Archive for the 'Istruzione' Category

Orta Nova, la Scuola Media Pertini venerdì presso il Largo Gesuitico per il progetto Parole in Musica

L’ingresso della Scuola Media Pertini

Il 19 maggio 2017 alle ore 10.30 presso Largo ex Gesuitico si terrà la  manifestazione finale del progetto per “La Giornata Nazionale della  Scuola – Parole in Musica” avviato negli aa.ss 2015/2017. L’avviso è stato emanato con DPR 567/96 art. 7 ed inviato alle istituzioni scolastiche con nota MIUR della Direzione Generale per lo studente ufficio II, prot.1294 del 02/12/2015. Il bando prevedeva la presentazione di una proposta progettuale nella quale le istituzioni scolastiche erano invitate a proporre iniziative sottolineando il valore dell’attività educativa e formativa. L’avviso era destinato a progetti di eccellenza presentati dalle istituzioni scolastiche e volti a promuovere la realizzazione di manifestazioni di carattere provinciale, da tenersi presso la scuola risultata vincitrice; infatti, questa scuola è risultata unica vincitrice in tutta la provincia di Foggia, fra le tante proposte inviate alla Direzione Generale dello Studente. In riferimento al progetto, con nota MIUR prot. 1220, in data 22/02/2016 mi veniva comunicata la valutazione positiva da parte della Commissione del Ministero, della proposta progettuale presentata da questo istituto, attraverso l’assegnazione del finanziamento per la realizzazione dello stesso. L’ideatore e il referente di questo progetto è il Prof. Lorenzo Ciuffreda docente di strumento musicale della Scuola Secondaria di 1° grado “S. Pertini” di Orta Nova (FG). L’obiettivo principale diventa mettere al centro delle attività gli alunni e la funzione della musica, la letteratura e l’arte grafica come attività elette nella libera espressione artistica, emozionale, nonché come espressione dello sviluppo di competenze trasversali. Scopo principale è dunque quello di fare dell’allievo il protagonista del suo sapere. Protagonisti di tale iniziativa sono dunque gli alunni che acquisiranno metodi di fruizione culturale e strumenti che li rendano autonomi nella ricerca e nell’acquisizione di nuove conoscenze e gli insegnanti che mettono il proprio sapere a disposizione dell’allievo, perché diventi punto di partenza per un ulteriore arricchimento culturale e autonomo da parte dello studente. I Moduli sono cinque e i docenti tutor che hanno partecipato sono i seguenti: Alba Collivignarelli, Daniela Vanni, Nadia Pandiscia, Francesco Saverio Fasano, Matteo Grifa, Orlando Rignanese, Generoso Sarcone, Maurizio Traisci e Giuseppe Patruno. Un grande onore per la scuola, da me presieduta, per i nostri alunni e per l’intera comunità scolastica. Il merito di tale successo è da attribuire non solo ai ragazzi, che hanno lavorato con grandissimo impegno, ma anche a tutto il personale della scuola che hanno saputo credere in un progetto così ambizioso. Presenzierà il Direttore Generale USR per la Puglia Dott.ssa Anna CAMMALLERI, ed inoltre saranno presenti tutte le autorità comunali, provinciali e regionali.

Comunicato stampa

Il 2° Circolo di Orta Nova protagonista a Cesena per la Finalissima delle Olimpiadi di Problem Solving

