Coronavirus, nuovo caso positivo ad Orta Nova. Deceduto il primo paziente affetto da Covid-19

Nuovo caso positivo da Covid-19 ad Orta Nova, l’annuncio è stato effettuato dal primo cittadino, il Dott. Mimmo Lasorsa, che ha ufficializzato quanto comunicato nella giornata di ieri dall’Asl in merito alla positività da Coronavirus per un cittadino ortese, ricoverato presso un ospedale foggiano. Il sindaco Lasorsa ha inoltre comunicato che i parenti del paziente sono stati posti in quarantena fiduciaria. Si tratta del secondo caso che riguarda un cittadino ortese, nella giornata di oggi è deceduto il primo paziente risultato positivo negli scorsi giorni, che però era ricoverato presso una RSA di Troia, da dove è stato trasferito subito dopo la notizia della positività, presso il Colonnello D’Avanzo, dove è deceduto a causa del peggioramento delle condizioni cliniche, già difficili a causa di una patologia pregressa. Il sindaco Lasorsa ha inoltre anticipato che la macchina comunale è già al lavoro per stabilire i criteri per la ripartizione del fondo di solidarietà emanato con il DPCM del 28 Marzo scorso, a cui saranno aggiunti fondi che derivereranno dalla riduzione delle indennità previste per sindaco, assessori e consiglieri, invitando l’opposizione a seguire la scelta della maggioranza. Sale così a tredici il bilancio dei positivi nei Reali Siti.

Coronavirus, quarto caso a Stornara. Calamita: “Dobbiamo restare a casa”. Sale a 11 il numero dei positivi nei Reali Siti

Il bilancio dei casi positivi al coronavirus a Stornara si aggrava: c’è un quarto caso. La ASL sta attivando tutte le misure di protocollo con l’effettuazione delle indagini a ritroso procedendo alla messa in quarantena e “all’isolamento domiciliare” dei familiari e di tutti coloro i quali hanno avuto un contatto. Stiamo vivendo un momento molto difficile e stiamo combattendo contro un nemico invisibile, veramente aggressivo. Il momento è delicato, psicologicamente complicato. Vi imploro di stare a casa, abbiamo la responsabilità verso i nostri cari e tutti i nostri concittadini di non muoverci, se non per assoluta necessità.

Il sindaco di Stornara Rocco Calamita

Coronavirus, altri 163 casi in Puglia, in provincia di Foggia 28 nuovi casi e 3 decessi

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi lunedì 30 marzo, in Puglia, sono stati registrati 1.617 test per l’infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 163 casi, così suddivisi:

76 nella Provincia di Bari;

5 nella Provincia Bat;

12 nella Provincia di Brindisi;

28 nella Provincia di Foggia;

54 nella Provincia di Lecce;

22 nella Provincia di Taranto;

1 fuori regione.

(La somma dei dati per provincia è superiore di 35 casi perché include le schede di ieri non ancora attribuite per provincia e che sono state nel frattempo assegnate).

Sono stati registrati 5 decessi: 3 in provincia di Foggia (59, 93 e 75 anni), 1 in provincia di Bari (62 anni) e 1 in provincia di Lecce (87 anni).

Salgono a 32 i pazienti guariti.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 13.117 test.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.712, così divisi:

594 nella Provincia di Bari;

103 nella Provincia di Bat;

164 nella Provincia di Brindisi;

405 nella Provincia di Foggia;

293 nella Provincia di Lecce;

121 nella Provincia di Taranto;

19 attribuiti a residenti fuori regione;

13 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Comunicato stampa

Coronavirus, l’amministrazione di Orta Nova chiarisce: “Per i buoni spesa escluso chi usufruisce già di aiuti statali”

Come avrete potuto notare nelle ultime ore, per fronteggiare l’emergenza alimentare, sono stati stabiliti per i comuni come i nostri circa 176.000 euro da convertire in buoni spesa per chi ne ha bisogno. A partire da oggi, ci siamo subito messi a lavoro per stabilire i criteri attraverso cui assegnare questi tipi di aiuti. In quanto, come potrete intuire, bisogna dare priorità a chi ne ha davvero bisogno: a partire dagli indigenti fino ad arrivare a chi, a causa delle misure restrittive, non sta più lavorando e di conseguenza non riesce più a garantire il sostentamento per la propria famiglia. I criteri che stabiliremo devono tenere in considerazione tutto questo. Quindi vi informeremo quanto prima come e cosa fare per richiedere questo tipo di ausilio. Precisiamo che da ordinanza nazionale sono automaticamente esclusi chi già usufruisce di aiuti statali: come ad esempio il reddito di cittadinanza o quant’altro.

