I vincitori del Talent Voice e delle altre sezioni del Concorso musicale Giordano. Elio e Meyer: “Talenti sopra le aspettative e contest bene organizzato”

Cinque giornate intense di musica, esibizioni, super ospiti e tante emozioni. Si è chiusa venerdì sera, con la premiazione delle orchestre, l’undicesima edizione del Concorso nazionale musicale “Umberto Giordano”, kermesse che dal 6 al 10 maggio ha portato a Foggia centinaia di giovani talenti che si sono esibiti nel teatro dedicato al grande compositore.
La manifestazione è organizzata dall’associazione musicale “Suoni del Sud” in collaborazione con l’assessorato alla Cultura del Comune di Foggia, insieme al Teatro Pubblico Pugliese, alla Fondazione Apulia Felix e alla Fondazione Musicalia della Fondazione Monti uniti di Foggia. “Il bilancio di questa edizione è ottimo – commentano il direttore artistico del Concorso, Lorenzo Ciuffreda e il presidente Gianni Cuciniellostiamo continuando a crescere sia nei numeri (circa 1.500 iscritti quest’anno) che nella qualità, grazie alla preparazione e bravura dei concorrenti, ma, anche per la composizione delle varie giurie. Abbiamo avuto molti partecipanti pugliesi e giovani che sono arrivati da Lazio, Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia, Piemonte, Marche e Basilicata. E poi c’è stata la sorpresa della ragazzina arrivata dal Galles, la cui presenza ci ha particolarmente inorgoglito, come le pubbliche attestazioni di stima ricevute da Elio, presidente di giuria del Talent Voice, da Christian Meyer, che ha guidato invece la commissione ‘drums’, dal pianista Roberto Corlianò e dai direttori d’orchestra Francesco Lentini e Roberto Molinelli, musicista e compositore di fama internazionale, nonché da un esperto come Federico l’Olandese Volante, famoso dj, produttore e conduttore di Radionorba, che si è riproposto per la commissione del prossimo anno. Per tutto questo successo vanno ringraziati l’Amministrazione comunale, il sindaco di Foggia Franco Landella, l’assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani e il dirigente alla Cultura Carlo Dicesare, che fin da subito hanno sposato progetto e lo hanno ritenuto un’eccellenza”. Un ruolo importante lo ha svolto il Teatro “Umberto Giordano”, che ha ospitato solisti, gruppi, cori e orchestre. Il contributo del prestigioso contenitore culturale foggiano è stato evidenziato più volte anche da Elio e Christian Meyer. “Il luogo è importante – ha detto il grande batterista, ex componente del gruppo ‘Elio e le Storie tese’e il teatro ha una sacralità e un peso, perché anche ciò vediamo durante le esibizioni è importante. Queste manifestazioni devono svolgersi in posti in cui la musica è trattata con guanti di velluto e qui è stato così. Questo concorso è bene organizzato – ha proseguito – e tutto è fatto in maniera professionale come, per esempio, dal punto di vista dell’audio: ho ascoltato un bellissimo suono della batteria, a dimostrazione che il service è molto competente”. “Siamo soddisfatti e orgogliosi dell’ottima riuscita della manifestazione. La parola concorso per noi davvero significa che bisogna correre tutti insieme e pertanto squadra vincente, non si cambia”, ha aggiunto Ciuffreda, che ha girato le parole di elogio degli ospiti famosi a tutti i collaboratori, allo staff, ai service (audio e luce), a Clab Studios per le riprese e le dirette streaming su Facebook, e agli studenti del Liceo “Carolina Poerio” di Foggia, impegnati in teatro in un progetto di alternanza scuola-lavoro. “Abbiamo creato una grande famiglia – ha concluso Cucinielloe vogliamo proseguire in questo percorso. Abbiamo dimostrato che si può investire in cultura a Foggia, nella nostra città, che ha risposto benissimo accogliendo nelle proprie strutture ricettive, nei bar e nei ristoranti centinaia di persone tra artisti e accompagnatori, e questo ci onora immensamente. Tant’è vero che stiamo già prendendo contatti per la prossima edizione, ma non anticipo altro”. Non sono poi mancati i complimenti ai concorrenti e all’organizzazione, definita perfetta. “Secondo me, tra un talent televisivo e un concorso non c’è tanta distanza – ha spiegato Eliopoiché la tensione e l’impegno, sia da parte dei candidati che della giuria, sono gli stessi. In Italia mettere su un contest di questo tipo oggi è ormai una mission impossible, ma loro, Ciuffreda e Cuciniello, ci riescono e meritano i complimenti di tutti. I ragazzi che ho ascoltato sono molto bravi, il livello medio è stato più alto di quello che potessi immaginare”. “Ho trovato dei talenti qui – ha detto Meyertalenti coraggiosi perché impegnarsi in una performance di 3-4 minuti e convincere una giuria non è per niente facile. Io non lo saprei fare”.