I ragazzi premiati al concorso a Cesena

Si sono disputate il 5 e 6 maggio le finali delle Olimpiadi di Problem Solving (OPS). A competere per il titolo circa 300 atleti  provenienti da tutta Italia che per due giorni si sono sfidati a Cesena su esercizi di logica, coding e problemi algoritmici. Giunte quest’anno alla nona edizione, le Olimpiadi sono promosse dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Sono rivolte alle alunne e agli alunni delle classi IV e V della scuola primaria e alle studentesse e agli studenti del triennio della scuola secondaria di I grado e del primo biennio della scuola secondaria di II grado. Le OPS mirano a sviluppare il pensiero computazionale, le abilità logiche e di risoluzione di problemi algoritmici. Alle iscritte e agli iscritti alla competizione viene offerta l’opportunità di seguire uno specifico percorso formativo: nel corso dell’anno scolastico, vengono infatti proposti “allenamenti” mensili (di difficoltà via via crescenti) che guidano ad apprendere, padroneggiare e affinare le tecniche risolutive. Per la finalissima le alunne e gli alunni  hanno dovuto affrontare la risoluzione di 12 problemi per la gara a squadre e di 8 problemi per la gara individuale in 90 minuti. Nelle diverse fasi di selezione (di istituto, regionali, nazionale) sono stati quest’anno 23.375 le ragazze e i ragazzi iscritti. La finalissima si è tenuta presso il Dipartimento di Ingegneria e Informatica-Scienza dell’Università degli studi di Bologna, sede di Cesena. A sfidarsi per il podio sono state 20 squadre di scuola secondaria di II grado, 20 di scuola secondaria di I grado e 20 di scuola primaria. Tra le 20 scuole primarie di eccellenza in rappresentanza di tutte le regioni d’Italia, la squadra Logicmental del 2° Circolo Didattico di Orta Nova, ha fatto un’ottima figura, piazzandosi in classifica generale al quarto posto….realizzando il terzo miglior risultato, vista la parità tra le squadre che hanno ottenuto il 1°e il 2° posto. La squadra, allenata dalle insegnanti Sabrina Renna e Mariella D’Angelo, è composta dagli alunni delle classi 5^: Ester Zacheo, Francesco Pasquariello, Rebecca Borea e Rocco Alfarano.  L’Istituto ortese è alla settima partecipazione nelle Olimpiadi di Problem Solving e ha ottenuto l’accesso per ben tre volte alla finalissima. Il Dirigente Scolastico Prof. Giuseppe Russo: “Non nascondo la mia grande soddisfazione per questo risultato e per l’impegno profuso da docenti ed alunni nella realizzazione di progetti di qualità, che mirano all’innovazione didattica, senza dimenticare valori importanti quali la collaborazione e il senso di appartenenza alla comunità scolastica. Questo successo va a sommarsi con altre iniziative che hanno visto i nostri ragazzi protagonisti e vincitori di premi e riconoscimenti ufficiali”.

Comunicato stampa

Orta Nova, Workshop all’Olivetti con U Tub

Il preside Giuseppe Russo con i responsabili di U Tub

L’istituto Olivetti ha incontrato l’azienda di Gravina ‘U-Tub, Eat different’, specializzata nella realizzazione di pizze e pucce creative. Un workshop che rientra nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro e in cui a tenere una  relazione su come nasce, cresce e si sviluppa un’idea d’impresa è stato il titolare Angelo Lazazzera. Un mercato esteso all’Europa orientale e occidentale, 70 dipendenti e l’entusiasmo dell’azione  contro “il lamentarsi continuo tipico di una casta accusatoria che il pane non se lo guadagna”, ha detto l’imprenditore agli alunni della scuola. Sono stati proiettati alcuni video su come il processo di preparazione si svolge dopo una fase di degustazione dei prodotti. Lazazzera ha tessuto l’elogio dell’Italia: “Siamo eleganti, creativi, sappiamo vivere, da questo punto di vista è come fossimo ancora nel Rinascimento. Abbiamo un problema, i cervelli partono e non ritornano ma io dico che bisogna smettere di lamentarsi in un mercato globale in cui prima era possibile avere un mercato di riferimento vicino mentre ora  con la globalizzazione non è più possibile.  Uno degli imperativi economici è ‘o cresci o esci’, se ti fermi qualcuno ti supera”. Molto partecipato il dibattito. Gli alunni hanno chiesto lumi su come si conquista la fiducia in se stessi e nella possibilità di farcela, i docenti hanno posto domande su come le tasse o la criminalità possano in qualche modo bloccare lo sviluppo. La risposta è stata sempre la stessa, grintosa e propositiva: “Se una cosa la vuoi fare la strada la trovi, se non la vuoi fare una scusa la trovi sempre”, che è anche un motto che campeggia nel loro ufficio. Allargare gli orizzonti, pensare in grande, curare “tutta a filiera del prodotto finché non arriva al cliente finale al meglio della sua qualità”, questa la ricetta vincente che ha comunicato. Ma quanto costa oggi avviare un’impresa? “In questo periodo storico è più semplice anche grazie alla tecnologia, la crisi è una benedizione per i popoli, la crisi della testa e del cuore, quelli sì che sono ostacoli”. E poi di nuovo strali contro la “casta dei lamenti che campa succhiando l’entusiasmo della gente”. Ingresso nel mondo del lavoro e base di partenza: gli alunni si sono mostrati curiosi di sapere quanto contasse per lui “la raccomandazione”. Lapidaria la risposta: “E’ un alibi per gli asini, il merito è ricompensa per  se stessa”. Circa la base di studi su cui fondare il proprio futuro: “La scuola deve dare competenza tecniche ma soprattutto deve formare personalità in un mondo che cambia velocemente, serve la palestra di base che ti dà quella flessibilità per qualunque esigenza lavorativa”. Nella ricerca di “cosa fare da grandi” la Puglia è emersa come regione “privilegiata perché i suoi prodotti sono considerati di qualità, se ci diamo da fare possiamo avviare piccole imprese”.A portare il suo saluto alla scuola e all’imprenditore di Gravina anche l’assessore regionale al bilancio Raffaele Piemontese che ha ripreso il filo del discorso: “Oggi il lavoro è diverso rispetto a quello dei nostri genitori, bisogna essere creativi”. Ha fatto riferimento al progetto per giovani pugliesi Pin (Pugliesi innovativi) della Regione di supporto ad azioni imprenditoriali. Nel bando è previsto un contributo a fondo perduto fra i 10mila e i 30mila euro. “Un’idea se è vincente non basta pensarla, bisogna anche realizzarla”. Il dirigente scolastico Giuseppe Russo, presentando il workshop e l’imprenditore che già aveva sentito rivolgersi ai giovani in altra occasione, ha detto: “Sono rimasto folgorato dall’entusiasmo, dalla tenacia che esprime, dal fatto che si mette ogni giorno in discussione.  Volevo farvi ascoltare dalla sua voce come nasca un’idea di impresa e dare la possibilità a voi giovani, che siete la linfa vitale e potete dare una svolta al vostro futuro, di sentir parlare di merito, di quanto conti e di come dalla mediocrità non si esca. Oggi l’impresa arriva nella scuola, in genere siamo noi scuola ad andare nelle aziende”.

