Volley, Olympia Orta Nova sconfitta a Manfredonia ed addio ai playoff, Massa: “Salvezza raggiunta, peccato per l’obiettivo sfumato”

Antonio Massa

Con la sconfitta di Manfredonia nello scorso week end, l’Olympia Orta Nova dice ormai addio ai sogni playoff nel campionato femminile di Serie D di volley. Le ortesi sono state sconfitte 3-1 con i parziali di 25-18, 20-25, 25-11, 25-16. A fine gara il tecnico ortese Antonio Massa, si è detto comunque soddisfatto del cammino stagionale della sua prestazione: “Prestazione negativa sotto tutti i punti di vista. Alle tante assenze della vigilia, si sono aggiunti altri due infortuni, uno nel riscaldamento e l’altro durante la gara, che hanno scombussolato ancora di più una situazione già difficile. Abbiamo svolto una prestazione al di sotto delle nostre possibilità, è forse subentrato, inconsciamente, un po’ di appagamento, visto che domenica scorsa abbiamo raggiunto l’obiettivo stagionale, in quanto abbiamo conquistato la salvezza e questo in un certo qual modo ci ha gratificato e ha favorito il calo di concentrazione. Ora, ci aspettano due settimane di stop, il riposo e la sosta di Pasqua, nelle quali recupereremo un po’ di infortunate e un po’ di serenità per affrontare le ultime due gare di campionato. Rimane un po’ di rammarico per una stagione, già di per sé, importante, che poteva diventarlo ancora di più, se avessimo avuto un pizzico di fortuna”.

SERIE D Girone A

Annunci

Calcio, il Trulli e Grotte batte lo Sporting Donia ma retrocede, ko anche per la Real Siti. In Prima brutta sconfitta per lo Stornarella a Molfetta

La delusione dei calciatori del Trulli e Grotte a fine gara

Nell’ultimo turno del campionato di Promozione Sporting Donia e Real Siti raccolgono due sconfitte indolore. Al Cianci di Cerignola s’impone il Trulli e Grotte, che non evita però la retrocessione. Ospiti in rete con una doppietta di Gernone, che apre le marcature con un gran tiro dalla distanza, e che raddoppia su calcio di rigore a otto minuti dal termine, in mezzo il pari del giovanissimo Michele Vitale, alla seconda rete consecutiva, ed un penalty fallito da Fabio D’Introno. Una sconfitta che fà chiudere allo Sporting Donia il campionato in settima posizione, ma che potrà contare sulle possibilità di ripescaggio in Eccellenza, se il Deghi dovesse vincere il playoff nella finale casalinga del girone B. Per la Real Siti sconfitta a Rutigliano per 3-2, reti per i baresi siglate da Balde e da una doppietta di Ferro, per la formazione del tecnico Pino Lopolito reti di Di Francesco e Lo Vasto, per chiudere una stagione che termina in quinta posizione, e che potrebbe aver posto le basi per una importante prossima stagione.  Ai playoff si sfideranno Audace Barletta e Sporting Apricena in semifinale, la vincente affronterà in finale il Martina, mentre la sfida playout vedrà di fronte Rinascita Rutiglianese e Virtus Bitritto, per decidere chi accompagnerà Trulli e Grotte e Bitetto in Prima Categoria. In Prima Categoria terza sconfitta consecutiva per lo Stornarella, che cade 5-1 nel big match contro il Borgorosso Molfetta. Inizio deciso per la formazione del tecnico Mimmo Leonino che va in rete con Cubaj, Paparella e Grilli, nella ripresa Vittorio Pugliese prova a riaprirla, ma Campanale e Rutigliani chiudono la contesa con la manita dei biancorossi, che ora in classifica si portano a meno uno dalla formazione del tecnico Pino De Martino, che dovrà vincere le prossime due per centrare la semifinale playoff, con il Canosa che intanto blinda il terzo posto con la vittoria 3-2 sul Manfredonia F.C., in testa prosegue la fuga dello Sly United, che battendo 5-0 la Nuova Daunia Foggia, mantiene una lunghezza di vantaggio sul Manfredonia che batte 2-0 l’Ideale Bari, mentre in coda si salva il Foggia Incedit, e retrocede la Gioventù Calcio Cerignola.

Calcio, ultimo turno nel campionato di Promozione, in Prima lo Stornarella a Molfetta per blindare i playoff

Ultimo turno nel campionato di Promozione questo pomeriggio, con lo Sporting Donia che ospita il Trulli e Grotte e la Real Siti che fà visita alla Rinascita Rutiglianese. Le due formazioni dei Reali Siti, senza obiettivi di classifica, saranno protagoniste di scontri che valgono la salvezza, con il Trulli e Grotte che al Cianci di Cerignola dovrà battere la formazione del tecnico Davide Papagni per sperare, e la Rutiglianese che dovrà superare la Real Siti per conservare una posizione che vale il playout in casa. Nel frattempo la capolista San Marco, già promossa in Eccellenza a Ginosa proverà a stabilire il record dell’imbattibilità in campionato. Nel campionato di Prima Categoria si gioca invece il terz’ultimo turno, con lo Stornarella che deve riscattarsi e difendere il quarto posto, nell’insidiosa trasferta in casa del Borgorosso Molfetta. La formazione del tecnico Pino De Martino deve conservare i quattro punti di vantaggio sulla formazione di Mr. Leonino, che dal canto suo è costretta a vincere per continuare a sperare nei playoff, nel frattempo il Canosa, che ha due lunghezze di vantaggio sullo Stornarella, ospita il Manfredonia F.C.. In testa prosegue il duello tra United Sly Bari e Manfredonia Calcio, con la capolista che ospita la Nuova Daunia Foggia, ed i sipontini che a meno uno ospitano l’Ideale Bari. Fischio d’inizio per tutte le gare alle ore 16:00, aggiornamenti in tempo reale sul blog, highlights della gara di Cerignola su Blog TV.

Calcio, 70 anni del Canosa Calcio, premiati anche gli ortesi Angelo Zappatore e Vincenzo Colangelo

Angelo Zappatore al centro e Vincenzo Colangelo alla sua sinistra durante l’evento

Anche gli ortesi Angelo Zappatore e Vincenzo Colangelo hanno preso parte negli scorsi giorni alla festa per i settant’anni del Canosa Calcio. Due glorie del calcio ortese, che sono stati ricordati assieme a molti altri protagonisti della storia del calcio rossoblu. Zappatore e Colangelo sono stati protaonisti a cavallo delle stagioni 1977-79 di due storiche promozioni che hanno lanciato la società canosina dalla Prima Categoria alla Quarta Serie. Un evento in cui ha preso parte anche il presidente regionale della Lega Dilettanti Puglia Vito Tisci, che ha premiato per la longevità la società del Canosa Calcio, che a distanza di anni ricorda ancora le gesta di due calciatori ortesi, rimasti nel cuore degli sportivi di Canosa di Puglia.