Lotta alla ludopatia, chiuse cinque attività tra Orta Nova e Carapelle

Blitz delle Forze dell’ordine in 60 locali di scommesse a Foggia e provincia. Nell’ambito dell’attività di prevenzione e repressione del gioco illegale, la sicurezza del gioco e la tutela dei minori, nonché il contrasto alla ludopatia, in queste settimane Agenti della Polizia di Stato della Questura di Foggia della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale, della locale Squadra Mobile, in coordinamento con il locale Comando Provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, ha effettuato servizi di monitoraggio e contrasto alle attività connesse al gioco e alle scommesse illegali, al gioco on line e attraverso l’utilizzo delle videoslot. Le Forze di Polizia coinvolte (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) hanno controllato 60 attività, denunciato 12 persone, effettuato 13 sequestri penali di apparecchiature che consentono il gioco abusivo, elevato 14 sanzioni amministrative e operato 9 sequestri amministrativi. Si tratta di duevideo slot prive del prescritto certificato e quattrototem, apparecchi assolutamente vietati perché permettono, attraverso piattaforme illegali, di giocare a distanza, da remoto e on line, frequentemente mimetizzati come semplici apparecchi per il gioco promozionale o pubblicitario. Tra le suddette attività condotte abusivamente, due sono state segnalate all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli competente per l’irrogazione di 4 sanzioni amministrative pecuniarie, per un valore di circa 200.000 euro, per violazioni delle norme relative all’obbligo di esposizione di materiale informativo, essendo state violate appunto norme poste a tutela dei minori e della prevenzione delle ludopatie (come l’assenza di specifici cartelli). Inoltre, per le attività sprovviste di autorizzazione ex art.88 T.U.L.P.S., rilasciato dal Questore come stabilito dal T.U.L.P.S. ( Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza), il Questore di Foggia ha adottato complessivamente 8 provvedimenti di polizia di cessazione immediata attività, nei confronti di 4 circoli privati ed 1 bar, dei quali due circoli (Amici dello Sport e Amici di Carapelle) siti in Carapelle, due (circolo Jolly e Basic Club) a Ortanova e il Bar Pasha a Orta Nova, per i quali erano state elevate denunce penali e sanzioni amministrative dai militari del Comando Gruppo Guardia di Finanza di Foggia, per attività abusiva, e 3 agenzie di scommesse, in questo capoluogo ubicate in Via Pestalozzi, Via Calvanese e Via Fioritto. Infine, a seguito della nuova procedura per il rilascio delle autorizzazioni ex art.88 T.U.L.P.S. in vigore da Marzo di quest’anno, per quanto attiene al rispetto delle distanze minime stabilite dalla Legge Regionale n.43/2013 da parte dell’Autorità di P.S., in base alla quale è necessario un nulla osta preventivo del Comune competente territorialmente, il Questore di Foggia ha rigettato due nuove istanze per l’apertura di agenzie di scommesse e giochi, una in questo Capoluogo ed una in Monte Sant’Angelo.

Comunicato stampa

Annunci
Cronaca

Ordona, in manette un 23enne ed un 41enne, rivendevano alla criminalità armi rubate


Vendevano armi, destinate ad armeria di Forlì, alla criminalità organizzata foggiana. E’ quanto scoperto dagli agenti della squadra mobile di Forlì che hanno arrestato due uomini, originari del foggiano di 23 e 41 anni. Secondo quanto emerso dalle indagini il 41enne, residente ad Ordona, addetto al ritiro e alla consegna di pacchi per una ditta di spedizioni di Cesena, avrebbe rubato 5 armi, consegnate da un’armeria di Forlì ad altre armerie italiane. Nel corso delle indagini è emerso che il 41enne aveva un complice il 23enne che molto spesso lo accompagnava con il mezzo della ditta di spedizioni. Il 41enne quando rientrava ad Ordona rivendeva le armi alla criminalità organizzata foggiana. Gli agenti della squadra mobile di Foggia stanno cercando di capire i destinatati delle armi rubate a Forlì. E proprio in questa città la polizia a casa del 41enne ha trovato altra merce che l’uomo avrebbe rubato nel corso del suo lavoro: oggetti che avrebbe ritirato da alcuni esercizi commerciali di Forlì e destinati ad altri negozi.

Comunicato stampa

Cronaca

Orta Nova, in fiamme allevamento in Viale Ferrovia, Vigili del Fuoco al lavoro per diverse ore

Il luogo dell’incendio

Un incendio di vaste dimensioni si è sprigionato nel pomeriggio di oggi in un allevamento alle porte di Orta Nova in Viale Ferrovia. Diverse squadre di Vigili del Fuoco sono al lavoro da diverse ore per spegnere l’incendio, e per chiarirne le dinamiche. Secondo una prima ricostruzione alcune baglie di fieno avrebbero preso fuoco, l’incendio avrebbe quindi investito l’intera struttura, gran parte del bestiame sarebbe stato comunque salvato, anche se i danni risultano ingenti, ma al momento ancora da quantificare. Il traffico stradale è stato inoltre deviato per lo svolgimento delle operazioni di soccorso, che proseguono incessantemente da diverse ore.

