Orta Nova, sabato 23 torna la “Primavera Ortese” tema dell’evento la Pedofilia nella Chiesa

Come di consueto anche quest’anno torna il tradizionale appuntamento de la “Primavera ortese”. Un evento che è giunto alla sua quarta edizione e che, come sempre, tende a proporre tematiche spinose che attanagliano il nostro territorio e non solo. L’obiettivo infatti è quello di risvegliare le coscienze del nostro Paese affinché si arrivi ad una maggiore sensibilizzazione dei nostri problemi onde evitare di tacere e di renderci complici. Mentre l’anno scorso abbiamo ospitato la vicepresidente nazionale di Libera, Daniela Marcone, che attraverso la presentazione del suo libro ci ha permesso di discutere di criminalità organizzata nel nostro territorio; quest’anno abbiamo deciso di cambiare totalmente argomento. Infatti il tema centrale sarà: pedofilia e omertà. In tutti questi anni l’Onu ha denunciato di come i reati commessi all’interno delle sacre mura nei confronti dei minori, siano in continuo aumento; quindi si tratta di una continua violazione dei diritti dei bambini a cui la Chiesa non è ancora riuscita a rimediare. Nonostante i diversi moniti da parte di Papa Francesco affinché i vescovi e tutti i “pastori” ecclesiastici collaborino per esorcizzare questo fenomeno, sembra che quest’ultimo continui a mietere vittime a causa dell’omertà dei tanti. Anzi, tante volte i preti che hanno deciso di denunciare situazioni anomale all’interno delle proprie diocesi sono stati puniti attraverso l’allontanamento. Un caso che ci riguarda da vicino è quello relativo ai fatti di San Giovanni Rotondo. Padre Domenico Costanzo dopo aver denunciato le molestie da parte di suoi confratelli nei confronti di una donna presente in convento, è stato allontanato fino ad essere costretto a spogliarsi della sua tunica e abbandonare l’ordine. Esiste una differenza tra il peccato e il reato? Possiamo ‘laicamente’ far coesistere il peccato e il reato? Di fronte a questi aspetti e questi interrogativi crediamo che un tema così delicato debba essere portato, sotto forma di discussione, anche ad Orta Nova. Ed è per questo che sabato 23 febbraio, a partire dalle ore 18.00, presso il Palazzo ex Gesuitico saranno nostri ospiti i giornalisti: Emanuela Provera e Federico Tulli. Autori dell’ultimo libro che sta facendo molto discutere: “Giustizia divina- così la Chiesa protegge i peccati dei suoi pastori”. Con loro affronteremo diversi casi di preti, e suore, che nonostante si siano macchiati di reati abbastanza gravi, sono stati protetti e nascosti affinché non scontassero alcuna pena. “La ricerca della verità è più preziosa del suo possesso” (Albert Einstein)

Comunicato stampa

Annunci
Cultura

Addio a Potito Di Pietro, custode del dialetto ortese

Si è spento nella giornata di ieri il Maestro Potito Di Pietro, storico insegnante ortese e custode del dialetto della città capofila dei Reali Siti. Cinque anni fa, presentò il Dizionario del dialetto Ortese, opera che racchiudeva un percorso di ricerca ed approfondimento del dialetto ortese, presentato dall’Associazione L’Ortese, diretta dal fratello Annito. Per ricordare Potito Di Pietro vi proponiamo la presentazione dell’opera.

