I volontari della Misericordia di Orta Nova a Lourdes per opere di volontariato

La Misericordia di Orta Nova, per il nono anno consecutivo, sta prendendo parte al pellegrinaggio diocesano organizzato dall’Unitalsi. Antonio Lasalvia, Rocco Volpe, Patrizia Berardi e Naomi Cordisco sono i quattro volontari ortesi che, accompagnati dal padre correttore Don Luciano Avagliano, nella giornata del 17 luglio sono partiti da Orta Nova alla volta di Lourdes, aggregandosi al Treno Bianco. Sono centinaia i volontari che con loro hanno raggiunto il santuario di Bernadette e qui resteranno fino al 23 luglio per svolgere attività di volontariato al fianco degli ammalati. I volontari ortesi, in modo particolare, si occuperanno della movimentazione degli ammalati e della distribuzione degli alimenti, applicandosi in attività che caratterizzano l’operato quotidiano dell’associazione ortese nel territorio di riferimento. Durante la prima giornata i volontari hanno ricevuto la benedizione del Vescovo Monsignor Luigi Renna che li accompagnerà nel corso di tutta questa intensa esperienza. “Anche quest’anno – spiega il Governatore, Giuseppe Lopopoloabbiamo deciso di prendere parte al pellegrinaggio perché incarna alla perfezione lo spirito e i tratti distintivi della nostra confraternita. Tutti gli anni i ragazzi che si sono recati presso il Santuario hanno riscoperto il piacere di svolgere attività di volontariato e hanno rinfocolato il loro sentimento religioso. Per fare ciò, anche quest’anno, abbiamo deciso di lasciarci ispirare oltre che dalla madonna di Lourdes, anche dalla figura di Luigi Battaglini, nostro concittadino fondatore dell’Unione Amici di Lourdes, un uomo che nonostante la malattia ha fatto del bene a tante persone”. La Misericordia di Orta Nova prenderà parte anche alle funzioni religiose che si tengono quotidianamente all’interno del Santuario mariano. In una di queste occasioni i quattro confratelli ortesi indosseranno la veste storica della “buffa” per esprimere lo spirito di servizio e l’amore per il prossimo.

Comunicato stampa

Annunci
Sociale

Emergenza Caldo, la Misericordia di Orta Nova in campo per aiutare gli anziani

Con l’arrivo della stagione più calda, la Misericordia di Orta Nova mette in campo tutte le proprie risorse per essere al fianco delle persone che più soffrono le alte temperature. Infatti, dal 1° luglio fino al 1° settembre la confraternita ortese propone una task force per fronteggiare l’emergenza caldo, un modo per aiutare gli ultrasessantacinquenni a difendersi dalla morsa delle temperature torride. A tale scopo sono attivi due numeri di linea diretta (0885 783017 centralino, 3296066012 cellulare e whatsapp) tramite i quali poter richiedere l’intervento dei volontari. Questi, previa disponibilità di mezzi e personale, raggiungeranno gli anziani direttamente nelle loro abitazioni per un’assistenza domiciliare dedicata a svariate necessità. Al centralino è possibile richiedere una semplice assistenza telefonica tramite la quale ottenere consigli utili su come affrontare il caldo, oppure l’intervento dei volontari per la spesa e i farmaci a domicilio, trasporti sociali con i mezzi di Misericordia, orientamento tra i servizi sociali e le farmacie di turno o altro tipo di richieste. “E’ un modo per esprimere la nostra vicinanza ad una fascia generazionale che soffre il dramma della solitudine, soprattutto nei mesi estivi quando figli e parenti si dirigono verso le località turistiche e balneari” – spiega il Governatore, Peppino Lopopolo. “Per il servizio che andremo a svolgere in questi due mesi mi sento di ringraziare i volontari che si sono messi a disposizione anche durante le vacanze, dimostrando attaccamento alla causa di Misericordia”. Nello stesso periodo, presso la sede di Via Puglie, durante tutto il periodo dell’emergenza caldo, saranno organizzate delle iniziative ricreative volte ad intrattenere tutti coloro che richiederanno l’assistenza. Si parte mercoledì 10 luglio con un torneo di giochi da tavolo, a cui seguirà, la settimana dopo, un pomeriggio di degustazione dei gelati. Mercoledì 25 luglio i volontari accompagneranno gli anziani in villa comunale per una passeggiata all’aperto. Ad agosto sono previste attività come la visione di film e una serata karaoke, prima della festa di fine estate che si svolgerà l’ultimo mercoledì di agosto. Per prendere parte a queste attività è necessario prenotarsi. “Da un lato ci occupiamo delle fasce più adulte della popolazione, dall’altro lato abbiamo confermato il nostro impegno nel consueto campo scuola dedicato ai ragazzi dai 10 ai 13 anni” – conclude Lopopolo. “L’estate è un momento che serve per svagarsi ma anche per iniziare a progettare in maniera seria e consapevole il ritorno all’ordinarietà e alle consuetudini”.

