Orta Nova, domenica una Messa per celebrare la Giornata del Ringraziamento per la Terra, l’Ambiente ed il Creato

L’altare della Chiesa Madre

Domenica prossima alle 18:30, presso la Chiesa Madre di Orta Nova, sarà celebrata una SS Messa in occasione della Giornata del Ringraziamento per la Terra, l’ambiente ed il Creato. L’evento è promosso dalla Parrocchia BVM Addolorata, dal Comune di Orta Nova, dalla Pro Loco, dalla Coldiretti e dall’Associazione Nazionale Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra.

Il 26 Ottobre a Roma il Convegno-Incontro “Amici di San Rocco”

L’incontro Europeo degli Amici di San Rocco rappresenta, oltre che un momento di preghiera, anche l’occasione di ricordare quanto sia attuale nell’era contemporanea la testimonianza e l’esempio di un giovane viandante, San Rocco, che attraverso la via romea ha raggiunto la pace interiore. La semplicità, l’umiltà, l’incontro con l’altro, le diversità e le differenze diventano per i fedeli, ma non solo, nella quotidianità aspetti insopprimibili per costruire la “Civiltà dell’Amore”; rientrano così «negli stili di vita per incarnare ancora oggi la Parola del Vangelo, ancora viva e luce per illuminare le coscienze ottenebrate da logiche perverse». Parole, queste, dette dal fondatore Costantino De Bellis, Giuda del sodalizio , che venti anni fa fondo l’ Associazione Europea in onore di del Santo , e che con la sua testimonianza di vita consacrata a Dio , anima ed è una guida insostituibile per i gruppi, per le associazioni, radicate in tutta Italia e in Europa. L’Associazione Europea Amici di San Rocco ha risvegliato la vera devozione verso il Santo, ma soprattutto vuole promuovere quegli impegni di vita cristiana, indicata dalla Santa Chiesa, dagli insegnamenti del Sommo Pontefice e dei Vescovi delle Chiese locali, per una autentica testimonianza di fede vissuta nella speranza e per una concreta risposta d’amore verso il Padre e verso i fratelli. Fulcro e culmine del cammino spirituale dell’Associazione sono i due appuntamenti annuali del convegno Europeo e dell’incontro di preghiera “Un giorno con San Rocco” in cui si riflette sulla figura del Santo alla luce del Vangelo di Cristo». E quest’anno l’incontro del 26 ottobre nella storica sede della chiesa di San Rocco di Roma si carica di un significato forte il ventesimo anno di vita dell’associazione Europea Amici di San Rocco. A celebrare la Santa Messa sarà S. E. Rev.ma moms . Gianfranco Girotti regente emerito della Penitenziaria Apostolica. Ad accogliere i pellegrini oltre al fondatore dell’associazione ci sarà il nuovo rettore della chiesa di san Rocco Don Odoardo Valentini e Monsignor Filippo Tucci. Come ogni anno si invita una comunità d’Italia che venera San Rocco a portare a Roma l’immagine del santo che poi andrà in processione per le vie del centro storico. Quest’anno è toccato alla comunità di Arlena di Castro VT di portare a Roma la pregevole statua del santo ….questo gesto vuole rievocare il pellegrinaggio che San Rocco nella sua giovane vita compi da Montpellier a Roma. Il Sindaco di Cellino Attanasio Te dove nella frazione di Scorrano il sottopone San Rocco adempira l’emozionante rito dell’omaggio floreale al santo pellegrino. Il pellegrinaggio non si conclude con il raggiungimento della metà , ma diventa , una tappa per ricaricarsi e riprendere con nuovo vigore e nuove energie spirituali il dinamismo della quotidianità nelle famiglie, sul posto di lavoro , nella società e nelle nostra stessa ASSOCIAZIONE EUROPEA AMICI DI DI SAN ROCCO. È strumento di evangelizzazione e di impegno nella carità evangelica. Ce lo insegna san Rocco con la sua vita affascinante e straordinaria di pellegrino perfetto .
Ciò che contraddistingue il suo pellegrinaggio è l’umiltà carità che semina a piene mani lungo il suo passaggio in città, pa si è villaggi lasciando dietro di se solo l’amore di Dio. AMICI cari che vi accingerete a compiere in compagnia di San Rocco questo nuovo pellegrinaggio e giungerete a Roma , il 26 ottobre con fede e sacrifici , il Signore ci dice che la santità è alla portata di chiunque basta solo essere in sintonia con Dio amore .
Da qui l’invito forte ad amici, devoti, comunità che venerano San Rocco: «Vi invitiamo a far festa con noi, a condividere il nostro cammino di spiritualità ed amicizia. Incontriamoci ! Ogni incontro segna una crescita, un nuovo impegno. La nostra festa, il nostro stare insieme è segno di ciò a cui noi tutti aspiriamo: l’incontro con Gesù Cristo la festa è la gioia con Dio, San Rocco ci accompagna e ci invita a partecipare a questa meravigliosa festa». Alla manifestazione oltre ai gruppi , confraternite , comunità parrocchiali e comitati feste san Rocco ci saranno i Parroci e i sindaci con le insegne e la fascia tricolore dei comuni.
Amici cari , con avvincente entusiasmo . INVITO A CONDIVIDERE CON NOI L’INCONTRO EUROPEO IN ONORE DI SAN ROCCO
Chiesa San Rocco Roma 26 OTTOBRE 2019 .