NUMERI E VINCITORI DELLE CINQUE SEZIONI
Anche i numeri danno ragione a chi crede nell’iniziativa e nell’indotto che genera, poiché in 50 si sono esibiti nella sezione “batteria”, in 500 formavano i vari cori, mentre 360 erano i concorrenti delle sezioni “solisti” e “musica d’insieme”. Il resto era composto da membri di orchestre. Al Talent Voice, degli oltre 100 candidati, in finale sono arrivati in 56 esibendosi con cover o propri inediti obbligatoriamente in italiano, come prevede il regolamento. Poi Elio, l’Olandese Volante, Molinelli, il giornalista Loris Castriota Skanderbegh (veterano della giuria) e gli organizzatori del contest hanno decretato i quindici che nei prossimi mesi incideranno il secondo album del Concorso, co-prodotto da “Suoni del Sud” e dall’assessorato alla Cultura del capoluogo e registrato presso il Clab Studios di Foggia.
I vincitori, con molti ex aequo, sono stati proclamati la sera stessa nel corso della cerimonia di premiazione condotta dal giornalista Massimo Marsico, dopo l’esibizione di tre dei talenti che hanno partecipato all’ultima edizione di Sanremo Young: Laura Fantauzzo di Avezzano, Massimo Urbanelli (in arte Maxi Urban) di Ascoli Piceno, e Pietro Peloso (Halien) di Orta Nova, studente del Liceo musicale “Poerio” di Foggia, già vincitore della passata edizione del Concorso musicale Giordano.
Così, nella categoria “under” del Talent Voice sono risultati primo Edoardo Guarini, seconda Sofia D’Elia e terze Lucia Ruggieri e Filomena Passidomo. In quella “giovani”: prima Erica Burdi, seconda Rebecca Bordo e terzi Egidio De Spirito e Luigi Quitadamo, mentre nella “over” primi Fabio Graziani e Federica Neglia, secondi Ivan Fiorentino e il Duo MikYami composto da Michela Parisi e Ylenia Mangiacotti e terzi Michele Mundo, Antonella Tempesta e Fabio Stango.
Il Premio della Critica è stato assegnato a Ludovica Martino, quello “10 e Lode” istituito dall’avvocato Fabio Verile è andato alla dodicenne gallese, Alexandra D’Arcangelo, e sono stati consegnati dal sindaco Landella e dall’assessore Giuliani. Mentre Leonardo Addati, con le “Le teste di ozzak”, ha ricevuto direttamente dalle mani della cantautrice Fanya Di Croce il Premio “Promuovi la tua Musica”, che dà diritto di partecipare gratuitamente ad una delle tappe del tour italiano dell’omonimo contest.
Tra i numerosi batteristi vincitori, Alessandro Ranaldo si è aggiudicato il Premio “Clementino Santangelo”, consegnato dal figlio del grande percussionista foggiano, Antonio, insieme alla moglie Maria Vittoria.
Nella sezione “musica d’insieme”, invece, si sono imposti gli allievi dell’istituto comprensivo Dante-Galiani di San Giovanni Rotondo, del “Foscolo-Gabelli” di Foggia, della scuola media “Sandro Pertini” di Orta Nova, dell’accademia Lab Art Events di Trinitapoli e della Mad-Music School di San Marco in Lamis.
Nella sezione “cori”, tra le scuole dell’infanzia hanno vinto gli alunni de “La corte dei birichini” e del 2° Circolo didattico di Orta Nova, della “San Giovanni Bosco” di Manfredonia, della Kindergarden di Foggia e del V Circolo didattico “Don Giuseppe Puglisi” di Cerignola. La scuola “San Giovanni Bosco” di Foggia è la vincitrice della categoria per le scuole primarie, mentre i cori vincitori delle scuole medie sono quelli della “Sandro Pertini” di Orta Nova e quello della “San Michele” di Foggia.
Tra le orchestre, vincitrici sono risultate quelle del Liceo musicale “Carolina Poerio” e dell’Istituto “Foscolo-Gabelli” di Foggia, del “Don Milani” di Manfredonia, del “Bregante” di Monopoli, della scuola “Pertini” di Orta Nova.

