“Amore, Guerra e Pace” bissa il successo. A breve la presentazione del nuovo CD made in Foggia


Ottima pure la seconda. “Amore, Guerra e Pace”, il concerto legato al Talent Voice del Concorso nazionale musicale “Umberto Giordano” di Foggia, per il secondo anno consecutivo ha registrato un grande successo, molto apprezzato dal pubblico e dagli stessi giovanissimi artisti che domenica sera hanno cantato dal vivo. Spostato solo due ore prima da Piazza Cesare Battisti al Teatro Giordano a causa delle incerte condizioni meteo, l’evento ha catalizzato l’attenzione dei foggiani che hanno potuto ascoltare live e in anteprima i brani che i vincitori del concorso canoro hanno inciso nel secondo CD prodotto nell’ambito della kermesse dall’associazione Suoni del Sud, organizzatrice del concorso, e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia. La compilation, che sarà presentata ufficialmente nelle prossime settimane, è stata registrata presso il Clab Studios Recording di Foggia curato dal sound engineer Angelo De Cosimo, ed è intitolata “Amore, Guerra e Pace – 2^ edizione”. Si compone di 14 cover di musica leggera italiana, coprendo l’arco temporale che va dagli anni Sessanta ad oggi, con alcuni dei pezzi più celebri di Renato Zero, Gianna Nannini, Lucio Dalla, Mia Martini, Mina, Pino Daniele e tanti altri. Ad interpretarli sono stati i giovani cantanti scelti a maggio scorso dalla giuria composta da Elio, Federico l’Olandese volante, Roberto Molinelli ed altri esperti del settore musicale.
Così, sul palco che li ha visti concorrere pochi mesi fa si sono esibiti: il Duo MikYami, Rebecca Bordo, Erica Burdi, Sofia D’Elia, Fabio Graziani, Edoardo Guarini, Ludovica Martino, Michele Mundo, Federica Neglia, Filomena Passidomo, Luigi Cosimo Quitadamo, Lucia Ruggieri e Antonella Tempesta. Con loro c’era anche Alexandra D’Arcangelo, la ragazzina gallese che aveva conquistato il Premio 10 e lode della critica.
La folta platea ha seguito con crescente coinvolgimento la serata presentata dal cantattore Cristian Levantaci, applaudendo le varie performance accompagnate dalla Band “Suoni del Sud” formata da Giuseppe Fabrizio al pianoforte, Sergio Picucci al basso, Pino Lentini al sax, Patrizio Campanile alla chitarra, Roberto Junior Spina alla batteria e Leonardo Marcantonio alle percussioni. “Siamo felicissimi della riuscita dell’evento – dichiara entusiasta Lorenzo Ciuffreda, direttore artistico del Concorso – sia per la partecipazione e il calore del pubblico (in fila davanti al teatro per più mezz’ora prima del concerto) sia per essere riusciti a creare un appuntamento di richiamo che arricchisce e qualifica il calendario del Foggia estate. Dai commenti che ci sono giunti sia dagli spettatori che dagli stessi partecipanti, siamo certi di aver regalato un’esperienza artistica straordinaria, che adesso tutti potranno rivivere ascoltando il disco con splendide canzoni e bravissimi interpreti”. Apprezzamento per l’impegno profuso dagli organizzatori del contest, giunto all’undicesima edizione, e che in totale quest’anno ha richiamato in città oltre 1.500 iscritti, era stato già ampiamente espresso da Elio e dagli altri professionisti, ma domenica è stato sottolineato pure dal sindaco Franco Landella, che ha indirizzato copiosi complimenti all’organizzazione curata da Ciuffreda, al quale ha riconosciuto l’eccezionale capacità di coinvolgere artisti di primo piano del panorama musicale italiano, proiettando Foggia anche fuori dall’ambito nazionale, e al presidente del Concorso, Gianni Cuciniello.
“All’amministrazione comunale, che ha creduto nel nostro progetto di creare in questo territorio un grande contest musicale dedicato ai fiorenti talenti italiani e pertanto ha deciso di collaborare fattivamente, va il nostro ringraziamento – dicono gli organizzatori – in particolare al primo cittadino, all’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani, sempre attenta e protessa alla valorizzazione delle numerose eccellenze locali, e al dirigente del settore Carlo Dicesare. E poi – conclude Cuciniello – un sentito grazie va alla città, che ha risposto in maniera straordinaria ad una manifestazione in continua crescita ed evoluzione, che mostra una Foggia ricca di arte e accogliente”.

