Stop Bullying, domani nuovo appuntamento a Cerignola

Continuano i workshop informativi del progetto “Stop Bullying – Safe School Zone”, promosso dalla cooperativa SocialService e finanziato dall’Ambito Sociale di Zona di Cerignola e dei Cinque Reali Siti. Dopo i primi appuntamenti che hanno avuto luogo nelle scuole di Ordona, Orta Nova e Stornara, per il quarto appuntamento gli esperti faranno tappa a Cerignola, presso l’auditorium dell’Istituto di I grado “G. Pavoncelli” di Piazza della Repubblica a Cerignola, nella data del 5 dicembre dalle ore 17.00. Tornerà la trattazione multidisciplinare sul tema del bullismo e del cyberbullismo, al fine di formare ed informare genitori, insegnante e ragazzi su una problematica dilagante in tutta Italia, anche a causa della notevole diffusione dei social network e degli altri strumenti della rete. In ragione di ciò sarà interessante ascoltare il punto di vista della Polizia di Stato e della Polizia Postale che saranno parte integrante degli interventi in programma in quel di Cerignola. Oltre al questo importante intervento tecnico è prevista la solita scaletta ricca di relatori istituzionali, a testimonianza di un percorso che sta avendo il merito di far collaborare in maniera preventiva le istituzioni scolastiche, i Comuni, le associazioni e i cittadini. Presso l’auditorium del Pavoncelli di Cerignola, dopo i saluti del presidente SocialService, Gerardo Consagro, parleranno di questa unità di intenti contro il bullismo anche la dirigente dell’UST di Foggia, Maria Aida Episcopo; il dirigente dell’istituto ospitante, Paolo Saggese; la dirigente dell’Istituto Scolastico IC Battisti – Don Bosco, Pamela Petrillo e una rappresentanza del Comune di Cerignola. Dopodiché, come ormai da prassi consolidata, il tema del bullismo sarà sviscerato da più punti di vista tecnici, al fine di comprenderne i primi segnali e fare prevenzione attiva per evitare che la situazione degeneri e possa avere ricadute negative su chi è vittima di comportamenti di prevaricazione. Oltre agli esperti della Polizia di Stato, prenderanno la parola l’avvocato minorile e curatore speciale e tutore dei minori, Paolo Ricci; Rita Specchio, psicologa e psicoterapeuta SocialService, Antonio Berardino, esperto di sicurezza digitale in ambito educativo e tester del programma di web in air sviluppato nell’ambito del progetto “Stop Bullying”. Prima di lasciare la parola alle conclusioni affidate ad Antonella Tarantino, referente provinciale per il bullismo dell’UST di Foggia, la dottoressa Eugenia Pagone spiegherà in cosa consisteranno i laboratori che seguiranno alla fase informativa dei workshop che ormai volge al termine.
Attraverso un approccio totalmente nuovo alla tematica del bullismo – spiega Eugenia Pagone – proveremo a spiegare ai ragazzi che chi usa la forza non è affatto il più forte. I cosiddetti ‘bulli’ necessitano di un aiuto alla stregua di chi subisce la violenza. Trasmetteremo questi messaggi con laboratori di drammatizzazione, affettivi, circoli di miglioramento e tante altre attività coinvolgenti e divertenti che isoleranno la problematica al fine di capirne la sua natura ed evitare le conseguenze negative, sia a scuola che a casa”.

Comunicato Stampa

Stop bullying – Safe school zone – Workshop ad Orta Nova per fare In-Formazione e Prevenzione