Comunicato stampa

Annunci

Concluso il talent voice del Concorso Musicale Nazionale Umberto Giordano, Elio ne certifica il successo

A conclusione di un percorso, ieri sera si è tenuta l’lattesa finale dell’undicesima edizione del Concorso nazionale musicale Umberto Giordano, più precisamente la finale della sezione talent voice,una delle cinque categorie in gara. Nella cornice suggestiva del Teatro Umberto Giordano, che appunto dà il nome al concorso, lunedì 6 maggio si è dato inizio ad una kermesse di risonanza ormai internazionale, visti i molteplici ospiti e la partecipazione di una ragazza proveniente nientemeno che dal Galles, per concludersi venerdì 10 maggio con le esibizioni della categoria “orchestra”. Il concorso quest’anno ha chiuso le iscrizioni con circa 1400 partecipanti,giunti alle preselezioni in 1 02, solo 58 di loro sono arrivati in finale. Ha preceduto la serata la conferenza stampa con presenti i giudici, i ragazzi partecipanti del talent voice, le cariche istituzionali, nella persona del sindaco Franco Landella e l’assessore alla cultura del comune di Foggia Anna Paola Giuliani, il direttore artistico prof. Lorenzo Ciuffreda e il presidente del concorso
Gianni Cuciniello, stimato compositore. Durante la conferenza stampa si è ribadito l’importanza della musica nel panorama culturale e incitato i ragazzi a non arrendersi alle prime difficoltà, ma proseguire e studiare per raggiungere obbiettivi sempre più ambiziosi, il sindaco Landella ha incoraggiato i ragazzi, asserendo che, comunque, tutti coloro arrivati a quel punto della gara fossero vincitori e ai giovani partecipanti ha riferito di non permettere che mai nessuno, in alcun modo potesse portargli via i propri sogni. Ha presentato, nella serata di premiazione, Massimo Marsico, mentre la giuria è stata presieduta da un ospite d’eccezione Elio, musicista apprezzato in tutto il panorama musicale, accompagnato anche dal dj e produttore, direttamente da Radio Norba Federico l’Olandese Volante, Roberto Molinelli, musicista e compositore, Loris Castriota noto giornalista ed altri esperti nel settore musicale. Durante la serata si sono esibiti dal vivo e con una grande passione tre artisti di Sanremo young, Laura Fantauzzo, Massimo Urbanelli e l’orgoglio ortese Pietro Peloso. Tra i partecipanti anche tre concorrenti ortesi che hanno partecipato a questo importante concorso, Annalaura Marseglia, già vincitrice per tre anni consecutivi, la piccola Giorgia Dipasquale e Savina Faramondi. La serata ci porta verso il momento dei premi speciali, quale quello della critica come migliore interpretazione vinto da Ludovica Martino, premio “10 e lode” assegnato ad Alexandra D’arcangelo ed il premio “promuovi la tua musica”, che darà la possibilità di partecipare all’omonimo contest ideato dalla cantautrice Fanya Di Croce, presente all’evento, andato a Leonardo Ardati. I vincitori di questi tre premi avranno la possibilità di incidere una canzone che farà parte del secondo cd ufficiale del concorso, che fà seguito al primo cd inciso alla fine del percorso dell’anno scorso, “Amore, guerra e pace” registrato interamente nel Club Studios di Foggia. Si è arrivati al culmine della suspanse con la proclamazione dei vincitori divisi in categorie, under, giovani e over , 1 5 in tutto i vincitori. Sotto la supervisione del direttore artistico Lorenzo Ciuffreda la serata è volta al termine con il massimo dell’entusiasmo da parte degli ospiti tutti, intervenuti al concorso, organizzato dall’Associazione musicale “Suoni del sud” in collaborazione con il Comune di Foggia, assessorato alla cultura. Non ci resta che aspettare con ansia la prossima edizione del concorso e augurare a tutti i partecipanti un futuro roseo e pieno di soddisfazioni. Per me la musica è l’anticamera dei sogni e quindi questi ragazzi avranno sognato immensamente.

