Coronavirus, 12 nuovi positivi ed 8 decessi in provincia di Foggia. Il totale dei casi sale a 305

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi giovedì 26 marzo, in Puglia, sono stati effettuati 968 test per l’infezione Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 89 casi, così suddivisi:

28 nella Provincia di Bari;

13 nella Provincia Bat;

3 nella Provincia di Brindisi;

12 nella Provincia di Foggia;

12 nella Provincia di Lecce;

17 nella Provincia di Taranto;

4 non attribuiti.

Sono stati registrati 17 decessi: 1 in provincia di Lecce (77 anni), 6 in provincia di Brindisi (77, 71, 82, 54, 87, 79 anni), 8 in provincia di Foggia (86, 92, 80, 77, 57, 89, 74, 75 anni) , 2 in provincia di Bari (92 e 74 anni).

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 9.191 test.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 1.182, così divisi:

387 nella Provincia di Bari;

85 nella Provincia di Bat;

122 nella Provincia di Brindisi;

305 nella Provincia di Foggia;

177 nella Provincia di Lecce;

74 nella Provincia di Taranto;

14 attribuiti a residenti fuori regione;

18  per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Comunicato stampa

Controlli a tappeto ad Orta Nova, è caccia ad Aghilar. Avv. Sodrio: “Famiglia Bruno preoccupata dall’idea che possa essere in città”

Continua la caccia all’uomo da parte dei Carabinieri, e del reparto speciale Cacciatori di Puglia, per catturare Cristoforo Aghilar, ricercato dopo l’evasione dello scorso 9 Marzo dalla Casa Circondariale di Foggia, dove era detenuto per l’omicidio di Filomena Bruno. Nel pomeriggio di ieri era scattato l’allarme in Via Cialdini, dove i militari avrebbero individuato il ricercato, ma al momento del blitz in alcune abitazioni abbandonate, non è stato trovato nessuno. Le indagini proseguono senza sosta, mentre l’avvocato della famiglia Bruno, Michele Sodrio, ha fatto sapere in un video messaggio che i suoi assistiti risulterebbero ancor più preoccupati dalla notizia che il ricercato si possa trovare nella città capofila dei Reali Siti, per gli stessi sono scattate misure straordinarie di protezione fin dal momento dell’evasione, mentre prosegue la caccia all’uomo per uno dei quattro ricercati ancora in fuga dopo l’evasione seguita alle proteste in carcere per l’emergenza Coronavirus.

A Carapelle nessun caso comunicato di Coronavirus

Municipio di Carapelle

Viste alcune notizie apparse sugli organi di stampa in questi giorni, comunichiamo ufficialmente che ad oggi non ci sono giunte comunicazioni ufficiali da parte di Regione, Asl e Prefettura di casi positivi di Coronavirus a Carapelle. In ogni caso, invitiamo i nostri concittadini a restare a casa e a non abbassare la guardia, rispettando il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ma anche le norme dettate dal buon senso.

Comune di Carapelle

Coronavirus, altri due positivi a Stornara. Nei Reali Siti il bilancio sale a dieci contagiati

Purtroppo ci è stata confermata la presenza di altri 2 casi di positività da contagio al COVID-19. Salgono a 3 nel nostro territorio comunale. Vi esorto, oggi più di ieri, a STARE A CASA, non facciamoci male da soli. È un momento duro. Mi appello, come Sindaco e come cittadino a tutti affinché non si metta a repentaglio la salute di nessuno. In questa terra non ce lo possiamo permettere. Siamo in piena emergenza ed in una situazione di crisi per la nostra sanità. Sono rimasti pochi reagenti e di conseguenza sono pochi i tamponi a disposizione. Raccomando chiunque sia rientrato nei giorni scorsi dal nord e non l’abbia ancora fatto e chiunque lo farà nei prossimi giorni, di comunicarlo tassativamente e tempestivamente alla ASL, all’Amministrazione e al C.O.C., e di scendere solo se strettamente necessario e muniti di autocertificazione. I residenti devono attenersi scrupolosamente ai principi contenuti nel DPCM, tra cui il divieto di spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati da un comune ad un altro salvo che con comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute.

RESTIAMO A CASA

Il sindaco di Stornara Rocco Calamita

Coronavirus, a Cerignola 18 casi e 3 decessi. 116 in quarantena


Continua il lavoro del C.O.C. – Centro Operativo Comunale di Protezione Civile per l’emergenza COVID-19 su tutto il territorio comunale e, soprattutto, nelle borgate. Dopo l’attivazione delle funzioni di supporto alla gestione della grave emergenza sanitaria, numerose sono le richieste di assistenza pervenute al numero unico di riferimento del C.O.C. a cui è stato dato riscontro. NUMERO UNICO di riferimento del C.O.C. 339.87.54.204.
Per segnalare qualunque necessità tipo:

  • Esigenza di domiciliazione della spesa alimentare,
  • Domiciliazione farmaci;Assistenza Sociale;Eventuali adempimenti pratiche burocratiche.
  • Altre Informazioni:

Il 24 marzo gli uffici comunali, dopo la sanificazione degli ambienti, sono tornati operativi con gli sportelli chiusi al pubblico e la possibilità di contatto ai numeri o agli indirizzi mail già pubblicati sul sito del Comune. Sono garantiti i servizi indifferibili, così come esposto sempre sul sito dell’Ente.
La ASL, tramite il dott. Greco direttore dell’unità operativa e referente per la Sanità nel C.O.C., comunica che presso l’Ospedale “G.Tatarella” di Cerignola è stata attivata l’Unità di Crisi con allestimento di circa 20 posti letto di isolamento tra i vari reparti.
All’esterno è stata allestita una tenda Pre-Triage da filtro per l’accesso al Pronto Soccorso. L’ASL raccomanda, al fine di evitare l’affollamento presso il P.S., che

  • gli utenti con sintomatologia minore (senza sintomi respiratori) devono contattare il Medico curante gli utenti con sintomi respiratori devono recarsi presso la tenda del Pre-Triage;
  • gli utenti con sintomi più gravi chiamare il 118

Il numero dei contagiati alla data odierna dall’inizio dell’Emergenza Covid-19 risultano essere:

  • Totale casi positivi accertati Cerignola 18
  • Totale decessi 03
  • Totale persone in quarantena 116

La Dirigente del Commissariato P.S. di Cerignola, Vice Questore Agg. dott.ssa Colasuonno, ha consegnato al C.O.C., 150 mascherine ricevute in donazione dalla ditta Ceriflex di Cerignola. Il C.O.C. sta avanzando richieste ad alcune aziende di fornire, a titolo gratuito, mascherine e altro materiale dpi da consegnare a personale sanitario, forze di polizia e cittadini. Chiunque è disponibile a tali donazioni è invitato a contattare il numero unico del C.O.C.

Piazza della Repubblica, 1 – 71042 Cerignola (FG)Tel./Fax 0885 410.294 – Cellulare Emergenza 339.87.54.204email:protezione.civile@comune.cerignola.fg.it PEC:coc.comune.cerignola@pec.rupar.puglia.it
E’ presente sul sito del comune di Cerignola, nella apposita sezione coronavirus, voce disposizioni normative, il Testo Unico Misure Coronavirus e le FAQ Covid-19.

Comunicato stampa