La strategia migliore per combattere il bullismo è la prevenzione, alla base della quale ci deve essere la promozione di un clima culturale, sociale ed emotivo in grado di riconoscere sul nascere i comportamenti di prevaricazione e prepotenza. Su questo approccio “pro-attivo” si basa il progetto “Stop Bullyng – Safe School Zone” promosso dalla Cooperativa SocialService, soggetto attivatore di un percorso di prevenzione/informazione su Bullismo e Cyberbullismo finanziato dal Piano Sociale di Zona di Cerignola e dei Cinque Reali Siti. Dopo un primo workshop molto partecipato da famiglie e studenti, tenutosi ad Ordona lo scorso giovedì 7 novembre, prosegue il calendario di appuntamenti con l’incontro in programma il prossimo 14 novembre alle ore 17:00 ad Orta Nova, presso la Sala Teatro “Anna Maria Sardella” dell’I.C. “Sandro Pertini di Via Scarabino. In questa sede il tema sarà affrontato da vari punti di vista, alla presenza di autorità, esperti e attori locali che hanno sposato l’iniziativa. Dopo i saluti istituzionali del presidente della SocialService, Gerardo Consagro, prenderanno la parola Daniela Conte, dirigente dell’Ambito Territoriale di Cerignola; Pietro Vincenzo Piemontese, dirigente scolastico dell’I.C. Sandro Pertini; Angela Maria D’Arienzo, dirigente della Direzione Didattica Primo Circolo “N. Zingarelli” di Orta Nova e Dora Pelullo, assessore alla cultura in rappresentanza della locale amministrazione comunale. Tanti gli interventi tecnici che spiegheranno nel dettaglio l’approccio preventivo e gli strumenti (anche di ultima tecnologia) da impiegare per perseguire gli obiettivi del progetto. Rita Specchio, psicologa, psicoterapeuta SocialService e referente del progetto, approfondirà il paradigma utilizzato per ribaltare i tanti pregiudizi maturati nei confronti del fenomeno. La pedagogista SocialService, Eugenia Pagone, enuncerà tutte le tappe che seguiranno alla prima fase formativa, con la programmazione laboratoriale e le tante attività ricreative a tema per sensibilizzare. Dopo un approfondimento sulla parte giuridica che riguarda il bullismo, a cura dell’avvocato minorile e curatore Speciale/tutore dei minori, Paolo Ricci, Antonio Berardino, esperto di sicurezza digitale in ambito informatico, mostrerà ai presenti le potenzialità di internet e del web-in air per fare prevenzione e per approcciare in maniera quanto più consapevole allo strumento della rete che – come è risaputo – nasconde anche tante piccole insidie. Concluderà l’incontro la referente provinciale per il bullismo dell’U.S.T Foggia, Antonella Tarantino. “La scuola è il primo luogo di relazioni sociali per i bambini e, in virtù del suo ruolo educativo, condivide con noi la responsabilità di farsi portavoce di alcuni valori che possono aiutare a prevenire il bullismo” – afferma il presidente della SocialService, Gerardo Consagro. “Per questo motivo, dopo l’ottimo riscontro avuto ad Ordona, continuiamo questa serie di incontri a scuola con la tappa di Orta Nova, dove prosegue un percorso ben avviato di collaborazione con la rete dei servizi e gli attori locali. Auspichiamo un’ampia partecipazione delle famiglie perché il bullismo si previene diffondendo il più possibile la conoscenza e approfondendo il tema senza alcuna forma di condizionamento”.

Comunicato Stampa

La Misericordia di Orta Nova consegna le “Calze dell’Angelo” ai bambini ricoverati presso gli Ospedali di Foggia e Cerignola

Misericordia di Orta Nova grazie alla famiglia Torchiarella Triunfo ha portato la calza dell’Angelo custode a tutti i bambini dell’ospedale Riuniti di Foggia Pediatria, Chirurgia, Pediatrica e Neuropsichiatria Infantile, mentre nel pomeriggio saranno consegnate le calze offerte dalla famiglia Altese ai reparti pediatrici di Cerignola il tutto Grazie al gruppo di clown Therapy della Misericordia di Orta Nova.