http://www.amicidisanrocco.it
3386627422

Comunicato stampa

Strage Orta Nova, il Vescovo Mons. Luigi Renna: “Prego per le quattro vittime, vicino alla città che soffre”

Carissimi fratelli e sorelle di Orta Nova,

metto il mio cuore accanto al vostro in questa ora tragica che ha scosso tutta la comunità cittadina. L’atto che ha messo fine alla vita di tre donne, che si sono spente nel sonno, e quella di un uomo che ha commesso un gesto inconsulto sui tre familiari e su sé stesso, è umanamente inspiegabile. Prego per tutti e quattro, affidando in modo particolare alla Misericordia di Dio chi ha perpetrato questo delitto; prego per i familiari, che si sono visti strappare affetti così cari e li invito a non perdere il senso della fede e l’unità familiare; prego per tutti gli ortesi e tutte le persone che vivono momenti critici, perché sappiano chiedere aiuto e non si chiudano mai in una solitudine che è distruttiva di sé e degli altri. Il Signore Gesù, fonte di speranza, ci aiuti a ritrovare il senso della vita e a non arrenderci davanti a tutto ciò che può sembrarci un peso insopportabile.

Il vostro vescovo Luigi

Concorso nazionale di pittura sacra “Un dipinto per san Rocco” il 15 Settembre a Santa Croce del Sannio

Amici carissimi e devoti di san Rocco ,
La Bibbia e il Vangelo sono le fonti dove hanno attinto , come un alfabeto colorato, gli artisti di tutti i tempi .
Sono stati gli artisti gli interpreti più noti e più “letti ” quando vi era l’analfabetismo e il popolo di Dio poteva contemplare e pregare guardando gli episodi Biblici ed Evangelici. Per molti secoli, questa è stata la prima fonte di ispirazione artistica . Oggi, la nostra è un’epoca difficile, in cui sembra perduto il senso del sacro. Nel medioevo, l’arte era il riflesso di tutta l’esistenza dei cristiani e dei loro pensieri abituali. Ogni forma autentica di arte è, a suo modo , una via di accesso alla realtà più profonda dell’uomo e del mondo e la Chiesa continua a nutrire grande apprezzamento per il valore dell’arte. Centrale allora è la funzione del linguaggio nelle sue varie modalità e forme espressive concrete, considerato non solo come insieme di segni e di tecniche, ma visto nella sua valenza simbolica, capace di aprire all’esperienza del sacro, spunto per illuminare attraverso l’immagine di Gesù, Maria e i Santi, quella dimensione di trascendente in cui l’uomo ricerca e trova il senso della propria vita. Ecco perché l’associazione ed io , come fondatore del sodalizio, abbiamo voluto questo concorso di arte sacra , dove il protagonista principale è il campione di Dio, il Pellegrino di Montpellier san Rocco. Uno dei santi più ritratti e conosciuti, grazie all’arte del popolo cristiano e di artisti come il Tintoretto, Jacques- Luis David, Annibale Carracci, Parmigianino, Giovanni Battista Gaulli detto Baciccia, Mattia Preti. A questi grandi ed indimenticabili artisti, oggi si associano con molta modestia e credo con molto talento, artisti di un’epoca nuova , giovani e meno giovani, che hanno accolto con gioia ed entusiasmo il messaggio e l’invito che con molto rispetto e schiettezza ho loro rivolto nel voler omaggiare il Santo della carità .
Lo hanno fatto con le loro tecniche , ma la cosa più bella ed interessante direi è stata che ognuno di loro si è voluto documentare studiando la sua vita , la vita di un giovane viandante che nelle strade d’Italia ha incontrato la sofferenza e nella sofferenza il senso cristiano dell’amore e dunque l’incontro con il Cristo crocifisso e piagato. Questo concorso vuol essere un modo per riscoprire la bellezza dell’arte e vuole festeggiare e rendere più belli i nostri venti anni di cammino come Associazione Europea Amici di San Rocco , che segue e guarda a San Rocco come un esempio da imitare, un pellegrino da seguire , un amico da non perdere. E non poteva esserci posto più bello e suggestivo della comunità di Santa Croce del Sannio (BN), dove da 8 anni vive ed opera un gruppo degli amici di san Rocco. I dipinti saranno esposti nella suggestiva cornice del convento francescano di Sant’ Antonio per un intera settimana perché tutti i devoti di San Rocco e gli appassionati di arte potessero ammirarli. Il giorno 15 settembre vi sarà la premiazione, con una giornata intera di festa, di preghiera e fraternità con la presenza anche dell’ Arcivescovo di Benevento S.E. Mons. Felice Acrocca che per tutti noi celebrerà la Santa Messa e ci guiderà nella meditazione e per noi spezzerà il Pane della vita. Carissimi, vi è qualcosa di sacro nell’arte e anche quando l’artista non è consapevole , sta compiendo una liturgia del mistico . Ringrazio il parroco don Domenico Curcio per la sua disponibilità ed amicizia. Il sindaco di Santa Croce del Sannio e presidente della provincia di Benevento. Il gruppo locale Amici di san Rocco e tutte le persone di buona volontà che in ogni modo renderanno possibile questo evento. Con l’affetto di sempre invito tutti a partecipare all’evento. Parteciperanno artisti di SEZZE LT , GAVIGNANO RM , FOGGIA , VIBO VALENTIA , RAVENNA, TROFARELLO TO , PALO DEL COLLE BA , GALLARATE VA , POTENZA, VIBO VALENTIA , GROTTE AG. Le comunità e i gruppi amici di San Rocco portino a i loro stendardi e divise . I Signori sindaci o delegati fascia e stendardo del comune.