Cultura

Stornara, alla fine trionfa l’arte, altre due opere donate alla città con la versione Winter di Stramurales

Le opere realizzate nella versione winter di Stramurales

Sono 2 i murales che hanno arricchito il centro cittadino di Stornara lo scorso 29 dicembre 2018 sul muro messo a disposizione dal cittadino Vincenzo Bancone, precisamente accanto all’opera di Zabou Smith (artista londinese esibitasi lo scorso agosto): – La Monnalisa in versione “V per Vendetta”, in onore di “Madame Decoro” (antitesi del degrado urbano), che rappresenta la vendetta della Street Art, libera arte per tutti, sull’arte “valorizzata e pilotata” nelle gallerie e per pochi eletti. Il tutto ad un passo dai 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci che ricorrerà proprio nel 2019. Un artista-inventore-scienziato tanto amato e ricordato in Francia, per lui sono stati infatti organizzati circa un migliaio di eventi. Mentre nulla in Italia! – il bacio eterno tra una coppia di anziani, intitolato “L’ultimo come il primo”, in un contesto sociale povero di valori, soprattutto quelli affettivi, anche in un rapporto di coppia. Un omaggio ai nostri avi! Le opere sono frutto dell’evento “Stramurales Winter 2018”, promosso dall’associazione “Stornara Life APS” con il gratuito patrocinio del Comune di Stornara e il particolare sostegno dell’assessore alla cultura e spettacolo Brigida Andreano, che ha visto come protagonisti i “No Chance”, gruppo di Street Artists sanseverese arrivati nella piccola cittadina di Capitanata giovedì 27 dicembre. Soddisfatto Lino Lombardi, fotografo e grafico professionista nonché ideatore della manifestazione e presidente dell’associazione organizzatrice, che nella sera di venerdì 28 ha allestito lo “Street Shopping”, un mercatino con quadri, album e boule da capovolgere con la “neve”, tutti con una foto di Stornara nelle diverse epoche. Inoltre, con un piccolo contributo, era possibile acquistare una serie di gadgets (borse di stoffa, astucci di cartone con colori, block notes, portachiavi…) con su disegnati il logo dell’associazione e uno dei vari temi a cui sensibilizzare l’intera comunità: rispetto per persone, animali, arredo urbano, ambiente… Come consulenti alla vendita, alcuni cittadini tra i piu’ giovani del tessuto sociale del paese: Claudia Borrelli, Federica Cuccia e Karola Marseglia. “Il nostro obiettivo è quello di educare attraverso l’Arte i cittadini al rispetto di chi ci circonda, dai piu’ piccoli ai piu’ grandi” è quanto ha affermato dal presidente. Immancabile lo “Street Food” seguito in cucina dai prestigiosi maestri locali Delia Belluoccio (cuoca professionista), Roberto Nigro (assessore ai lavori pubblici, protagonista del brand locale “Assessore in cucina”), Rocco Ciarallo e il supporto di Annamaria Giovine nella location messa a disposizione dall’associazione “Stornara in movimento”. I cittadini, grandi e piccoli, hanno potuto degustare gli scagliozzi, piatto tipico foggiano, pane e nutella e una vasta scelta di bevande, tra cui del buon vino della “Cantina Apulia” di Stornara. Alla distribuzione un altro giovanissimo cittadino e fan della manifestazione, Paolo Schiavone, sotto la supervisione degli organizzatori. Ad allietare la serata il dj locale Cosimo Fabiano con lo “Street Music”, caratterizzato principalmente da musiche anni 80 e natalizie. Per i piu’ piccoli erano presenti anche delle Mascotte grazie alla collaborazione di Maria Rosa Mandriano (la renna), Domenico Caputo (l’elfo) e Michele Caputo (Babbo Natale). Il tutto offerto da Rocco Caputo con il supporto dell’associazione “Giovani per l’Europa”. Suggestiva l’area interessata dalle suddette attività collaterali grazie agli addobbi natalizi curati da Sara Lafaenza, fiorista di professione. Interessante anche lo “Street tour”, un pulmino messo a disposizione da Potito Pozzozengaro per far visionare e spiegare tecniche/significato dei vari murales sparsi per il paese ai cittadini e turisti, grazie alla guida Giancarla De Marco, tra gli organizzatori dell’evento. Presenti alla kermesse l’assessore alla cultura e spettacolo Brigida Andreano e il presidente dell’associazione “Stornara Smart” Massimo Sardone, entrambi impegnati negli ultimi anni nello sviluppo artistico/culturale della piccola cittadina dei “Cinque Reali Siti” coinvolgendo attivamente le numerose associazioni presenti sul territorio. Per la buona riuscita dell’evento si ringrazia anche la Protezione Civile “Le Giovani Aquile” per la gestione della sicurezza pubblica, la ditta “Reali Siti” (nella persona di Nino Camarchio) e Massimo Sardone per la logistica, il tesoriere dell’associazione “Stornara Life APS” Sabetta Silvana per il coordinamento dell’intera manifestazione, l’organizzatrice Deny Capolongo per l’ospitalità degli artisti, e tutti gli altri organizzatori, cittadini e fans che hanno voluto dare una mano come Rosaria Di Trani, Eugenia Laquale… Indispensabile il contributo economico spontaneo ricevuto dal proprietario del muro oggetto di murales, Vincenzo Bancone, e da parte dei concittadini Cettina Lombardi e il dott. Giulio Ciccone. Si conclude positivamente il 2018 per Stornara e la nascente associazione “Stornara Life APS”! Un altro passo avanti per l’Arte è stato fatto, credendo molto anche nella destagionalizzazione. Il prossimo avverrà ad agosto con “Stramurales 2019”, gli organizzatori sono già all’opera.