Ufficio Stampa
I.I.S. “A. Olivetti”

Orta Nova, gli studenti dell’Olivetti incontrano domani gli ideatori di U-Tub

La sede dell'I.I.S. “A. Olivetti”

La sede dell’I.I.S. “A. Olivetti”

Appuntamento con l’arte culinaria per gli studenti dell’Istituto Adriano Olivetti di Orta Nova, che domani presso il plesso di Via IV Novembre dell’istituto ortese, incontreranno i responsabili del progetto U-TUB Eat Different, piattaforma web dedicata ai prodotti tipici pugliesi, che unisce tradizione ed innovazione tecnologica. L’evento è organizzato nell’ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro “L’Azienda incontra la scuola”, che permette ai giovani dell’Adriano Olivetti di confrontarsi con il mondo del lavoro.

Orta Nova, il 2° Circolo Didattico si aggiudica un finanziamento per gli Atelier Creativi

Una delle attività del laboratorio

Una delle attività del laboratorio

Il 2° Circolo Didattico è stato finanziato come unico progetto tra tutte le scuole del primo ciclo del Comune di Orta Nova. Gli Atelier Creativi sono spazi per riportare al centro la didattica laboratoriale, come punto d’incontro essenziale tra sapere e saper fare, tra lo studente e il suo territorio di riferimento.  L’obiettivo è riportare a scuola il fascino dell’artigiano, del “maker” e dello sperimentatore, attraverso lo sviluppo negli alunni della consapevolezza che gli oggetti si possano progettare e creare. Si ampliano e si potenziano, alla luce dei progressi delle tecnologie digitali e del loro impatto su società ed economia, i laboratori che consentono la produzione di video, di apps e giochi, di arte e musica digitale. Nuovi scenari didattici, costruiti attorno alla robotica e all’elettronica educativa, alla logica e al pensiero computazionale,  artefatti manuali e digitali, serious play e storytelling troveranno la loro sede naturale in questi spazi in un’ottica di costruzione di apprendimenti trasversali. Tra le 3.400 proposte arrivate al Ministero solo un terzo delle scuole del I ciclo ha passato il vaglio della Commissione esaminatrice e potrà, in tal modo,  dotarsi di laboratori innovativi con stampanti e scanner 3D, kit per la robotica, per il making e il tinkering. Grazie al lavoro  portato avanti dalle insegnanti del 2° Circolo Didattico,  che da anni mettono in campo le metodologie didattiche più innovative ed efficaci, per  promuovere i saperi e l’acquisizione di competenze da parte dei bambini, finalmente la scuola  riesce ad ottenere il giusto riconoscimento anche a livello nazionale.

 

Orta Nova, il Liceo Scientifico dell’Olivetti vince le Olimpiadi Provinciali di Problem Solving