Comunicato stampa

Torna il Servizio Civilie presso la Misericordia, iscrizioni fino al 10 Ottobre

Anche quest’anno la Misericordia di Orta Nova attiverà dei progetti di Servizio Civile Universale che consentiranno all’associazione ortese di svolgere ulteriori opere di bene in favore dei bisognosi. Infatti, il Dipartimento per le Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale ha pubblicato la graduatoria definitiva per i progetti che riguarderanno il prossimo anno associativo e la confraternita ortese è ancora una volta protagonista.  La Misericordia di Orta Nova, infatti, ha ottenuto parere favorevole per due progetti: “Soccorso Amico” e “I Samaritani della Daunia” mediante i quali sarà possibile garantire il servizio di soccorso e trasporto oltre che potenziare ulteriormente il punto carità a disposizione degli indigenti. Il bando prevede quattro posizioni aperte per entrambi i progetti, per un totale di otto volontari da inserire per 12 mesi in associazione. Per partecipare è necessario seguire tutta la procedura sul sito www.serviziocivile.gov.it. Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it. Nella sezione “Selezione volontari SC” ci sono tutte le informazioni e la possibilità di leggere e scaricare il bando. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 10 ottobre (ore 14.00). Anche quest’anno, per facilitare la partecipazione dei giovani e, più in generale, per avvicinarli al mondo del servizio civile, è disponibile  il sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it che, grazie al linguaggio più semplice, diretto proprio ai ragazzi, potrà meglio orientarli tra le tante informazioni e aiutarli a compiere la scelta migliore. Anche la Misericordia di Orta Nova, per i progetti che le competono, si impegnerà per diffondere tutte le informazioni utili a favorire la partecipazione degli aspiranti volontari. Poiché le modalità di presentazione della domanda sono cambiate rispetto agli anni passati, a causa dell’aggiunta degli adempimenti che riguardano l’identità digitale” – spiega il Governatore, Giuseppe Lopopolo – “i nostri volontari saranno presenti negli eventi pubblici in programma in città per spiegare come fare per presentare la domanda. Siamo felici che la nostra associazione, da oltre un ventennio, sia al centro della progettualità del Servizio Civile che da sempre linfa nuova alle opere di bene di cui necessita la nostra città”.

Comunicato stampa

La Misericordia di Orta Nova torna a Lourdes per l’Unitalsi nel ricordo di Gino Battaglini

Anche quest’anno una rappresentanza della Misericordia di Orta Nova è partita alla volta del Santuario mariano di Lourdes, in Francia, per prendere parte alle iniziative poste in essere dall’UNITALSI pugliese e dalla Diocesi Cerignola – Ascoli Satriano nei pressi della Grotta Santa di Bernadette. Antonio Manzi, Federica Di Iorio, Carmela Cassese, Annarita Zappatore, Antonella Masucci, Antonella Curci sono i volontari e le volontarie in tuta gialloblu che, accompagnate dal padre correttore della Misericordia, Don Luciano Avagliano, permarranno a Lourdes dal 7 al 13 agosto. Presteranno servizio come barellieri, animatori, operatori della logistica e supporto cerimoniale durante una lunga settimana che non mancherà di emozioni e momenti di preghiera, in uno dei santuari più visitati al mondo. Nella mattinata del 7 agosto i giovani volontari di Orta Nova sono saliti sul treno bianco dell’UNITALSI Puglia dove hanno iniziato a dare il loro contributo fattivo per la buona riuscita del pellegrinaggio, al seguito dei tanti ammalati e bisognosi che compiono la loro esperienza di fede. Anche quest’anno la Misericordia di Orta Nova, durante questa iniziativa, ricorderà la figura di Gino Battaglini, indimenticato concittadino di Orta Nova che ha fondato l’UAL (Unione Amici di Lourdes) di Foggia e che ha portato intere generazioni di fedeli al cospetto della Madonna della Grotta. In odor di beatificazione, Battaglini è entrato nel percorso associativo dell’organizzazione ortese tramite diverse iniziative che i volontari hanno voluto dedicargli per preservare la sua memoria. Quest’anno i ragazzi presenti a Lourdes leggeranno alcuni passi del suo diario “Innamorato della Vita” nei luoghi che hanno ispirato i suoi pensieri e le sue profonde riflessioni di fede. I video delle letture saranno postati sui social network della Misericordia di Orta Nova.

