Orta Nova, l’amministrazione Tarantino sulla Crisi Sia: “Proviamo a salvare i nostri dipendenti e le comunità”

Il sindaco Tarantino con gli altri sindaci dei Reali Siti

Questo è il senso di una estenuante e lunga trattativa tenutasi oggi (ieri n.d.r.) pomeriggio in Prefettura, a Foggia. I Sindaci tutti hanno deciso che ancora una volta si proverà a difendere questa Società, i suoi lavoratori, le singole comunità e la proprietà degli impianti, che a tanti fanno gola! Si è deciso di non lasciare intentato l’ultima possibilità che abbiamo per provare a risolvere questa grave e spinosa emergenza ambientale e occupazionale! Si sottoscriveranno i nuovi contratti, si chiederà un concordato in continuità che permetterà alla società e ai comuni di poter esser messi in salvaguardia dagli attacchi dei creditori con i pignoramenti, si procederà ad un piano per ristrutturare il debito e a recuperare le somme attraverso piani di rientro da parte dei Comuni debitori. Ci riprenderemo l’Aia e la titolarità degli impianti! Insomma ci giocheremo il tutto per tutto per salvare i nostri dipendenti e ridare dignità alle nostre comunita’. Andremo avanti, con la supervisione di sua eccellenza il Prefetto, e, proveremo a portare a casa la vittoria più grande, la salvezza di Sia!

Comunicato stampa

Annunci
Politica

Forza Italia: “Orta Nova ridotta ad una discarica, Tarantino ricordi di essere vice presidente del Consorzio”

Dopo le promesse di ripristino da parte del Sindaco Tarantino relativamente alla gestione dei rifiuti solidi urbani, a conclusione della festa patronale in onore del Santo Patrono Antonio, lo stesso sindaco ci ha lasciati in una vera e propria discarica a cielo aperto in piazza Pietro Nenni e nel resto del centro abitato. Ci sono giunte numerose segnalazioni da parte dei cittadini, che oltre a denunciare il rischio igienico sanitario per le vie del paese, questa volta hanno fatto rilevare lo stato di indecenza in cui versa corso Umberto I e Piazza P. Nenni a seguito delle manifestazioni conclusesi nella serata di ieri. “E’ davvero preoccupante – afferma il Vice Commissario cittadino di Forza Italia Nicola Di Stasioche esponenti di questa maggioranza continuino a rassicurare i cittadini del ritorno alla normalità relativamente alla questione rifiuti. La verità è che i cittadini, dopo essere stati salassati dalle cartelle T.A.R.I. al vetriolo, oggi sono costretti a subire la mala gestione dei rifiuti solidi urbani, non solo causata dalla crisi aziendale S.I.A., ma attribuibile anche alla carenza di provvedimenti del Sindaco di Orta Nova, quale responsabile della salute e dell’igiene pubblica e garante dei diritti civili ed economici della nostra comunità. C’è da ricordare che Tarantino ha lui stesso ricoperto la carica prestigiosa di vice Presidente della S.I.A. durante la gestione del Sindaco Metta di Cerignola, con il quale, oltre a scambiarsi responsabilità in merito al collasso gestionale, ha deliberato, in seno al C.D.A. della S.I.A. tutti gli atti propedeutici a determinare la catastrofica situazione in cui attualmente versa quello che un tempo è stato il fiore all’occhiello in materia ambientale, durante la gestione del Sindaco Antonio Giannatempo”. La sezione di Forza Italia Orta Nova si augura per il bene di tutti i cittadini che almeno durante l’ultimo anno di mandato, Tarantino ed i suoi si impegnino a risolvere le questioni prettamente amministrative, invece di dare priorità a festicciole, sfilate con fascia tricolore e video sui social network che non rispecchiano la reale situazione dei fatti.

Comunicato stampa

Politica

Crisi SIA, Metta spiazza tutti e presenta un piano per l’istanza di concordato in continuità