Gli alunni del Liceo Scientifico Olivetti alle prese con la prova

Gli alunni del Liceo Scientifico Olivetti alle prese con la prova

La classe è risultata prima classificata tra tutte le scuole superiori della provincia di Foggia. Il liceo scientifico dell’Istituto “ADRIANO OLIVETTI” di Orta Nova è risultato primo classificato nelle gare individuali delle Olimpiadi di “PROBLEM SOLVING” a livello provinciale. Si tratta di una competizione nazionale che consiste in esercizi di logica, ragionamento deduttivo e che coinvolge varie discipline: matematica, Informatica, Italiano e Inglese. Il prof. Pierpaolo Maio, insegnante di Informatica al Liceo Scientifico e referente di Istituto per le Olimpiadi, esprime soddisfazione: “Ho fermamente creduto  in questo progetto in sintonia con il Dirigente Scolastico prof. Giuseppe Russo, non a caso lo slogan dell’Istituto e la stella polare di questa nuova tornata di iscrizioni per l’a.s. 2017/2018 è: ‘se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio imparo’. Il Miur sta puntando molto sul problem solving che significa non fornire agli alunni solo nozioni ma aiutarli a risolvere i problemi della vita reale. Gli studenti hanno mostrato volontà e passione. Siamo classificati già per le regionali e aspiriamo alla gara nazionale che si terrà a Cesena”. Ecco i nomi degli studenti che hanno partecipato alla competizione: Raffaella Mitrione, Annarita Salierno, Michele Santoro, Leonardo Traisci, Melania Ferro, Giuseppe Faramondi, Antonella Fieramosca, William Izzi, Giulia Liscio, Fabiola Dembech, Giovanni Eliseo Nargiso, Mattia Cavallone.

Comunicato stampa

Orta Nova, domenica l’Open Day del 2° Circolo

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

La Direzione Didattica della Scuola Elementare e Scuola dell’Infanzia 2° Circolo di Orta Nova, ha organizzato per domenica prossima un Open Day per illustrare le attività dell’istituto, che resterà aperto dalle ore 10:00 alle ore 13:00, e dalle ore 17:00 alle 20:00. L’istituto ortese apre così le porte alle famiglie in vista delle iscrizioni per l’anno scolastico 2017-18.

Orta Nova, domani l’Open Day del 1° Circolo

La locandina dell'iniziativa

La locandina dell’iniziativa

In prossimità dell’apertura delle iscrizioni per l’Anno Scolastico 2017-18, la Direzione Didattica Statale 1° Circolo Vittorio Veneto di Orta Nova, ha organizzato per domenica prossima presso l’istituto, un Open Day per permettere alle famiglie di apprezzare l’istituto e le sue attività. L’istituto sarà aperto a partire dalle ore 16:00.

Orta Nova, il Primo Circolo aderisce all’#AleppoDay

Un momento dell'evento

Un momento dell’evento

La Direzione Didattica “V.Veneto” di Orta Nova ha aderito all’#AleppoDay, giornata in cui l’Unicef chiede a tutti i media di raccontare la situazione dei bambini siriani, ed ai cittadini, a pochi giorni dal Natale, di ritrovarsi nei luoghi pubblici con una coperta simbolica per dire basta guerra in Siria. Non vogliamo dimenticare che in un posto geograficamente non molto distante da noi, tanti bambini sono meno fortunati dei nostri e stanno vivendo il sesto rigoroso inverno senza ricevere in dono giocattoli e dolciumi. E abbiamo voluto essere vicini a questi bambini e alla loro la sofferenza con poesie e canzoni che parlano di pace, disarmo e anche con un attuale “mannequin challenge”: la nostra immobilità momentanea vuole sfidare “i grandi” che guardano e rimangono immobili senza decidersi a trovare una soluzione alla sofferenza di un’ umanità che si sta spegnendo, ed in alcune parti del mondo si è già spenta. E per salutarci e augurarci che queste festività natalizie portino “pace in terra agli uomini di buona volontà”, abbiamo raccontato la leggenda delle mille gru e fatto volare palloncini con i 7 colori dell’arcobaleno, simbolo del patto di pace che Dio ha fatto con gli uomini. Ai palloncini colorati erano legate 7 gru bianche che simbolicamente portano via la sofferenza, il male, la cattiveria umana.

Comunicato stampa

Orta Nova, i bambini del 1° Circolo questo pomeriggio in piazza per il Natale

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

Questo pomeriggio alle 16:30 in Piazza Pietro Nenni ad Orta Nova la Scuola Elementare I Circolo di Orta Nova con i suoi alunni sarà protagonista dell’evento “Anche quest’anno è già Natale”, musica, balli e giochi per salutare l’imminente arrivo delle festività natalizie. Appuntamento quindi nella piazza centrale del comune capofila dei Reali Siti per celebrare l’arrivo del Natale.


BLOG TV dei 5 Reali Siti

  • 3,770,619 visite
Banner-La-Sfinge
Spartans-banner
Banner-Marseglia
Banner Country2
Widget-Music-Art
Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic

Calendario

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Questo Blog è nato con l' intenzione di discutere ed analizzare i fatti che caratterizzano il territorio dei 5 Reali Siti. Ispirato ai principi dell'Art.21 della Costituzione, non è aggiornato periodicamente, pertanto non rappresenta un organo di stampa o un qualsiasi prodotto editoriale, nel pieno rispetto dell' art. 62 del 7/03/01. Il responsabile del Blog declina ogni responsabilità Civile e Penale in riferimento a commenti che offendano la dignità altrui.