Nota da Facebook dell’amministrazione Lasorsa

Coronavirus, altri 22 positivi e 10 morti in Provincia di Foggia. Il totale dei contagiati in Puglia sale a 1549

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 29 marzo, in Puglia, sono stati effettuati 861 test per l’infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 91 casi, così suddivisi:

49 nella Provincia di Bari;

2 nella Provincia Bat;

4 nella Provincia di Brindisi;

22 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

6 nella Provincia di Taranto;

1 fuori regione

7 non attribuiti.

Sono stati registrati 15 decessi, 2 in provincia di Bari (93 e 90 anni), 2 in provincia di Lecce (85 e 97 anni), 10 in provincia di Foggia (77, 93, 77, 89, 74, 69, 87, 93, 84 e 69 anni), 1 in provincia di Brindisi (83 anni).

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 12.631 test.

27 sono i pazienti che risultano guariti.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.549, così divisi:

518 nella Provincia di Bari;

98 nella Provincia di Bat;

152 nella Provincia di Brindisi;

377 nella Provincia di Foggia;

239 nella Provincia di Lecce;

99 nella Provincia di Taranto;

18 attribuiti a residenti fuori regione;

48 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Comunicato stampa

Coronavirus, Emiliano: “I dispositivi di sicurezza inviati da Roma non coprono il fabbisogno della Puglia”

Aggiornamento del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano sulle forniture da parte della Protezione civile nazionale, dei dispositivi di protezione individuale (DPI) destinati a tutti coloro che stanno svolgendo servizi essenziali, come medici, personale sanitario, 118, medici di famiglia e farmacisti:  “Anche oggi il fabbisogno di DPI non è stato coperto dagli invii della Protezione civile nazionale – dichiara EmilianoNel pomeriggio, dalle ore 16 in poi, siamo stati impegnati in una lunghissima riunione in videoconferenza con Roma per stabilire i criteri di ripartizione dei DPI tra le regioni. È stato concordato un criterio che tenga conto del numero complessivo del personale socio-sanitario, comprensivo quindi di tutto il personale degli ospedali pubblici, privati ed ecclesiastici, ma anche di tutti i medici di famiglia, i pediatri di libera scelta, i medici della continuità assistenziale e tutto il personale socio-sanitario coinvolto nella gestione delle oltre 130 strutture per la cura degli anziani. Questo criterio dovrebbe mitigare gli effetti disastrosi del criterio che fino ad oggi la Protezione civile si è data, senza condividerlo con le Regioni, di ripartire i DPI secondo il numero dei contagiati. Abbiamo anche precisato che il criterio suddetto va anche corretto calibrandolo al numero della popolazione, per evitare che le regioni con il minor numero di dipendenti vengano penalizzate rispetto ad altre a parità di abitanti”. Il dirigente della sezione Protezione civile della Regione Puglia, Mario Lerario, comunica che da ieri a oggi 28 marzo sono arrivate da Roma – Dipartimento Protezione Civile le seguenti forniture:

mascherine ffp3                     1.335

mascherine ffp2                     62.740

mascherine chirurgiche         112.600

mascherine TNT (di tipo Montrasio non a uso chirurgico)   36.000

tute                                         0

ventilatori                               0

Si ricorda che il fabbisogno giornaliero della Regione Puglia è:

mascherine ffp3                     33.500

mascherine ffp2                     33.500

Tute                                        21.350

ventilatori meccanici per terapie intensive = fabbisogno 408

Comunicato stampa