Il segretario di “Stornara Life APS” Antonio Signoriello

Cultura

Arriva a Carapelle il Press Tour, giornalisti e blogger pronti a scoprire la cittadina dei Reali Siti

Conosceranno le eccellenze artistiche, storiche ed enogastronomiche del territorio
FOGGIA – “Sono davvero contento della partnership col Comune di Foggia per il press tour che a marzo coinvolgerà anche Carapelle. Sono le parole del primo cittadino carapellese Umberto Di Michele, che con la sua amministrazione ha preso parte ad un bando intitolato “Foggia svelata” e che collegherà il capoluogo alla cittadina dei Cinque Reali Siti. “Se il tour dovesse essere ammesso a finanziamento – ha detto Di Michele si svolgerà dal 20 al 25 marzo 2019 e intenderà promuovere la suggestiva festa patronale di Foggia e degli storici luoghi di culto, a partire dalla Cattedrale e dal santuario della Madonna (nera) dell’Incoronata, per poi giungere sul torrente Carapelle e mostrare ai giornalisti e blogger le eccellenze carapellesi. Un’opportunità di promuovere il nostro territorio che al Comune di Carapelle non costerà neanche un euro”. L’educational tour sarà realizzato in partnership con il Comune di Carapelle. L’operazione è interamente finanziata dalla Regione Puglia nell’ambito del PON FESR 2014-2020. Si parte il 20 marzo con l’arrivo degli ospiti a Foggia e la sistemazione nelle strutture ricettive e la cena di benvenuto con i rappresentanti istituzionali. Il 21 marzo dopo l’incontro con gli amministratori comunali, ci sarà il trekking urbano nel centro storico di Foggia con pranzo degustazione a base di prodotti tipici locali e l’incontro con le Confraternite che partecipano alla processione e la cena degustazione a base di prodotti tipici locali. Il 22 marzo sarà la volta della visita guidata a Borgo Segezia con trekking urbano alla scoperta dell’architettura razionalista e la partecipazione alla processione del Sacro Tavolo dell’Iconavetere. Visita guidata al Santuario della Madonna dell’Incoronata il 23 marzo con laboratori sensoriali/degustativi nelle aziende agroalimentari di Borgo Incoronata, pranzo degustazione a base di prodotti tipici locali, trekking nel Parco naturale regionale Bosco Incoronata alla ricerca delle verdure spontanee e cena degustazione a base di prodotti tipici locali. Infine il 24 marzo, trasferimento a Carapelle, trekking lungo il fiume Carapelle, pranzo degustazione a base di prodotti tipici locali e rientro a Foggia con visita guidata al Museo Civico di Foggia e cena finale. Ultimo atto il 25 mattina con laboratori sensoriali/degustativi nelle aziende agroalimentare e pranzo degustazione a base di prodotti tipici locali. Parteciperanno i blogger di Il Giornale del Turismo, il Mattino, Il Sud Online, Lonely Planet Italia, Itinerari Religiosi, Oggi dove andiamo, Oltre le parole, Fanpage.it,. Infooggi, Viaggi che mangi e Travels Telling.