Cronaca

Stornara, possedeva un arsenale da guerra, arrestato 28enne

Nascondeva un vero e proprio arsenale da guerra. E’ stato arrestato dagli Agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile, Gruppo “Cerignola” Alessandro Signoriello in una campagna nell’agro di Stornara per detenzione illegale di numerose armi e munizionamento da guerra. Le indagini sono partite per il sospetto, in quella zona, di occultamento di armi utilizzate nel compimento di assalti ai portavalori e/o rapine in genere. Gli Agenti hanno individuato una società agricola in agro di Stornara: 8 le telecamere di video-sorveglianza che circoscrivono l’intera area si estende per ben 7 ettari, ove avvengono le coltivazioni, la produzione e la gli agenti hanno sorpreso Signriello, foggiano di 28 anni, con piccoli precedenti di Polizia, insieme al padre. Durante la perquisizione, occultato ai piedi di un albero all’interno di una busta, gli agenti hanno trovato un fucile mitragliatore marca SITES modello SPECTRA, calibro 9 avente matricola non leggibile in quanto punzonata, una scatola contenente 44 proiettili calibro 380 auto G.F.L. ed un giubbotto anti-proiettili. Il munizionamento dell’arma, proiettili calibro 380, sono stati rinvenuti all’interno del garage adiacente all’abitazione dove venivano rinvenuti 31 proiettili calibro 380 Auto G.L.F, una radio ricetrasmittente, funzionante, 15 cartucce calibro 12 per fucile da caccia, un passamontagna, una pompa idraulica di fattura artigianale e due divaricatori di fattura artigianale. Signoriello è stato arrestato e condotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia.

Comunicato stampa

Cronaca

Stornarella, muore per strada un quarantenne nigeriano, probabile vittima di un malore

Un 40enne di origini nigeriane è deceduto ieri sera a Stornarella nei pressi dell’area mercatale della cittadina dei Reali Siti. Si tratta di Mundi Omorigie, residente a Stornarella e abbastanza noto nella comunità nigeriana stornarellese. Il decesso molto probabilmente sarebbe avvenuto a causa di un malore, forse provocato da una discussione verbale che la vittima potrebbe aver avuto qualche istante prima con un suo connazionale, che subito dopo avrebbe dato l’allarme. Intervenuti sul posto i sanitari hanno provato a rianimare l’uomo, ma non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono subito intervenuti i carabinieri della locale stazione ed il sindaco Massimo Colia, potrebbero ora essere acquisite le immagini delle videocamere di sorveglianza poste sulla rotatoria adiacente al luogo del ritrovamento del corpo, per ricostruire gli ultimi istanti di vita del quarantenne nigeriano.

Cronaca

Andria, morto in un incidente stradale un 24enne di Ordona

Il luogo dell’incidente nella foto di Andria Live

Un giovane di 24 anni di Ordona ha perso la vita in un tragico incidente stradale ieri pomeriggio intorno alle 18:00 sulla Ex 98 alle porte di Andria. A perdere la vita il giovanissimo Giuseppe De Leo, nell’incidente sarebbero state coinvolte tre auto, una Bmw, una Fiat 500 vecchio modello ed un’autovettura Renault Megane SW. Pare che la Fiat 500 fosse trainata dalla Bmw e che si sia sganciata per la rottura del cavo, invadendo la corsia opposta e scontrandosi frontalmente con la Renault guidata proprio dal giovane autista ordonese, per lui non c’è stato niente da fare, mentre gli altri due automobilisti sono stati trasportati presso gli ospedali di Andria e Barletta.

Cronaca

Due arresti per spaccio tra Cerignola e Stornarella


Nella giornata di ieri, nel corso dei normali servizi di controllo del territorio di competenza, i Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno effettuato una doppia operazione antidroga, che si è conclusa con l’arresto di due spacciatori trovati in possesso di cocaina e marijuana.
A Cerignola a finire nella rete dei militari è stato SERRA GIUSEPPE, cl. ’88, incensurato cerignolano. I militari della Stazione di Cerignola hanno bloccato l’uomo in pieno centro cittadino e, a seguito di una perquisizione personale e veicolare, gli hanno trovato addosso 3 grammi di marijuana. Estesa la perquisizione alla sua abitazione, i Carabinieri hanno poi trovato altri 17 grammi della medesima sostanza oltre che un bilancino di precisione e vario altro materiale che non depone per la detenzione finalizzata esclusivamente all’uso personale. Per tale motivo l’uomo è stato dichiarato in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari. A Stornarella, invece, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato BARNABE’ ALESSANDRO, cl. ’93, pregiudicato del posto. Il giovane, già arrestato in passato per il medesimo motivo, è stato sorpreso dai Carabinieri, che in quel momento si trovavano casualmente a transitare, proprio mentre stava cedendo una dose di cocaina ad un assuntore. Bloccati entrambi, i militari hanno trovato addosso all’assuntore proprio la dose di cocaina appena acquistata, mentre indosso al pusher hanno trovato altre 3 dosi di cocaina, del peso di un grammo circa, oltre che una dose di hashish da mezzo grammo. Constatato, quindi, lo spaccio dello stupefacente, il Barnabè, su disposizione del P.M. di turno, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Cronaca