Vale

Concorso Giordano, in arrivo tre guest da Sanremo Young, domani Christian Meyer, il 9 Elio

Il Concorso nazionale musicale “Umberto Giordano” è partito ieri mattina e sono già oltre quattrocento i candidati delle sezioni “Solisti” e “Musica d’insieme” esaminati nell’Auditorium Santa Chiara di Foggia dalle commissioni composte da esperti e musicisti, tra cui il pianista Roberto Corlianò e i direttori d’orchestra Francesco Lentini e Roberto Molinelli. Nel pomeriggio di oggi saranno più di cinquecento i componenti dei cori delle scuole primarie e secondarie che si esibiranno invece sul palco del Teatro Giordano. Mercoledì 8 maggio sarà la volta dei batteristi, una cinquantina, che attenderanno il verdetto della giuria presieduta da Christian Meyer, batterista del gruppo “Elio e le Storie Tese”, considerato tra i migliori in assoluto in Italia. Il giorno successivo, 9 maggio, si svolgerà l’attesa finale del Talent Voice, con i cinquantotto candidati che canteranno davanti ad Elio, presidente di giuria, al dj Federico l’Olandese Volante, popolare conduttore di Radionorba, a Roberto Molinelli (presidente per tre anni di seguito della giuria di Sanremo-Lab), al giornalista Loris Castriota Skanderbegh e altri esperti del settore musicale. La sera stessa, alle 19.30, si svolgerà la cerimonia di premiazione che sarà presentata da Massimo Marsico, noto giornalista e conduttore televisivo. Sul palco, oltre a tutta la giuria e agli organizzatori, il direttore artistico Lorenzo Ciuffreda e il presidente del Concorso, Gianni Cuciniello, ci saranno anche tre special guest, giovanissimi talenti che hanno partecipato all’ultima edizione di Sanremo Young: Laura Fantauzzo, 17 anni di Avezzano, in provincia dell’Aquila, Massimo Urbanelli in arte Maxi Urban, stessa età ma di Ascoli Piceno, e Pietro Peloso in arte Halien, 18 anni di Orta Nova, in provincia di Foggia, già vincitore della passata edizione del Talent Voice. Il trio si esibirà dal vivo in una performance a sorpresa con brani di Lucio Battisti, Ninna Zilli e un inedito di Peloso. Quindi saranno proclamati, alla presenza del sindaco di Foggia, Franco Landella, dell’assessore alla Cultura, Anna Paola Giuliani, e del presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Giuseppe D’Urso, i nomi dei vincitori di quest’anno. In palio ci sono il Premio della Critica, il Premio “10 e lode” alla migliore interpretazione, istituito dall’avvocato Fabio Verile, e il Premio “Promuovi la tua musica”, che darà a uno dei concorrenti la possibilità di partecipare gratuitamente ad una delle tappe del tour nazionale dell’omonimo contest ideato dalla cantautrice Fanya Di Croce, che sarà presente giovedì 9 maggio e consegnerà personalmente la targa al più meritevole. Tutti i vincitori, infine, incideranno un brano in italiano che farà parte del secondo CD ufficiale del Concorso musicale Giordano. La cerimonia di premiazione della sezione “drums” avrà luogo il giorno 8 maggio, mentre il 10 maggio si conosceranno i nomi dei vincitori di tutte le altre sezioni. Il Concorso nazionale musicale “Umberto Giordano” è organizzato dall’Associazione musicale “Suoni del Sud” in collaborazione con il Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura, il Teatro Pubblico Pugliese, la Fondazione Apulia Felix e la Fondazione Musicalia della Fondazione Monti uniti di Foggia.