Comunicato Stampa Misericordia Orta Nova

Sociale

Inaugurata la sede di Stornara Sanitas, Calamita: “Grazie per l’aiuto che offrirete alla comunità”

Un saluto ed un ringraziamento agli amici dell’Associazione Stornara Sanitas innanzitutto al suo fondatore e presidente Giovanni Carsillo che insieme a Francesco Mastasi Aufiero Francesco e Giuseppina Campagna in questi anni hanno costruito una grande famiglia. Ma il mio saluto e ringraziamento va anche a tutti i volontari dell’Associazione Stornara Sanitas, la vostra opera per la nostra comunità è un dono prezioso … voi avete un compito molto importante, rappresentate la speranza per le persone che hanno bisogno di aiuto. Il vostro servizio per la collettività è una grande risorsa per il nostro paese e per il nostro territorio; voglio ringraziarvi fin d’ora per tutto quello che farete per questa comunità. In un periodo come questo, caratterizzato dai tanti tagli ai nostri piccoli comuni, riuscire a dare ulteriori servizi ai cittadini, che spesso vengono privati anche dei servizi essenziali, è un risultato molto importante. Oggi l’apertura di questa nuova sede dell’Associazione Stornara Sanitas a presidio di questo comune che ospiterà le prestazioni mediche specialistiche di urologia, ginecologia, ortopedia, nefrologia, geriatria, psicologia e cardiologia rappresenta un traguardo significativo per la nostra comunità anche nell’ottica della struttura RSSA in via di realizzazione. Concludo facendo i miei auguri per un buon lavoro a tutti i volontari della dell’Associazione Stornara Sanitas.

Il sindaco di Stornara Rocco Calamita

Sociale

Orta Nova, la Misericordia e i bambini della Scuola Elementare II Circolo ripuliscono Piazza Martiri delle Foibe

“Ciò che un bambino non riceve, raramente può dare in seguito”. Con questa convinzione di fondo i volontari della Misericordia di Orta Nova, nella giornata odierna, hanno riqualificato Piazza Martiri delle Foibe alla presenza delle scolaresche e delle associazioni locali. Le tute gialloblu hanno ripulito dai rifiuti le aree verdi di questa piazza di periferia che è stata inaugurata di recente, ma già è in una situazione di degrado. Riqualificare questa piazza e riconsegnarla alla collettività è stato l’obiettivo della prima giornata di “Io non mi rifiuto”, l’iniziativa ecologica che proporrà altri tre appuntamenti (ogni ultimo venerdì del mese) in altrettante zone di Orta Nova che necessitano di essere ripulite. A questo primo appuntamento è stato invitato ad intervenire il presidente dell’associazione ambientalista “Capitanata Rifiuti Zero”, Francesco Caravella, il quale ha tenuto una vera e propria lezione sugli accorgimenti utili per differenziare correttamente le varie categorie merceologiche di rifiuto. “Nonostante i ripetuti inviti e i convegni che abbiamo organizzato in questi anni – spiega Francesco Caravella – c’è ancora molto da fare sul tema della sensibilizzazione alle buone pratiche di riciclaggio dei rifiuti, sia nei confronti delle imprese che dei cittadini. In questo contesto, è molto utile parlare ai giovani e far capire loro che questa terra gli appartiene e noi adulti l’abbiamo solo in prestito da loro. In un momento così difficile per il Consorzio Fg/4 è necessario da subito mettere le basi per un futuro che speriamo possa essere migliore del presente”. Congiuntamente all’ospite di questa giornata, hanno dato il loro contributo fattivo alle operazioni anche le Guardie Ambientali d’Italia – Sezione di Orta Nova, l’Associazione Nazionale Carabinieri – Orta Nova e la Pro Loco di Orta Nova. Ma i protagonisti indiscussi di tutta la giornata ecologica sono stati i bambini delle classi del Secondo Circolo Didattico di Orta Nova, accompagnati dalle loro insegnanti. I ragazzi si sono presentati con guantini e tutine come dei veri e propri operatori ecologici. Dopo essersi divisi in gruppi hanno seguito i volontari durante le operazioni di pulizia delle aiuole, rimanendo comunque a debita distanza dai rifiuti. I volontari hanno sistemato una tenda sotto la quale i bambini si sono riparati dal sole cocente e hanno gustato del succo d’arancia fresco e dei pop corn fatti in loco dai volontari. Dopo essersi rifocillati, gli scolari sono tornati tra i cespugli per piantare dei fiori all’interno delle fioriere che erano state lasciate vuote. Queste piante resteranno il simbolo dell’impegno dei bambini che hanno letteralmente adottato un’area della città. I canti e i balli proposti dalle classi hanno rallegrato e rianimato la piazza, che in questo modo è stata sottratta al degrado e all’incuria. “Ringraziamo sentitamente le insegnanti della Scuola Elementare II Circolo di Orta Nova che hanno sposato la nostra iniziativa e ci supporteranno anche nei prossimi appuntamenti, anche nei mei estivi quando la scuola sarà chiusa” – spiega il Governatore di Misericordia, Giuseppe Lopopolo. “E’ importante far capire ai cittadini di domani che un mondo diverso è possibile, partendo dai piccoli gesti della quotidianità, nella speranza che la buona volontà dei piccoli faccia riflettere anche i grandi che spesso non sanno dare l’esempio. In un periodo di preoccupazione generale per il tema dell’ambiente, in particolare nel nostro territorio, noi volontari non vogliamo puntare il dito contro nessuno, anzi vogliamo agire in prima persona dimostrando che il cambiamento deve partire dal basso. Per queste ragioni così importanti ci auspichiamo una sempre maggiore partecipazione alle prossime iniziative di questo genere che proporremo nei prossimi mesi”. Al termine della manifestazione tutti i volontari hanno urlato al cielo “Io non mi rifiuto”, dando vita ad un vero e proprio flash mob, le cui immagini saranno pubblicate prossimamente sui canali ufficiali della Misericordia. La prossima data sarà quella del 29 giugno, il cui programma nel dettaglio sarà ufficializzato a breve. Prima di lasciare la piazza e riconsegnarla alla cittadinanza, i volontari hanno piantato un cartello in una fioriera, ad indicare un passaggio di consegne e di responsabilità, dai giovani ecologisti di questa giornata, ai cittadini di Orta Nova che dovranno prendersi cura della piazza nella quotidianità di tutti i giorni.

