Calcio, Sporting Ordona qualificata ai Playoff. Non si gioca domenica contro il Polimnia, Mr.Mascia: “Grato ai ragazzi, ora l’ultimo sforzo”

Una esultanza dello Sporting Ordona

Obiettivo raggiunto per lo Sporting Ordona, che con novanta minuti d’anticipo rispetto alla chiusura del campionato di Promozione può festeggiare la qualificazione aritmetica ai playoff. Non si giocherà infatti la gara valida per l’ultimo turno della regoular season, che avrebbe visto i rossoblu affrontare il già retrocesso Polimnia, che ha comunicato per tempo la rinuncia a scendere in campo. Sarebbe bastato un punto alla formazione del tecnico Fabrizio Mascia, che però con i tre a tavolino in arrivo dal giudice sportivo, potrà così brindare alla qualificazione alla semifinale playoff. “Avremmo preferito conquistare la vittoria sul campo – ha commentato il giovane tecnico rossoblu – resta però la soddisfazione di aver raggiunto un traguardo importante grazie all’impegno dei ragazzi, a cui chiedo ora l’ultimo sforzo“. Lo Sporting Ordona avrà così otto giorni per preparare la semifinale playoff di domenica prossima al Caduti di Superga di Mola di Bari contro la Vigor Moles, espugnato già due volte in questa stagione tra coppa e campionato. Servirà un’altra grande prestazione per cercare l’accesso alla finale, dove di fronte ci sarà una tra Terlizzi e Fortis Altamura, che domenica invece si contenderanno la vittoria del torneo, con il giallo delle improvvise dimissioni del tecnico della formazione capolista Michele Anaclerio. Una decisione inaspettata che la società del presidente Giuseppe Denicolo ha motivato come “decisione strettamente personale“. Intanto lo Sporting prepara l’impresa, per rivivere l’emozione di una finale, a distanza di due anni dall’ultima sfortunata volta in quel di Ascoli Satriano.

Annunci
Sport

Duplice operazione antidroga tra Cerignola e Stornara

Una volante dei Carabinieri

Duplice operazione antidroga effettuata dai Carabinieri della Compagnia di Cerignola che, tra il centro ofantino e Stornara, hanno tratto in arresto due pregiudicati sorpresi proprio mentre vendevano hashish in un caso, e cocaina nell’altro, ad alcuni giovani del posto. A Cerignola, in particolare, i Carabinieri, durante un servizio di pattugliamento all’interno del quartiere “San Samuele”, tristemente noto perché identificato come una delle più grosse piazze di spaccio della Puglia e “fortino” del clan “Ditommaso”, hanno tratto in arresto Gianni Dilernia cl. ’83, pluripregiudicato del posto, in passato già arrestato numerose volte proprio per spaccio di droga. I militari, avendo notato uno strano movimento tra Dilernia ed un giovane, li hanno bloccati entrambi. Il giovane, proveniente dalla vicina Canosa di Puglia, intimorito, ha consegnato ai Carabinieri un pezzetto di hashish che aveva appena nascosto negli slip, riferendo di averlo pagato cinque euro. Sottoposto a perquisizione personale anche il Dilernia, lo stesso è stato trovato in possesso proprio di una banconota da cinque euro e di un altro pezzetto di hashish, perfettamente coincidente con quello trovato al canosino. Il Dilernia, quindi, una volta accertate le proprie responsabilità, è stato sottoposto agli arresti domiciliari. A Stornara, invece, i militari della locale Stazione, dopo un lungo servizio di appostamento, hanno arrestato Antonio Gaeta cl. ’51. I militari, vedendo uscire dall’abitazione del Gaeta un ragazzo, lo hanno sottoposto a controllo, rinvenendogli indosso una dose di cocaina, appena acquistata dall’anziano pusher. Perquisita l’abitazione dell’uomo, i militari hanno rinvenuto un ulteriore grammo di cocaina, ed una somma di denaro contante di quaranta euro, coincidente col pagamento della cocaina appena venduta. Il malfattore, quindi, su disposizione del P.M. di turno, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Comunicato stampa