Comunicato stampa

Cultura

Il Polo Museale di Ascoli Satriano ed il Museo Archeologico di Ordona insieme per “Tesori e Sapori”

La valorizzazione del territorio passa anche attraverso le collaborazioni tra diverse realtà, è in quest’ottica che il Polo Museale di Ascoli Satriano, ed il Museo Archeologico di Ordona, hanno organizzato per il prossimo week end “Tesori e Sapori” un appuntamento dedicato al gusto e all’artigianato. Sabato 15 Dicembre dalle 16:00 alle 20:00 presso il Chiostro del Museo Diocesano di Ascoli Satriano, si terrà il primo appuntamento con l’apertura straordinaria serale del museo, il tutto accompagnato dall’artigianato, dalla degustazione di prodotti locali e dall’intrattenimento per i più piccoli. Domenica 16 alla mattina invece, presso il Museo Archeologico di Ordona, a partire dalle ore 10:00, sarà possibile apprezzare “L’Archeoartista”, la personale di Francesco Roselli, caratterizzata da paesaggi immaginari tra rock e archeologia, anche in questo caso sarà possibile degustare prodotti tipici, accompagnati dall’animazione per i più piccoli. Una iniziativa che punta ad avvicinare le famiglie all’arte e all’archeologia, cercando attraverso il lavoro della Cooperativa Artemus nuove partnership tra due cittadine che nella loro storia contano diversi punti in comune.

Cultura

Massimo Beccia il nuovo direttore del periodico “Lo Sguardo sui 5 Reali Siti”

Si svolgerà nel pomeriggio di oggi 19 novembre, la prima riunione di redazione del periodico d’informazione locale, “Lo Sguardo sui 5 Reali Siti”. La redazione si riunisce per la prima volta dopo la morte del defunto Direttore, Michele Campanaro, avvenuta lo scorso ottobre. Nell’occasione sarà ratificata la nomina al nuovo Direttore, il Giornalista dott. Massimo Beccia; che negli ultimi tempi ha ricoperto l’incarico di Vice Direttore, sempre all’interno dello Sguardo. A svolgere le funzioni di Vice Direttore di testata, sarà invece il dott. Luciano Magaldi. “ Sono molto contento per questa nomina,” ha dichiarato il nuovo Direttore, “ perché giunge a coronamento di un lungo lavoro sul campo. Nel ringraziare l’Editore Di Pietro per la fiducia accordatami, il mio ricordo va innanzitutto a Michele Campanaro, uomo e Direttore, con il quale ho collaborato nell’arco di quasi un decennio, alla realizzazione di questo “storico” periodico. Il nuovo Sguardo, che uscirà a partire dal prossimo dicembre, conterrà già alcuni significativi cambiamenti, per renderlo più moderno ed interessante agli occhi dei nostri lettori. ” E a chi gli domanda, quanto tempo prevede di restare alla direzione del nuovo Sguardo, il dott. Beccia risponde:” Non metto mai ipoteche, in quello che faccio. E’ pur vero che io sono prima di tutto un Giornalista ed amo perciò, il contatto diretto con la notizia. Se resterò pochi mesi o un anno, dipenderà quindi , dal raggiungimento degli obiettivi di rilancio della testata. Per fare ciò, è mia intenzione avvicinare più possibile i giovani al giornale, coinvolgendo gli studenti provenienti dagli istituti scolastici superiori; allo stesso tempo mi adopererò per dare maggiore visibilità, a tutti i comuni dei Cinque Reali Siti.”

Comunicato stampa

Cultura