Comunicato stampa

Annunci

“Mao, il Geometra Sognante”, musica ed amicizia nel ricordo di un rocker dal cuore tenero

Il largo Gesuitico è stato teatro, per una sera, di uno spettacolo unico nel suo genere. Beh sì, una commemorazione che è stata festa ed aggregazione, tutta in ricordo di “Mao il Geometra Sognante” Maurizio Ferrandina, nostro compianto amico che esattamente un anno fà ci ha lasciati, avrà osservato da lassù con quanta enfasi amici e parenti tutti, erano lì per ricordare la sua essenza. Ambra e Luca, suoi fratelli, perfetti padroni di casa di un evento che si spera abbia un seguito, visibilmente emozionati, hanno narrato di aneddoti e storie di un fratello speciale; un uomo Maurizio, dedito agli altri, che ha messo al centro della sua vita gli affetti e l’adorata musica, un “Rocker dal cuore tenero”. Il rock, quello che si suona forte, al centro dello spettacolo, un pubblico entusiasta ha partecipato attivamente ed in modo interessato all’evento, che merita un encomio per il lavoro e la dedizione con i quali è stato sapientemente preparato. Commozione non è certo mancata alla proiezione dei video raffiguranti momenti di vita di Maurizio. Un serata ricca di emozioni e ricordi, quelli che tanti di noi hanno condiviso con Maurizio; abbiamo riscoperto il valore dell’amicizia, in quei giorni in cui in un Orta Nova degli anni novanta quello che restava da fare ai giovani era accendersi una sigaretta accompagnata da una lunga chiacchierata, e il desiderio di condividere con i coetanei i propri sogni, in quei tempi in cui tutto ci sembrava ancora così maledettamente possibile. In un interscambio di emozioni, noi tutti presenti, avremmo voluto assorbire un po’ di quel dolore per alleviare le sofferenze della famiglia e, loro di rimando, farci conoscere un po meglio Maurizio e tutto l’affetto che provavano nei suoi confronti. Spesso rifugiarsi nel passato è di gran conforto, specialmente quando vogliamo che i nostri cari possano rivivere ancora nei nostri ricordi, sabato sera un po di questa magia è avvenuta e Orta Nova intera, così semplicemente, ha ricordato come fosse naturale farlo “Mao il Geometra Sognante”.

Vale

Torna Sanremo al Sud, sabato ad Orta Nova la finale

In occasione del Festival della Canzone Italiana 2020, l’associazione di promozione sociale “Non Solo Social” intende organizzare la quinta edizione di San Remo…al Sud, concorso canoro abbinato ad Area Sanremo e Sanremo Giovani. Gli interpreti della manifestazione saranno 8 giovani cantanti, con loro anche 4 ballerini che completeranno lo spettacolo, durante il quale verranno interpretati 9 brani di questi 69 anni del festival, scelti dal Direttore artistico Luigi Ferrazzano. L’inedita iniziativa si propone di dare una concreta possibilità di compenso a questi giovani. I concorrenti sono Roberta Stea, Nathalie Noemi, Lorena Fanelli, Maria Paola Rubino, Giorgia Ferrandino, Michele Balzano, Valentina Maione, Alessia Di Biase e saranno giudicati da una giuria tecnica presieduta da musicisti, produttori discografici e talent scout. La giuria è composta da Enrico “Kikko” Palmosi, autore e produttore discografico che ha collaborato, fra gli altri, con Laura Pausini, Giorgia e Emma Marrone; Matteo Tateo, autore e compositore, produttore discografico, talent scout, editore musicale e ingegnere del suono; Gianni Colonna, produttore, arrangiatore e musicista; Pasquale Stafano, musicista; Nicola Maffione, musicista di Fausto Leali, Salvatore di Pietro (musicista) e da una giuria composta da D.J. quali Walter Scaglione, Luca Caporale, Pino Balestrieri. La somma dei voti delle due giurie decreteranno i vincitori. La conduzione della serata sé affidata al comico Santino Caravella, coadiuvato da una presentatrice. I nove partecipanti saranno accompagnati dall’Orchestra di San Remo…al Sud composta da Maurizio Traisci (pianoforte e tastiere), Danilo Rubino (chitarra elettrica), Stefano Lamanna (basso elettrico), Matteo Traisci (batteria), Luigi Ariemme (tromba), Umberto Trecca (sax), Domenico Mastromauro (sax), Savio Petruzzelli (trombone). Ospiti della serata saranno lo stesso Santino Caravella e direttamente da Sanremo Young, il giovane talento ortese Halien. Durante la manifestazione è prevista la consegna del premio “Ambasciata del Tavoliere delle Puglie” dedicato alle cantine del nostro territorio. Inoltre sarà presentato il progetto regionale dal titolo “Tecnico della interpretazione vocale, prassi esecutiva e repertorio musicale solistico e d’insieme” che sarà realizzato presso il Centro di Formazione “Padre Pio ad Orta Nova. La manifestazione sarà trasmessa in diretta streaming sulla web – tv “La tua TV”.