Comunicato stampa

Torna il premio Ladogana, riconoscimento per il Maestro Peppe Vessicchio e per le eccellenze musicali ortesi

Dopo il successo della prima edizione, anche quest’anno Agricola Ladogana presenta il Premio dedicato alla memoria dell’imprenditore Saverio Ladogana, prematuramente scomparso nel giugno 2017. Il Premio si terrà nella serata del prossimo 13 giugno presso la Sala Conferenze ubicata presso la nuova sede della Cantina; sita in località Passo d’Orta, sulla S.S. 16 al Km 699+500. Presidente di Giuria per il secondo anno consecutivo, il Capo Redattore della Gazzetta del Mezzogiorno di Capitanata, dott. Filippo Santigliano. A ricevere la fascia di Ambasciatore del Gusto e della Solidarietà dei Cinque Reali Siti, sarà il noto Direttore d’Orchestra Rai, Beppe Vessicchio, ospite d’eccezione della manifestazione. Il simpaticissimo personaggio televisivo presenterà nell’occasione, il suo libro: “La musica fa crescere i pomodori”; saggio pop autobiografico, nato dalle conversazioni con il Giornalista Angelo Carotenuto. Nel corso dell’evento, condotto dal Giornalista Massimo Beccia, verranno premiati i musicisti: Francesco Ariemme, Lorenzo Ciuffreda, Gianni Iorio e l’Associazione Culturale “Music Art”. Sarà dunque la musica il filo conduttore di questa seconda edizione del Premio, senza tuttavia dimenticare la grande solidarietà; nel ricordo di Luigi Battaglini, fondatore dell’Unione Amici di Lourdes. Da segnalare inoltre il percorso fotografico, (preludio al concorso di fotografia che si concluderà con la premiazione nella 3° Edizione del Premio Ladogana), realizzato dal Foto Cine Club di Foggia; storica associazione che dal 1969 contribuisce alla divulgazione della fotografia nel territorio non solo di Capitanata, ma dell’intera Regione Puglia. Entusiasta il Presidente di Agricola Ladogana, Vittorio Feola: “Un Premio che indubbiamente sta crescendo e ben si candida, a rappresentare il comprensorio dei Cinque Reali Siti a livello nazionale. Saverio Ladogana è stato in vita uomo e mecenate, sempre attento ai bisogni della sua gente e del suo territorio. Ci piace per l’occasione ricordare questo impegno, in particolare con la concessione di una borsa di studio allo studente foggiano Donato Notarangelo; per la frequenza al Corso Onav di I° Livello, finalizzato al conseguimento della “Patente di Assaggiatore di Vino”. Si ringraziano in particolare i Volontari della Misericordia di Ortanova, per la preziosa collaborazione offerta per la buona riuscita dell’evento.

