Orta Nova, la “nube serale” avvolge la città, aria irrespirabile e cittadini in rivolta

Cala la sera ed Orta Nova viene avvolta da una densa nube che rende l’aria irrespirabile, per la seconda serata consecutiva il comune capofila dei Reali Siti è costretto a convivere con l’atavico problema dello smaltimento illecito di materiali di scarto in plastica in agricoltura. Spesso infatti nelle campagne ortesi vengono appiccicati roghi per smaltire illecitamente tubicini in plastica, polistirolo o altro materiale, che con la combustione sprigiona nell’aria una pericolosa nube che rende irrespirabile l’aria. Sul web intanto i cittadini chiedono controlli serali per evitare il proliferare di un fenomeno che da anni sembra ormai incontrastato, alle istituzioni ed alle forze dell’ordine il compito di fornire risposte ai cittadini.

Annunci
Cronaca

Orta Nova, incidente sulla SP 110, ferita una donna fugge l’altro autista, cedono i cavi dell’energia

Era da poco passata la mezzanotte di ieri sera quando sulla SP 110 all’altezza con la SP 81 che collega Orta Nova a Stornarella, due auto si sono scontrate provocando il ferimento di una donna originaria di Stornarella che era alla guida di una Ford Ka, l’auto è stata coinvolta in uno scontro con una Audi di colore scuro, che sarebbe stata abbandonata sul posto dopo lo scontro. L’impatto avrebbe causato il cedimento di un traliccio dell’energia elettrica causando problemi nei soccorsi, la donna è stata trasportata presso gli Ospedali Riuniti di Foggia con un trauma importante alla testa, sono invece in corso le indagini per rintracciare l’autista dell’auto e per accertare la dinamica dell’incidente.

Cronaca

Carapelle, incidente stradale sulla SP 83, perdono la vita due diciottenni, grave un terzo

Carapelle sotto choc, la cittadina dei Reali Siti si è svegliata questa mattina con una orribile notizia, due giovani di soli 18 anni hanno perso la vita la notte scorsa intorno alle 4:00 in un tragico incidente stradale sulla SP83 che collega Orta Nova a Stornara. Si tratta di Luigi Faregna e Giuseppe Nicola, in auto con loro un terzo ragazzo che si troverebbe presso gli Ospedali Riuniti di Foggia in gravi condizioni. I tre viaggiavano a bordo di una Fiat Punto, l’auto sarebbe finita fuori strada schiantandosi contro un albero di ulivo, sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri che ora indagano per ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Cronaca

Sorpresi a smontare una Jaguar rubata, in manette un 42enne ortese

Il 30 Agosto 2018, agenti della Polizia di Stato del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara e del Commissariato di P.S. di Cerignola hanno tratto in arresto su fermo di indiziato di delitto il 42enne Michele Mastricci. Nell’ambito di un servizio preventivamente predisposto di controllo del territorio per contrastare il fenomeno del furto di auto, gli Agenti verso le 13 ricevevano una segnalazione dalla sala operativa che un Jaguar era stata appena rubata a Cerignola ed il segnale del Gps indicava il punto ove questa si trovava. Tramite il sistema “Mercurio” veniva individuata la zona dove doveva trovarsi l’auto rubata. Effettivamente giunti in un fondo agricolo, località Parcone, gli agenti hanno notato un gruppo di 4 persone intente a smontare la Jaguar segnalata. Alla vista degli operanti tutti e quattro gli uomini si sono dati alla fuga per i campi in diverse direzioni, uno di loro, identificato per Mastricci è stato bloccato nei pressi di un casolare e in seguito alla perquisizione personale venivano rinvenuti addosso, diversi attrezzi per lo smontaggio delle auto, cacciavite e chiavi inglesi di varie misure. Sul luogo ove era stata rinvenuta la Jaguar appena rubata, venivano rinvenuti altri due autoveicoli, una Citroen C3 di proprietà di una società, il cui titolare non si era ancora accorto del furto e pertanto apprendeva la notizia del rinvenimento della sua auto dalla Polizia ed un Fiat Ducato, ancora con i portelloni aperti, con a bordo vari pezzi della carrozzeria della Jaguar, che i quattro malfattori stavano smontando. Mastricci tratto in arresto, su disposizione del Pubblico Ministero è stato accompagnato nella propria abitazione agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente

Comunicato stampa

Cronaca

Carapelle, arrestato marocchino, rinvenuti in un box stupefacenti per un valore di 3 milioni e 600 mila euro