Comunicato stampa

Un concerto ed un CD per i vincitori del Concorso Umberto Giordano di Foggia


Amore, Guerra e Pace”, il concerto abbinato al Concorso nazionale musicale “Umberto Giordano”, torna per il secondo anno ad arricchire il cartellone del Foggia Estate. I vincitori della sezione Talent Voice si esibiranno il 1° settembre alle 21 in Piazza Cesare Battisti. I 15 cantanti selezionati dalla prestigiosa giuria presieduta da Elio e composta dal noto dj e conduttore radiofonico Federico l’Olandese volante, dal compositore e direttore d’orchestra Roberto Molinelli ed altri esperti del settore musicale, proporranno cover di famosi brani italiani dagli anni Sessanta ad oggi. Grandi successi di Renato Zero, Gianna Nannini, Lucio Dalla, Mia Martini, Mina, Pino Daniele e tanti altri big della musica leggera saranno interpretati dai giovani vincitori del Concorso secondo il programma curato dal direttore artistico Lorenzo Ciuffreda. Sul palco allestito davanti al Teatro Giordano, proprio dove il 9 maggio scorso si è svolta la finale dell’undicesima edizione, ci saranno: Ludovica Martino, Edoardo Guarini, Rebecca Bordo, Luigi Cosimo Quitadamo, Sofia D’Elia, Michele Mundo, Duo MikYami, Filomena Passidomo, Lucia Ruggieri, Fabio Graziani, Federica Neglia, Antonella Tempesta ed Erica Burdi. Molti di loro giungeranno dalla provincie di Bari e di Foggia, uno da Santa Marinella (Roma) e un’altra ragazza da Caccamo (Palermo). Eseguiranno le cover contenute nel secondo cd prodotto dall’associazione Suoni del Sud, organizzatrice del contest, e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia. Il lavoro discografico si intitolerà ancora “Amore, Guerra e Pace (2ª edizione)”, come suggerito da Piero Pelù, presidente della giuria del 2018, ed è stato registrato presso il Clab Studios di Foggia. La compilation sarà presentata ufficialmente nelle prossime settimane. Le performance live di domenica saranno accompagnate dalla Band “Suoni del Sud” composta da Giuseppe Fabrizio al pianoforte, Sergio Picucci al basso, Pino Lentini al sax, Patrizio Campanile alla chitarra, Roberto Junior Spina alla batteria e Leonardo Marcantonio alle percussioni. La serata, che è ad ingresso libero, sarà condotta dal cantattore Cristian Levantaci e tra le sorprese prevede anche l’esibizione della vincitrice del Premio 10 e lode di quest’anno, Alexandra D’Arcangelo, che arriverà apposta dal Galles, per cantare un celebre pezzo di Modugno.Il concerto è un omaggio alla città di Foggia e ai vincitori del nostro contest – spiegano Lorenzo Ciuffreda e il presidente del Concorso, Gianni Cuciniello – che hanno così modo di far ascoltare il loro talento dal vivo a una folta platea, com’è stato lo scorso anno, quando la piazza era stracolma. Si ascolteranno alcuni dei brani più belli del repertorio della musica leggera italiana, che fanno parte del patrimonio e dei ricordi di tutti. L’intento è dare infatti un impulso importante alla valorizzazione della musica italiana insieme al lancio di giovani artisti che sognano un futuro in questo ambito. E per questo dobbiamo ringraziare vivamente l’Amministrazione comunale di Foggia, in primis il sindaco Franco Landella, l’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani e il dirigente Carlo Dicesare, che offre sostegno e supporto a un progetto ambizioso che sta dando grandi frutti e soddisfazioni”.

Comunicato stampa

Orta Nova ospita “Il Geometra Sognante”, storie di musica e amicizia nel ricordo di Maurizio Ferrandina

31 agosto, Orta Nova, prima serata. Il suggestivo largo ex Gesuitico ospiterà “Il Geometra Sognante, storie di musica e amicizia“. Si tratta di un evento a base di musica, chiacchierate, video ed audio per ricordare Maurizio Ferrandina, geometra e musicista, uomo amato da chiunque l’abbia conosciuto anche solo per un giorno. Maurizio è venuto a mancare il 1^ settembre scorso all’età di 41anni, dopo aver combattuto per anni contro una malattia autoimmune che ha rovinato il suo fegato. È andato via nel giorno in cui il trapianto avrebbe potuto cambiare la sua vita per sempre. Si è addormentato con il sogno di realizzare grandi cose, nel lavoro e nella musica, sua grande passione, ma qualcuno ha deciso che forse sarebbe stato più utile altrove. Sul palco si alterneranno otto band, tutte composte da amici di Maurizio, persone con cui ha suonato o semplicemente condiviso percorsi e racconti di avventure musicali. Si racconteranno le varie sfaccettature di una personalità tanto semplice quanto complessa e variopinta. L’obiettivo degli amici di Maurizio è quello di fondare un’associazione di promozione sociale, nel suo nome e nel suo ricordo, che operi nel sociale, che promuova la musica come strumento di elevazione dello spirito e che punti alla riaggregazione del tessuto sociale della nostra comunità. Sul palco saliranno musicisti e band come Andrea, Desaparecidos, Maiali Volanti, Harlem Blues Band, Fool Monkee, Kiss This, Mookie Blaylock, Original Travel, ma non mancheranno ospiti, sorprese, percorsi, protagonisti e testimoni di ciò che Maurizio ha rappresentato e rappresenta nel panorama artistico e sociale.

Comunicato stampa