta dai non morti che vogliono distruggere tutti gli uomini in vita, per poi essere liberi di prendere il controllo dell’intero mondo; l’Ordine dei Guardiani della Notte, situati all’estremo nord, sulla barriera che separa i Sette Regni dalla terra dei bruti, cercherà di proteggere con la propria vita gli abitanti. Intrighi di corte, in un susseguirsi di guerre sanguinose, portano i protagonisti delle casate maggiori a combattersi tra loro e sostenendo ognuno il proprio sovrano, degno secondo loro di sedere sul trono più ambito, daranno vita a scontri che affameranno la popolazione. Draghi, entità maligne e sanguinarie rendono il tutto più fiabesco che mai, in un vortice di tradimenti e false alleanze dettate solo dall’avidità di chi crede di fare del proprio intento ultimo, sedere cioè sul Trono di Spade appunto, il bene collettivo,distruggendo invece intere città con i suoi abitanti. Arrivando alle battute finali avremo lo scontro ultimo in cui entreranno in gioco più che mai i sentimenti contrapposti alla dedizione per la giustizia: il Fuoco affronterà il Ghiaccio. Vicende tratte dai romanzi dello scrittore George R.R. Martin, che hanno ispirato l’intera serie terminata però, non con l’assoluta approvazione degli innumerevoli fan che hanno spinto così gli autori alla possibilità di svariati spinoff, consapevoli del fatto che ovviamente non eguaglieranno mai in alcun modo il successo di pubblico che ha avuto la serie da cui prendono spunto. Di sicura programmazione sarà un prequel girato in Irlanda, il quale narrerà le vicende accadute molti anni prima che i personaggi del Trono di Spade facessero capolino nella storia. L’attesa ripagherà la nostra fiducia? Intanto, per chi non avesse ancora avuto modo di visionarla, incoraggio a vedere l’ottava ed ultima serie, epilogo di una storia che non ha deluso affatto anzi ho trovato nel finale un giusto compromesso che, punisce chi troppo ha creduto nel proprio assoluto potere a discapito di tutto ciò che era più giusto fare, premiando chi in silenzio si è fatto spazio con saggezza ed umiltà. Non posso che augurare una buona visione a tutti coloro che vorranno provare ad addentrarsi in questo mondo, vi catturerà come ha fatto con me ne sono certa!

Vale

La Proloco di Stornarella risponde sulla questione ARC: “La nostra una associazione apartitica”

A seguito di quanto accaduto nei giorni scorsi a proposito di un comunicato di Alleanza Democratica sulla eventuale chiusura della sezione di ARC e della risposta del sindaco Massimo Colia, ci teniamo a precisare quanto segue: fermo restando che ogni socio rimane libero di agire e pensare come singolo individuo al di fuori della Associazione, la Proloco è stata, è e sarà sempre apartitica. Mai all’interno dello stessa e in occasione di riunioni si è fatto politica, anche da parte di soci che hanno sostenuto candidati sindaci nell’ultima tornata elettorale e/o da candidati nelle varie liste in competizione. Facciamo notare inoltre che in questi due anni ed oltre di attività la pagina Facebook è stata sempre gestita in modo neutrale e professionale e che ogni comunicato è sempre stato condiviso dal gruppo operativo prima di essere pubblicato. Sulla scorta di quanto detto, precisiamo che, fermo restando la libertà dell’associazione di condividere o meno il pensiero di ogni realtà presente sul territorio, è stata sempre nostra intenzione tenerci fuori da qualsiasi controversia di carattere politico e che il like, postato sulla pagina della testata IL MEGAFONO DEI 5 REALI SITI, è stato del tutto involontario, tanto da essere stato rimosso appena fatto notare.
Riteniamo quindi la citazione della Proloco da parte del Sindaco del tutto fuori luogo, una mera strumentalizzazione con il coinvolgimento ingiusto ed improprio dell’associazione ed i suoi soci. A pochi giorni dagli ultimi eventi, ci aspettavamo piuttosto parole di apprezzamento che sarebbero servite a ravvivare il nostro entusiasmo e non atteggiamenti che hanno dato spazio a commenti di dubbio gusto e pertinenza nei nostri confronti. Ricordando che l’impegno di noi soci e la nostra attività all’interno della associazione viene svolta a titolo gratuito con il solo intento di creare opportunità di svago, unione e condivisione per tutti i cittadini, ci auguriamo che certe situazioni non si verifichino più per il bene della Proloco e di tutta la comunità. La Proloco è una grande famiglia e chiunque ne voglia far parte è sempre ben accetto.
PROLOCO STORNARELLA

Comunicato stampa

Orta Nova, Michele D’Arasmo il nuovo comandante della Polizia Municipale

Con il seguente comunicato vogliamo divulgare la decisione di aver affidato il comando della polizia municipale di Orta Nova a Michele D’Arasmo. Dopo il diniego del sottotenente Ruggiero Ventrella, in quanto prossimo alla pensione, abbiamo deciso che l’incarico non potesse che ricadere sulla figura del dott. D’Arasmo. La scelta è stata eseguita nel pieno rispetto del regolamento di Polizia Municipale e delle norme di riferimento. Al neo comandante del corpo di polizia municipale non possiamo che augurare un buon lavoro con la promessa che, come amministrazione comunale, gli daremo il massimo supporto per qualsiasi tipo di evenienza.

Comunicato stampa

Orta Nova, Volpicelli: “Bidoni colmi contro i cittadini”

Sarebbe facile associare queste foto ad una sorta di rancore politico o magari incolpare gli operatori ambientali di inefficienza o peggio di nulla facenza. Non fermiamoci alla pancia, ragioniamo. Io vi invito a guardare bene queste foto, a zummare con il vostro smartphone. Ho scattato queste foto vicino casa mia. Una via dove ci sono pochi nuclei familiari e la distribuzione dei cassonetti è quasi “ad assegnazione personale”. Come è mai possibile che questi bidoni siano sempre colmi degli stessi rifiuti, classificati speciali in quanto scarti di una produzione? Sapete che questa tipologia di rifiuto rovina i camion compattatori, causando danni al sistema di pressione interno? Sapete che questo tipo di rifiuto in discarica ci costa molto di più? Scene simili le ho viste in giro e con diversi materiali. Sarebbe giusto trovare altre soluzioni, magari ascoltare chi produce questa tipologia di rifiuto e cercare in concordato una soluzione reale e fattiva che possa evitare queste scene. Bisogna capire che se vogliamo risparmiare sulla TARI dobbiamo iniziare a ridurre i rifiuti prodotti. Tutti dobbiamo lavorare, lo dobbiamo a noi stessi, all’ambiente e alle generazioni future.

Francesco Volpicelli

Orta Nova, i commercianti alzano la voce, merce contraffatta sulle bancarelle della Festa Patronale

Commercianti sul piede di guerra ad Orta Nova, ad alimentare la protesta della categoria la presenza sulle bancarelle della Festa Patronale di merce contraffatta. Duro il commento su Facebook di un commerciante, che ha puntato il dito contro il comitato feste, reo secondo lo stesso di non vigilare affinché ciò non accada, controllo che spetterebbe pero’ ai Vigili Urbani. Durante la campagna elettorale il sindaco Mimmo Lasorsa aveva preannunciato una dura repressione del commercio abusivo, una giusta premessa affinché venga tutelata una categoria oltraggiata dal dilagante abusivismo. Stasera intanto si terrà l’ultima serata della festa con il concerto di Beppe Junior, una festa che ha fatto registrare finora una buona affluenza, con la speranza da parte dei commercianti, che vengano intraprese al più presto misure a tutela della categoria.