Ho espresso sempre la convinzione che la SIA, Società in house del Consorzio, abbia, ancora oggi, la possibilità di continuare ad esistere se sostenuta dalla coesione e dallo spirito di sacrificio di ogni Comune appartenente allo stesso Consorzio. Anche il Collegio Sindacale di SIA, in più occasioni, e da ultimo nella relazione al Bilancio societario chiuso al 31 dicembre 2017, ha dichiarato che “… la società può continuare la sua attività solo attraverso il rientro dei crediti, la sottoscrizione dei contratti di servizio con corrispettivi adeguati ai costi reali, un piano di ristrutturazione del debito e del costo del personale…”. Sono convinto che la SIA debba continuare a esistere e per questo motivo occorre che il Consorzio, i nove Comuni del Consorzio, i nove Sig. Sindaci dei Comuni del Consorzio, condividano e consentano l’attuazione dei seguenti punti:
1. Immediata sottoscrizione dei contratti di servizio tra Sia e i Comuni del Consorzio con corrispettivi adeguati al reale costo del servizio per un importo di 14 milioni di euro;
2. Esercizio dei poteri sostitutivi da parte del Commissario ad acta dell’AGER per la firma dei contratti in surroga dei Comuni inadempienti;
3. Pagamento della polizza AIA;
4. Immediata presentazione di istanza di concordato in continuità con effetti derivanti dall’art.182-sexsies, legge fallimentare “Dalla data del deposito della domanda per l’ammissione al concordatopreventivo, anche a norma dell’articolo 161, sesto comma, della domanda per l’omologazione dell’accordo di ristrutturazione di cui all’articolo 182-bis ovvero della proposta di accordo a norma del sesto comma dello stesso articolo e sino all’omologazione non si applicano gli articoli 2446, commi secondo e terzo, 2447, 2482-bis, commi quarto, quinto e sesto, e 2482-ter del codice civile. Per lo stesso periodo non opera la causa di scioglimento della società per riduzione o perdita del capitale sociale di cui agli articoli 2484, n. 4, e 2545-duodecies del codice civile. Resta ferma, per il periodo anteriore al deposito delle domande e della proposta di cui al primo comma, l’applicazione dell’articolo 2486 del codice civile”.
5. Piano di ristrutturazione del debito;
6. Piano di riorganizzazione aziendale da definire con il concorso e l’adesione dei rappresentanti sindacali, con l’obiettivo di pervenire ad una consistente riduzione dei costi di gestione dell’azienda.
7. Sottoscrizione di un piano di rientro della debitoria con i Comuni del Consorzio, con delibera di Giunta, con immediato accredito di una somma da definire con l’Amministratore Unico della Società.
8. Impegno indefettibile da parte dei Comuni di garantire entro i primi cinque giorni di ciascun mese, l’accredito delle somme mensilmente dovute a SIA, per consentire alla Società di onorare puntualmente l’impegno a remunerare il personale e i fornitori.
9. Gestione diretta di SIA degli impianti in virtù della concessione in essere da parte del Consorzio. La gestione dell’impianto di biostabilizzazione consentirà alla Società i maggiori ricavi necessari all’equilibrio economico della gestione societaria.
10. Riconoscimento alla società pubblica ASECO degli investimenti effettuati per il completamento dell’impianto TMB, e definizione del rimborso pluriennale attraverso l’impiantistica relativa al compostaggio ed al VI Lotto di discarica.
Dichiaro, come già fatto in precedenza, che per fronteggiare ed evitare la messa in liquidazione della SIA, il Sindaco di Cerignola garantisce la disponibilità dell’Ente che rappresenta, a rispettare il programma suindicato, pur di consentire la continuità aziendale. Con questo programma la SIA, come già sostenuto, può essere salvata e può essere garantito il mantenimento della proprietà degli impianti e la partecipazione alla gestione.
Distinti saluti

Da Palazzo di Città
Il Sindaco
avv. Francesco Metta

Politica

Stornarella, firmato il “Patto per la sicurezza” con la Prefettura: altre telecamere in diverse aree sensibili del paese

Il Sindaco di Stornarella Massimo Colia ed il prefetto Massimo Mariani, questa mattina hanno firmato il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” che prevede l’installazione, all’interno del territorio comunale, di sistemi di videosorveglianza. L’accordo costituisce un passaggio importante perchè permetterà successivamente la possibilità di richiedere allo Stato il finanziamento di specifici progetti per l’attuazione concreta del “Patto”. “Il Comune – afferma Coliaintende rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto alle forme di illegalità nel territorio, in particolare nelle aree del centro abitato dove, per la presenza di edifici scolastici, attività commerciali e luoghi di aggregazione, si concentra la presenza di un numero elevato di persone, aumentando così la possibilità di controllare lo spaccio di sostanze stupefacenti, i fenomeni di occupazione abusiva di suolo pubblico, di abusivismo commerciale e di atti vandalici. Con il patto siglato oggi, il Comune e la Prefettura di Foggia, nel rispetto delle reciproche competenze, potranno adottare strategie congiunte volte migliorare la sicurezza dei cittadini e a contrastare ogni forma di illegalità, grazie anche all’impiego delle forze dell’ordine per far fronte a esigenze straordinarie del territorio”.