Comunicato Stampa

Formazione, divertimento ed emozioni. Si conclude la X edizione del campo scuola della Misericordia

La Misericordia presso il Trabucco

Si è conclusa la decima edizione del campo scuola “Anche io sono al Protezione Civile” organizzato dalla Misericordia di Orta Nova, in collaborazione con il Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Il campeggio volto alla diffusione delle buone pratiche di Protezione Civile si è tenuto presso il camping Baia degli Aranci di Vieste (FG) durante la scorsa settimana e ha coinvolto 26 bambini di Orta Nova nella fascia d’età 11-13 anni.  Durante la loro permanenza sul Gargano i ragazzi hanno avuto modo di incontrare diversi corpi militari e autorità che si occupano di preservare l’ordine pubblico. In particolar modo sono stati utili alla formazione dei ragazzi gli interventi della Guardia Costiera, dei Vigili del Fuoco della Caserma di Vico del Gargano, dell’Arma dai Carabinieri, della Polizia Locale di Vieste, della Polizia di Stato, dell’11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, del 32° stormo dell’aeronautica Militare dell’Amendola, della Protezione Civile Regionale e del sindaco di Orta Nova, Domenico Lasorsa, come massima autorità comunale di Protezione Civile.  Particolarmente toccante è stato il dibattito con gli uomini e le donne dell’Arma dei Carabinieri, a poche ore dal drammatico assassinio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. E’ stata un’occasione per riflettere sul ruolo svolto dagli agenti in divisa, in un paese sempre più sollecitato dal punto di vista dell’ordine pubblico. Un ruolo importante è anche quello che quotidianamente ricoprono i militari del Genio Guastatori, un’eccellenza foggiana che interviene in tutta Italia, nelle situazioni di emergenza e di calamità. Svestendosi dai “panni” di militari, davanti ai ragazzi, i militari del Genio hanno raccontato il loro lato umano e le loro storie toccanti vissute durante i terremoti e le inondazioni degli ultimi anni. Nel corso del programma ricreativo, invece, è stata data particolare attenzione ai temi dell’ambiente, della differenziazione dei rifiuti e della conoscenza delle bellezze paesaggistiche e naturali del Promontorio pugliese, tant’è che i ragazzi hanno sperimentato la pesca dal Trabucco, secondo quelle che sono le secolari tradizioni garganiche, grazie all’Associazione Onlus “La rinascita dei Trabucchi Storici”.  Al termine del campo scuola sono stati assegnati dei premi ai singoli partecipanti e alla squadra che ha superato il maggior numero di prove del programma ricreativo. La squadra “Gialla”, infatti, ha vinto questa edizione del campo scuola 2019 e potrà beneficiare di un’ulteriore giornata ricreativa a cura della Misericordia di Orta Nova. Dal forte valore simbolico ed educativo sono stati i premi “Piccolo Principe”, “Dolcezza” ed “Educazione” assegnati in base alla condotta durante il Campo Scuola. La premiazione avverrà nei prossimi giorni presso la sede di Via Puglie, mentre il gruppo del Campo Scuola 2019 potrà da subito mettere in pratica le nuove conoscenze durante gli eventi pubblici del cartellone estivo del Comune di Orta Nova.  Ringrazio tutte le Forze dell’Ordine che hanno dato la loro disponibilità ad incontrare i nostri ragazzi, ringrazio gli educatorivolontari della Misericordia di Orta Nova e tutte le famiglie che ci hanno dato fiducia affidandoci la responsabilità dei loro figli” – spiega il Governatore, Giuseppe Lopopolo. “Ogni anno portiamo a casa un bagaglio di esperienze che risulterà sicuramente utile nella crescita dei ragazzi, con nozioni di Protezione Civile che oggi sono sempre più richieste a causa delle mutazioni climatiche e delle conseguenti emergenze che si presentano sul territorio”. 

COMUNICATO STAMPA