Comunicato stampa

Parte il 6 maggio il Concorso musicale Giordano. I nomi dei finalisti del Talent Voice

Gianni Cuciniello e Lorenzo Ciuffreda

Tutto pronto per l’avvio ufficiale dell’undicesimo Concorso nazionale musicale “Umberto Giordano”, prestigioso contest che si svolgerà a Foggia dal 6 al 10 maggio. Grande è l’attesa per gli ospiti celebri che faranno parte delle varie sezioni in cui si articola la manifestazione ed in particolare per l’arrivo di Elio, presidente di giuria del Talent Voice, e di Christian Meyer, batterista del gruppo Elio e le Storie tese, che presiederà la commissione “drums”. Intanto si sono concluse le preselezioni del Talent Voice, la categoria dedicata al canto moderno. Saranno cinquantotto, e non trenta come previsto, i finalisti che il prossimo 9 maggio si esibiranno dal vivo davanti ad Elio nella fase finale. Erano oltre cento i candidati, giunti da varie regioni d’Italia e anche dal Galles, che si sono presentati all’Auditorium Santa Chiara di Foggia il 16 e 17 aprile e che hanno cantato davanti alla commissione esaminatrice composta dal crooner foggiano Ottavio De Stefano, da Loredana D’Anghera e Stefano De Martino, fondatori del Premio Lunezia, e dagli organizzatori del contest: il direttore artistico, Lorenzo Ciuffreda, e il presidente del Concorso, Gianni Cuciniello. “Il livello qualitativo delle performance e il grado di preparazione dei giovani candidati di quest’anno sono risultati talmente elevati che la commissione tutta, in accordo con la direzione artistica, ha deciso di permettere a quasi il doppio del concorrenti di accedere alla finale. In particolare, è stata premiata la qualità di alcuni dei tanti inediti presentati (ne sono arrivati più di quelli che ci aspettavamo) e sono stati valorizzati i cantanti più motivati e bravi”, spiegano gli organizzatori. Questi i nomi dei finalisti: Leonardo Addatti, Rebecca Bordo, Natalia Bua, Giorgia Bucci, Erica Burdi, Morena Caliandro, Serena Carella, Laura Cefola, Denise Pia Civitavecchia, Ilaria Cravero, Raffaele d’Alfonso del Sordo, Maria Francesca D’Ambrosio, Alexandra D’Arcangelo, Denise De Giglio, Egidio De Spirito, Marco De Vita, Sofia D’Elia, Laura Dimitri, Giorgia Dipasquale, Ciro Famiglietti, Savina Faramondi, Benedetta Farano, Ivan Fiorentino, Fabio Graziani, Edoardo Guarini, Veronica Leone, Giuseppe Lorusso, Sara Marini, Annalaura Marseglia, Ludovica Martino, Francesca Claudia Massari, Simone Mencucci, Luigina Mennuti, Esmeralda Mongiello, Michele Mundo, Simone Mastragostino e Silvia Logiudice (Duo Musikè), Claudia Napolitano, Federica Neglia, Rosangela Onorato, Michela Parisi e Ylenia Mangiacotti (Duo Mikyami), Filomena Passidomo, Cassandra Piazza, Luigi Cosimo Quitadamo, Michele Radicci, Luca Raguseo, Elisabetta Rossi, Lucia Ruggieri, Damiano Ruggiero, Adriano Sannicandro, Alessia Sapone, Michele Sgamarella, Luca Simone, Francesca Soliveri, Valentina Sorsi, Ivana Spaccavento, Fabio Stango, Antonella Tempesta, Viviana Tummolo. Adesso toccherà alla giuria composta, come detto, da Elio e da altri illustri addetti ai lavori: il noto dj e produttore Federico l’Olandese Volante, conduttore di Radionorba e membro della Giuria di Qualità di Sanremo 2016, il celebre musicista e compositore Roberto Molinelli (presidente per tre anni di seguito della giuria di Sanremo-Lab), il giornalista Loris Castriota Skanderbegh e altri esperti del settore musicale, stabilire chi saranno i vincitori. I loro nomi saranno annunciati al termine della selezione che si svolgerà dalle 9 del mattino alle 19 al Teatro Giordano nella giornata del 9 maggio. Coloro che saranno ritenuti i migliori potranno ambire a uno dei riconoscimenti in palio quest’anno: il Premio della Critica, il Premio “10 e lode” alla migliore interpretazione, istituito dall’avvocato Fabio Verile, e il Premio “Promuovi la tua musica”, che darà a uno dei concorrenti la possibilità di partecipare gratuitamente ad una delle tappe del tour nazionale dell’omonimo contest ideato dalla cantautrice Fanya Di Croce, che consegnerà personalmente la targa al più meritevole. Tutti i vincitori, infine, incideranno un brano in italiano scelto dalla direzione artistica che farà parte del secondo cd ufficiale del Concorso. Ma il Talent Voice è solo una delle cinque sezioni in cui si articola il Concorso musicale Giordano che quest’anno ha superato le 1.400 iscrizioni. Oltre alla categoria “drums”, la sezione Solisti comprende anche altri strumenti quali pianoforte, chitarra, strumenti ad arco, strumenti a fiato, strumenti a percussione, arpa, fisarmonica, canto lirico e chitarra elettrica. Tra i riconoscimenti, è previsto il “Premio Giuseppe Caputo” alla migliore interpretazione strumentale, mentre per la batteria e le percussioni ai migliori classificati verrà consegnato il “Premio G. Clementino Santangelo” con due borse di studio di 200 euro ciascuna. Poi ci sono le altre sezioni: Musica d’insieme (gruppi strumentali da 2 a 15 elementi), Orchestra (ensemble con minimo 20 elementi a organico differenziato) e Coro (minimo 15 elementi per gruppi corali costituiti in qualsiasi ordine). Tra gli altri ospiti importanti ci saranno anche il pianista Roberto Corlianò e il direttore d’orchestra Francesco Lentini, che saranno nella commissione di musica classica. Diverso il calendario delle cerimonie di premiazione in programma l’8 maggio per la sezione “drums”,  il 9 per il Talent Voice, il 10 maggio per tutte le altre, sempre al Teatro Giordano. Il Concorso è organizzato dall’Associazione musicale “Suoni del Sud” in collaborazione con il Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura, il Teatro Pubblico Pugliese, la Fondazione Apulia Felix e la Fondazione Musicalia della Fondazione Monti uniti di Foggia.