Gli Agenti della Squadra Mobile di Foggia hanno arrestato un marocchino di 42 anni Hicham Haddouch per detenzione di un’ingente quantità di sostanze stupefacenti. Nell’ambito di un preordinato servizio di contrasto al diffuso fenomeno di spaccio di sostanze stupefacenti, gli Agenti in seguito ad attività info-investigativa hanno posto l’attenzione su un soggetto di nazionalità marocchina che si riteneva essere dedito ad attività di spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività di osservazione posta in essere confluiva verso un box seminterrato sito nel Comune di Carapelle, dove gli Agenti hanno sorpresol’uomo mentre scendeva la rampa del predetto locale. Appena fermato, i poliziotti nel corso di una perquisizione personale hanno trovato una busta di plastica tenuta in mano dal fermato, circa un chilo di hashish; il successivo controllo all’interno di un’autovettura Panda, parcheggiata all’interno del box ha consentito il rinvenimento di sette borsoni contenenti nel totale circa kg. 120 di hashish. Ingentissimo è il valore economico della sostanza stupefacente sequestrata ammontante ad un valore economico di euro 3 milioni e 600 mila euro. Nel box veniva inoltre rinvenuto e sequestrato oltre allo stupefacente, materiale musicale: casse acustiche, amplificatori, un apparecchio per la riproduzione di musicassette, di cui il fermato non riusciva a dare spiegazioni circa la provenienza.

Comunicato stampa

Cronaca

Arresti in provincia, uno a Stornarella

Nel corso dell’ultimo fine settimana, in tutto il basso tavoliere, i Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno effettuato serrati controlli a tutti i soggetti sottoposti ad obblighi, oltre che un’attenta vigilanza di buona parte di tutte le zone di spaccio del centro ofantino. Il bilancio è stato di cinque arresti per evasione, un ulteriore arresto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, due denunce, con contestuale ritiro di patente a soggetti che si sono rifiutati di sottoporsi agli accertamenti per l’individuazione di tracce di stupefacenti nel sangue, ed il sequestro contro ignoti di alcuni grammi di cocaina e hashish. A finire in manette per evasione dai domiciliari sono stati Mugeo Giovanni, cl. ’71, di San Ferdinando di Puglia, Musicco Antonio, cl. ’84, Carosiello Antonio, cl. ’71, Carosiello Vincenzo, cl. ’57, Piacentino Antonio, cl. ’64, questi ultimi tutti di Cerignola, tutti pregiudicati. Gli stessi, sottoposti agli arresti domiciliari, sono stati tutti sorpresi all’esterno delle rispettive abitazioni dai militari delle locali Stazioni e dell’Aliquota Radiomobile del NORM. Nel caso dei due fratelli Carosiello, Vincenzo era uscito dalla propria abitazione per cercare di evitare l’arresto del fratello Antonio, sorpreso poco prima sulla strada davanti alla propria casa, con l’unica conseguenza di farsi arrestare anche lui. Sono stati entrambi risottoposti agli arresti domiciliari. A Stornarella, invece, i militari della locale Stazione hanno serrato le manette ai polsi di Ciocia Pasquale, cl. ’65, pregiudicato del posto. L’uomo, sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, sorpreso più volte a violare la citata misura, è tornato in carcere in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Foggia, che gli ha revocato il beneficio. Ancora a Cerignola, poi, i militari della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti C.A., cl. ’77, e M.N., cl. ’97, il primo di Cerignola e il secondo di Canosa di Puglia, entrambi con precedenti di polizia, sorpresi in tarda nottata all’interno dei fabbricati di edilizia popolare del quartiere San Samuele, nota piazza di spaccio cittadina. I due, che non hanno saputo dare spiegazioni plausibili sulla loro presenza in quella zona, sono stati inviatati a sottoporsi agli accertamenti ematici tesi a verificare la presenza di sostanze stupefacenti nel sangue. Rifiutatisi, sono incorsi nella violazione dell’art. 187 del Codice della strada, che prevede il ritiro della patente e la denuncia in stato di libertà. Sempre nel quartiere San Samuele, infine, i medesimi militari hanno anche rinvenuto occultati nell’area condominiale circa 7 grammi di cocaina e 30 di hashish.

Comunicato stampa

Cronaca

Orta Nova, violenza su una donna in pieno centro, arrestato un senegalese

Momenti di follia questa mattina intorno alle 10:00 in Viale Ferrovia ad Orta Nova, un quarantenne di origini senegalesi è stato tratto in arresto per violenze ad una connazionale. I due sarebbero stati protagonisti di una colluttazione, durante la quale l’uomo sarebbe rimasto nudo, sul posto sono intervenuti i vigili urbani che con l’ausilio dei carabinieri avrebbero tratto in arresto l’uomo, mentre la donna sarebbe stata accompagnata in ospedale per le ferite riportate. Secondo alcuni testimoni si sarebbe trattato di un tentativo di violenza sessuale in pieno centro, una pista pero’ ancora da verificare, mentre sul web impazza già la polemica su quanto accaduto, sicuramente uno spettacolo poco gradevole per la cittadina dei Reali Siti.

Cronaca