Comunicato Stampa Misericordia Orta Nova

Sociale

Stornarella, giovedì corso gratuito sulle manovre di rianimazione organizzato dalle Mamme Social

Giovedì 24 MAGGIO ORE 9.00 Impara le manovre di rianimazione! #rivoltoatutti #gratuitamente #apsmammesocial
Puoi salvare una vita con il massaggio cardiaco, l’arresto cardiaco è la prima causa di morte improvvisa al mondo. Solo in Italia, ogni anno, l’arresto cardiaco colpisce 50.000 persone. E di queste, pochissime sopravvivono. E’ il più subdolo dei killer, perché sceglie le sue vittime a caso. Anziani, giovani, sedentari o sportivi, non fa differenza. L’unico tratto che li accomuna è il vuoto che lasciano negli occhi di chi non potrà abbracciarli mai più. Cinque minuti per salvare una vita Entro cinque minuti dall’arresto cardiaco, però, non tutto è perduto. La prima cosa è chiamare il 118, ma in 5 minuti potrebbe non farcela. Bisogna quindi iniziare immediatamente la rianimazione sul posto, senza esitare un secondo. Con il massaggio cardiaco, puoi mantenere attiva la circolazione del sangue, così che arrivi ossigeno al cervello, e non inizi l’inevitabile processo di morte. Chi può imparare le tecniche di rianimazione ? BLSD, Basic Life Support & Defibrillation, supporto alle funzioni vitali e defibrillazione, questo il significato. Si tratta di una serie di manovre e tecniche per salvare la vita non solo a chi è colpito da arresto cardiaco, ma anche a chi sta soffocando per un boccone o un oggetto rimasto bloccato in gola, che gli impedisce di respirare. Il massaggio cardiaco, l’utilizzo di un defibrillatore e le manovre di disostruzione, possono essere apprese da chiunque, seguendo un corso di primo soccorso della durata di qualche ora, in unica seduta. Accettare la morte di una persona cara è difficile, ma scoprire che bastava conoscere la tecnica, per salvargli la vita, è davvero devastante.