Il Fondatore dell’associazione Europea Amici di San Rocco Constantino De Bellis

Stornara, oggi la Processione di San Rocco, entra nel vivo la Festa Patronale

Oggi entra nel vivo la Festa Patronale in onore della B.V.M. della Stella e San Rocco a Stornara. Ore 19 Solenne Pontificale presieduto da Mons. Luigi Renna Vescovo di Cerignola – Ascoli Satriano; a seguire solenne processione per le vie cittadine dei santi patroni la B.V.M. della Stella e San Rocco, come da tradizione secolare prenderà posto sul carro processionale anche San Francesco da Paola (venerato in tutto il territorio dei 5 reali siti). Alla messa e alla processione prenderanno parte i gruppi religiosi, la Confraternita, Il Vescovo con il clero, il Comitato Festa Patronale, le Autorità civili e militari, la banda e il popolo di Dio. Questa è il momento cruciale della festa religiosa che permette all’intera cittadina di abbracciare i suoi Santi Patroni. La processione si snoderà nelle seguenti vie: Via Sold. Di Corato (sede chiesa provvisoria), Via Partenope, Via Cavour, Via Sold. All. Vittorio, Via Tenente V.Maggiore, Via A. Carracci, Via Mazzini, C.so Vittorio Emanuele, Via Roma, Via Umberto I, Via Cairoli, Via E. Fieramosca, Via Partenope, Via Sold. Di Corato (sede chiesa provvisoria). In serata in Piazza Matteotti alle 22 Concerto lirico sinfonico del Gran Concerto “Città di Gravina “, a cura del Comitato Festa Patronale.

Comunicato stampa

Stornara, al via la Festa Patronale dedicata a San Rocco

Tutto pronto a Stornara per la Festa Patronale che come di consuetudine si terrà nei giorni 15, 16 e 17 agosto; per tradizione secolare la festa viene vissuta dagli stornaresi residenti, dagli emigrati e dalle comunità limitrofe; divenendo così un momento di affermazione della propria identità territoriale, storica e di fede. Il giorno 15 solennità dell’Assunta, celebrazioni in onore della Madonna, venerata con il titolo di Stella; Sante Messe ore 8.30 e 20.00. Il 16 solennità di San Rocco, alle 8.00 Santa Messa del pellegrino (dopo l’arrivo della compagnia di pellegrini da Orta Nova) con distribuzione del pane benedetto. Alle 19 Solenne Pontificale presieduto da Mons. Luigi Renna, Vescovo di Cerignola – Ascoli Satriano a cui seguirà la processione per le vie cittadine. In serata alle 22 in Piazza Matteotti andrà in scena il Concerto di musica lirico sinfonica dello Storico Gran Concerto “Città di Gravina”. Il 17 a conclusione dei festeggiamenti si terrà alle 21 nell’Area Mercatale il concerto di Federica Carta. Tutto il programma della festa è a cura del Comitato Festa Patronale e della Parrocchia San Rocco di Stornara. La festività dei Santi Patroni è un’occasione, come sottolineato dal parroco Mons. Antonio Mottola, per vivere quanto ci propone Papa Francesco nell’Esortazione Apostolica “Christus vivit”, additandoci il giovanissimo venerabile CARLO ACUTIS, come esempio e modello di vita: “Egli sapeva molto bene che questi meccanismi della comunicazione, della della pubblicazione, delle reti sociali possono essere utilizzati per farci diventare soggetti addormentati, dipendenti dal consumo dalle novità che possiamo comprare, ossessionati dal tempo libero, chiusi nella negatività. Lui però ha saputo usare le nuove tecniche di comunicazione per trasmettere il Vangelo, per comunicare valori e bellezza”(n.105); e più avanti afferma che “Non è caduto (Carlo) nella trappola. Vedeva che molti giovani, pur essendo diversi, in realtà finiscono per essere uguali agli altri, correndo dietro a ciò che i potenti impongono loro attraverso i meccanismi del consumo e dello stordimento. In tal modo, non lasciano sbocciare i doni che il Signore ha dato loro, non offrono a questo modo quelle capacità così personali e uniche che Dio ha seminato in ognuno. Così, diceva Carlo, succede che <tutti nascono come originali, ma molti muoiono come fotocopie>. Non lasciare che ti succeda questo. (n.106)

Comunicato stampa