Comunicato stampa

Stornarella, il KMSclero entra nel circuito ARCI, nel weekend live con Spacca il Silenzio e Harlem Blues Band

Si inaugura il 19 e 20 Aprile 2019, con una due giorni di concerti live, l’ingresso del KmSclero nel circuito dei circoli Arci. Si comincia il 19 Aprile con l’esibizione della Band Spacca il Silenzio! per poi chiudere col concerto della Harlem Blues Band. Il Circolo Arci si trova in Via F.lli Bandiera N 5 a Stornarella (FG) ed è frutto del lavoro e dell’impegno di un gruppo di persone, giovani e meno giovani, che hanno deciso di creare un luogo che sia uno spazio dedicato all’aggregazione e alla condivisione. In questo modo l’APS “LA Bottega Creattiva” intende dare seguito alle attività di promozione sociale proposte durante l’anno 2018. In programma, un calendario di eventi ricco e variegato, che andrà dalla musica alla cultura, ad iniziative di impegno sociale. come: il corso di tango, i vernisagge di arte (che daranno modo agli artisti locali di avere uno spazio espositivo per l’esposizione delle proprie opere), la presentazione di libri, il cineforum, l’organizzazione di convegni e dibattiti tematici (con un occhio di riguardo alle problematiche sociali), la collaborazione con le scuole per la condivisione di attività legate alla divulgazione della cultura, la promozione dei prodotti locali nel settore enogastronomico con la musica come elemento trainante. Da quest’anno, infatti, la struttura è in grado di mettere a disposizione dei propri soci una backline completa, in maniera da stimolare la spontanea aggregazione tra i musicisti o tra coloro che amano semplicemente ascoltare musica. La scelta di entrare nel circuito Arci rappresenta l’ennesima dimostrazione della volontà di fare rete, di interagire, di aprirsi a nuove collaborazioni o proposte con la finalità di sfruttare al massimo le enormi potenzialità della struttura.

Comunicato stampa