Comunicato stampa

Sociale

“Io Non Mi Rifiuto”, I Volontari Della Misericordia Ripuliscono Le Aree Degradate

I volontari della Misericordia di Orta Nova

In un clima generale di preoccupazione per ciò che riguarda le tematiche ambientali, la Misericordia di Orta Nova propone un’iniziativa volta alla pulizia della città e alla sensibilizzazione sulle buone pratiche ecologiche. “Io non mi rifiuto” è l’ultima trovata della confraternita ortese che organizza quattro giornate (25 maggio, 29 giugno, 31 luglio, 31 agosto) durante le quale i volontari si adopereranno per ripulire delle aree urbane degradate e riconsegnarle alla collettività. Tutto ciò avverrà in un contesto in cui l’azienda consorziata che gestisce il ritiro e lo smaltimento dei rifiuti sta attraversando una crisi che verosimilmente la porterà al fallimento. “Siamo convinti che soprattutto in questo momento storico sia necessario risvegliare il senso civico dei cittadini – spiega il Governatore, Peppino Lopopolo – anche perché non basta individuare il capro espiatorio nella politica. Riteniamo che gli uomini e le donne di buona volontà debbano rimboccarsi le maniche per costruire con gesti concreti il cambiamento che vogliono vedere nella società, provando a dare il buon esempio soprattutto alle nuove generazioni”. Sulla scorta di queste considerazioni sarà fondamentale il coinvolgimento delle scuole del territorio. Durante le quattro giornate, infatti, avranno un ruolo da protagoniste le scolaresche del Primo Circolo Didattico e della Direzione Didattica del Secondo Circolo di Orta Nova. Oltre a scoprire i trucchi per differenziare correttamente i rifiuti, i ragazzi saranno coinvolti nell’animazione delle piazze riqualificate, in modo tale che le stesse possano finalmente considerarsi reinserite nel contesto sociale. Durante le date estive, poiché le scuole saranno chiuse, verranno coinvolti i partecipanti dell’annuale campo scuola “Anche io sono la Protezione Civile” organizzato sempre dalla Misericordia di Orta Nova. Questo appuntamento, volto all’educazione e alla formazione del buon cittadino di domani, si inserisce perfettamente all’interno delle finalità dell’evento “Io non mi rifiuto”. Al termine del campo scuola, quindi, i ragazzi osserveranno da vicino i volontari a lavoro e potranno capire quanto sia importante non sporcare l’ambiente. In ognuno dei quattro appuntamenti sarà riservato uno spazio ad alcune delle associazioni che si sono distinte negli ultimi anni sul territorio provinciale per ciò che riguarda la sensibilizzazione alle buone pratiche ambientali. La loro testimonianza sarà fondamentale per lasciare un messaggio costruttivo e di speranza agli scolari che presenzieranno. Tutto questo avverrà mentre i volontari della confraternita ortese saranno impegnati nella pulizia della zona circostante con gli opportuni accorgimenti igienici. “E’ importante coinvolgere le altre realtà associative del territorio perché soltanto attraverso la collaborazione si possono cambiare veramente le cose” – conclude il Governatore. “Con questa iniziativa vogliamo spiegare ai nostri concittadini che anche un piccolo gesto quotidiano di attenzione contribuisce alla costruzione di un mondo migliore. L’evento che proponiamo nasce dalla consapevolezza che le associazioni di volontariato, in situazioni emergenziali, debbano fornire il buon esempio e spendersi per le questioni sociali che interessano tutta la comunità”. La prima data del 25 maggio vedrà il coinvolgimento di Francesco Caravella, presidente dell’Associazione Capitanata Rifiuti Zero. Con la partecipazione della Parrocchia della BVM di Lourdes, la prima giornata avrà luogo dalle ore 9 del mattino presso il Parco “Martiri delle Foibe” di Orta Nova. Le aree individuate per le date successive saranno comunicate in seguito dai canali ufficiali della Misericordia.

Comunicato Stampa

Sociale

Orta Nova, una mano per combattere Alzheimer e Demenza, apre domani il Centro Diurno Sant’Antonio

Il Centro Diurno Sant’Antonio

Apre domani ad Orta Nova in Corso Umberto I 19, il Centro Diurno Sant’Antonio, dedicato a pazienti affetti da Alzheimer e Demenza. La struttura fa capo al Gruppo Marseglia, che un anno fà inaugurò la RSSA Villa Santa Maria, e che con questa struttura potrà offrire sul territorio, una serie di servizi dedicati a pazienti affetti da patologie, che oltre a colpire gli stessi, gravano pesantemente sulle loro famiglie. Da qui l’opportunità, attraverso un equipe medica specializzata, di poter accompagnare i pazienti in attività riabilitative cognitive, di socializzazione, di terapia occupazionale, riabilitazione motoria, assistenza infermieristica, assistenza sociosanitaria, ed una serie di servizi complementari dedicati ai pazienti ed alle loro famiglie. La cerimonia è prevista per le ore 17:00 alla presenza del Vescovo della Diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano SS EE Mons. Luigi Renna.

Sociale