Comunicato stampa

Politica

Orta Nova, Annese: “Il comune si occupi del rimborso sulla quota variabile TARI”

Il Sindaco del Comune di Milano in merito alla questione della quota variabile della TARI 2014/2016 applicata due volte sulle pertinenze, ai sensi dell’articolo 7, comma 8, della legge 5 giugno 2003, n. 131, con nota del 17 aprile 2018, ha rivolto un parere alla Corte dei Conti della Regione Lombardia, sui seguenti quesiti:
a) se sia possibile procedere al rimborso d’ufficio della quota variabile, calcolata separatamente sulle autorimesse, pur in presenza di regolamenti comunali efficaci e prescrittivi;
b) se sia possibile, anche in caso di rimborso su istanza di parte, attingere a risorse della fiscalità generale per far fronte alla restituzione della quota variabile calcolata separatamente sulle autorimesse».
Ebbene, in data 9 maggio 2018, la Corte dei Conti sezione di controllo per la Regione Lombardia si è espressa in modo favorevole ed in questo modo. “la Corte dei conti, Sezione regionale di controllo per la Regione Lombardia:
– dichiara inammissibile il primo quesito formulato nella richiesta di parere di cui in narrazione;
– con riferimento al secondo quesito, afferma che «il rimborso della quota variabile della TARI non dovuta e di competenza di esercizi finanziari precedenti, può trovare copertura in entrate ascrivibili alla fiscalità generale». Ebbene, la risposta è chiara ed inequivocabile. Il contribuente deve inoltrare istanza per il rimborso della quota variabile applicata due volte sulle pertinenze per gli anni che è stata applicata, a partire dal 2014, ( Box, Garage, autorimesse domestiche, ecc) ed il Comune deve attivare la procedura per il rimborso trovando copertura in entrata presente nella fiscalità generale dell’Ente. A questo punto, di fronte a questa significativa e liberatoria Sentenza o Deliberazione, non resta che dire: “Ora, Dino Tarantino, Sindaco del Comune di Orta Nova, devi solo dare ordini al Ragioniere del Comune per far procedere al rimborso delle somme dovute ai cittadini che ne hanno fatto richiesta, i quali aspettano dal mese di dicembre 2017”. Inoltre, il Consigliere Lorenzo Annese, avvisa gli altri cittadini Ortesi nonché quei contribuenti che non hanno fatto richiesta di rimborso, che se vogliono, possono fare domanda essendo che il tempo non è ancora scaduto. Ebbene, come si evince da tutto ciò, il consigliere Lorenzo Annese, è sempre al servizio dei cittadini Ortesi per il rispetto dei loro sacrosanti diritti!

Comunicato stampa

Politica

Orta Nova, Paglialonga: “Soddisfatto per aver trovato accordi con le associazioni per il futuro della Villa e del Campo Fanelli”

Ieri è stata una giornata molto proficua per la nostra Orta Nova, infatti ho avuto modo di concertare scelte importanti per il suo futuro insieme a coloro i quali ne rappresentano la linfa vitale, le Associazioni. Nel primo incontro si sono poste le fondamenta della Convenzione con la GADIT e l’ANC, le quali infinitamente ringrazio compresa la Polizia Municipale con il suo Comandante Vincenzo Manzo, in riferimento al servizio di guardiania della Villa comunale “Federico II”, accordo che ha permesso la riapertura della nostra bellissima area verde. Nel secondo si è definito, insieme alle Associazioni sportive, il piano di interventi strutturali prioritari che insisteranno sul Campo sportivo comunale “M. Fanelli” nel più breve tempo possibile, in particolare il ripristino del sistema di irrigazione e del campo di allenamento, attività propedeutiche al rifacimento del manto erboso del campo principale, oltre alla già presentata richiesta di finanziamento per il credito sportivo di 100.000 euro che riguarderà la struttura e gli spalti. Sono fermamente convinto che le decisioni concertate siano le migliori da assumere per il bene della “cosa pubblica”, in quanto rappresentano la sintesi delle istanze di coloro i quali vengono definiti “portatori di interessi collettivi”. Ieri, insomma, sono stato ancora una volta fiero di prestare il mio servizio per la mia Città, Orta Nova.

Comunicato stampa

Politica

Orta Nova, riapre la Villa Comunale, raggiunto un accordo con GADIT E Associazione Nazionale Carabinieri

Si avvisa la cittadinanza che a partire da domani, 13 giugno 2018 fino al prossimo 30 settembre, la Villa comunale “Federico II” sarà aperta tutti i giorni, dalle 18:00 alle 24:00 e anche la Domenica mattina dalle 10:00 alle 12:00. Vogliamo ringraziare tutti coloro i quali hanno lavorato incessantemente affinché la più bella e grande area verde nella Provincia di Foggia fosse riaperta in occasione della festività del nostro Santo Patrono, Antonio di Padova. In particolare l’UTC, il Comandante e l’intero corpo della Polizia Municipale nonché le Associazioni GADIT e ANC, che garantiranno con massimo spirito di servizio la guardiania della stessa. Un infinito grazie a nome della Città di Orta Nova va soprattutto a loro! P.S. Solo giorno 14 giugno p.v. la Villa resterà chiusa per ragioni di sicurezza, come da ordinanza, per garantire il concerto di Noemi che si terrà in Via Stornara alle ore 21:30.

Comunicato stampa

Politica