Cronaca

Calcio, Atletico Orta Nova punito dal Giudice Sportivo, ultima gara casalinga in campo neutro. Grieco: “Non siamo razzisti, gesto sconsiderato di pseudotifosi”

Il presidente dell’Atletico Orta Nova Devis Grieco

La gara di domenica scorsa, vinta 4-1 contro la Virtus Andria, continua ad alimentare polemiche in casa Atletico Orta Nova. Se il gol del momentaneo pari siglato da Giuseppe Compierchio, è diventato ormai un caso mediatico di portata nazionale, ieri è arrivata anche la squalifica del campo per un turno a causa di presunti cori razzisti. Sotto la lente d’ingrandimento del giudice sportivo, la sostituzione del calciatore della Virtus Andria Joseph Gomez, che secondo il referto del direttore di gara, sarebbe stato oggetto di insulti a sfondo razziale. L’Atletico Orta Nova sarà così costretto a giocare la gara decisiva della regoular season, nell’ultimo turno contro l’Atletico Acquaviva in campo neutro. Non accetta il provvedimento il presidente Devis Grieco, non tanto per il danno sportivo, ma soprattutto perché la società e la città non possono essere marchiate, per quello che potrebbe essere il gesto sconsiderato di isolati pseudotifosi, che nulla hanno a che fare con la società biancoazzurra: “Non ci và di essere etichettati per quello che non siamo – ha ribadito il massimo dirigente ortese – siamo sempre stati ospitali nei confronti delle società da noi ospitate, ancor peggio è essere accostati ad una accusa così pesante ed unica nei campionati dilettantistici”. Lo stesso presidente già nel dopopartita di domenica scorsa, si era detto rammaricato per quanto accaduto in campo, evidenziando come diversi errori arbitrali avevano precedentemente danneggiato anche la società ortese, che ora nelle trasferte di Stornarella e Canosa e nell’ultima in campo neutro, dovrà cercare la qualificazione ai playoff per continuare il sogno della formazione guidata da Alfredo Bertozzi.

Sport

Carapelle, il candidato sindaco Antonio Ricci incontra il commissario prefettizio per intercettare finanziamenti per le scuole

Il Candidato sindaco della lista Carapelle Futura Antonio Ricci

Buongiorno, con il presente post sono a comunicarvi che la scorsa settimana ho avuto un colloquio con il commissartio prefettizio del Comune di Carapelle, D.ssa Miscia. Durante tale incontro, ho sottolineto la opportunità di intercettare finanziamenti utili per la valutazione della vulnerabilità sismica dei plessi scolastici partecipando ad un bando pubblico. Questi finanziamenti sono molto utili per poter valutare in quale condizione di sicurezza si trovano le scuole di carapelle a tutela della salute e della incolumità dei nostri figli e di tutti i lavoratori. Nel frattempo, in data 16/04/2018 la Regione Puglia ha aperto una nuova opportunità per i comuni di effettuare interventi sul patrimonio comunale destinato all’istruzione. Già nel mese di ottobre, periodo durante il quale ero a capo del settore tecnico del Comune di Carapelle, avevo approntato un progetto per l’ammodernamento degli impianti sportivi a servizio della scuola. Il piano triennnale per l’edilizia scolastica prevede sia l’adeguamento che la nuova costruzione dei plessi scolastici. Nei prossimi giorni chiederò un nuovo incontro con il Commissario, al fine di ribadire la disponibilità a collaborare per la presentazione di progetti utili ad intercettare finanziamenti pubblici e per il miglioramento delle strutture a servizio dell’intero comparto scolastico. Questa disponibilità a prescindere dalla eventuale elezione a sindaco o meno. E’ e sara nel solo interesse della comunità. Chiunque avrà la possibilità di amministrare, dovrà poter contare su opportunità di finanziamenti a favore dell’intera popolazione di Carapelle.

Post da Facebook

Politica