Calcio: Risultati e Classifiche del turno di ieri in Terza e le foto del Derby di Stornara

TERZA CATEGORIA Gir. B – 28^ Giornata

Atletico StornaraVitobello Stornara 5-1

Juvenalia Fg-Rocchetta Sant’ Antonio 0-4

Marvin Fg-Sant’ Agata 0-1

Foggiamia-Troia 0-1

Elce Deliceto-G.C. Bovino 0-1

Sauri-Carapellese 7-0

Sporting Daunia-Biccari 0-2

Riposa: Reali Siti Stornarella

CLASSIFICA

Troia 66, Rocchetta S.Antonio 63, Biccari 61, Sporting Daunia 51, Sauri 43, Sant’ Agata 41, G.C. Bovino e Atl Stornara 40, Reali Siti Stornarella 37, Foggiamia Calcio e Elce Deliceto 24, Marvin Fg 23, Vitobello Stornara 19, Carapellese 15, Juvenalia Fg 2

Le Foto del Derby di Stornara

Foto di Antonio Palieri

Annunci

Orta Nova: Incidente sul lavoro, muore 51enne

Nuova morte bianca in Capitanata. Ieri ad Orta Nova ha perso la vita Antonio Salierno, titolare ditta di elettromeccanica di 51 anni morto mentre stava effettuando dei lavori a bordo di un escavatore in una campagna del centro foggiano. Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri mentre l’uomo era alla giuda del mezzo, il braccio meccanico avrebbe toccato i cavi interrati dell’alta tensione: l’uomo è morto folgorato. Inutili i soccorsi di alcuni colleghi che hanno immediatamente chiamato il 118. Sul caso stanno indagando i carabinieri di Orta Nova.

Fonte: Teleradioerre.it

Stornara: Pellegrinaggio Incoronata, una tradizione in calo?

E’ una tradizione tramandata da secoli quella che vede tutte le parrocchie di Stornara, Stornarella, Orta Nova Carapelle e anche alcuni pellegrini provenienti da Lavello prodigarsi nella preparazione dei carri ,per poi partire in pellegrinaggio a piedi per il Santuario Madre di Dio Incoronata, o come noi tutti lo chiamiamo, Incoronata. Ma per Stornara invece quest’anno le cose sono andate diversamente rispetto agli anni passati : parlo dell’affluenza dei fedeli, che quest’anno si potevano “contare” su un palmo di mano. C’è anche da dire che quest’anno rischiava di saltare il pellegrinaggio a causa dell’incertezza delle condizioni atmosferiche, che fortunatamente si sono rivelate stabili (a parte qualche momento durante il tragitto Stornara Orta Nova) si sono rivelate abbastanza stabili e hanno permesso di concludere il pellegrinaggio senza alcun tipo di problema. Tornando alla questione dei fedeli ,una domanda mi viene spontanea : MA SARANNO STATE REALMENTE LE CONDIZIONI ATMOSFERICHE A NON FARE PARTECIPARE ALTRI FEDELI DI STORNARA ?? Io spero vivamente che siano solo queste le cause di questo assenteismo, perché non vorrei che questa tradizione morisse col passare del tempo, e speriamo che l’anno prossimo le cose vadano diversamente e il numero dei partecipanti aumenti, anche se è stancante come esperienza, ma io sono dell’avviso che bisognerebbe provare una cosa del genere, perché è veramente molto bello vedere tanta devozione per Maria, Madre di Dio Incoronata.

di Antonio Palieri

Inchiesta discarica, il PD propone la costituzione di parte civile del Comune. Calvio: “Nuova etica della politica e rinnovamento delle istituzioni cittadine”

“La qualità, negativa, dei capi d’imputazione emersi alla conclusione dell’indagine sulla discarica è l’ennesima conferma dell’esistenza di ampie zone d’ombra su quella vicenda amministrativa e della legittimità della protesta popolare culminata nell’annullamento delle autorizzazioni all’attivazione dell’impianto”. La segretaria cittadina del Partito Democratico, Iaia Calvio, commenta la notizia della chiusura delle indagini sulla discarica ortese avanzando all’Amministrazione comunale la proposta dicostituirsi parte civile nel processo che dovesse scaturire all’esito dell’udienza preliminare, a tutela dei diritti e degli interessi della comunità ortese eventualmente lesi dalla condotta di imprenditori e funzionari”. A distanza di 2 anni dalla sollevazione popolare – raro esempio di movimento democratico e pacifico, che ha saputo respingere ogni volgare tentativo di strumentalizzazione politica” – si vanno precisando meglio il contesto e i meccanismi operativi di un’attività che “fin dalle premesse amministrative avrebbe dovuto svolgersi con un più serrato e trasparente sistema di controllo pubblico e civico – afferma Iaia Calvioda cui sarebbe emerso con chiarezza il dissenso della popolazione”. Grazie alla protesta – “raccolta e interpretata al meglio anche dal circolo cittadino del PD e dagli amministratori provinciali che il PD esprimeva nella Giunta Stallone – le autorizzazioni sono state annullate e “la cittadinanza di Orta Nova ha potuto verificare con mano quali possano essere gli effetti positivi della mobilitazione”. “Mi auguro che la magistratura arrivi al più presto a fare piena luce sulle eventuali responsabilità personali, favorendo così la definitiva archiviazione di questa vicenda – conclude Iaia Calvioda cui dobbiamo trarre forza per affermare la necessità di una nuova etica nell’attività politica e di un rinnovamento profondo della rappresentanza istituzionale cittadina”.

Orta Nova: Atti vandalici contro vetri auto nella notte scorsa

Brutto risveglio questa mattina per decine e decine di automobilisti ortesi, che all’ uscita di casa, hanno ritrovato i vetri delle loro auto in frantumi. Sono davvero molti i casi di auto parcheggiate per le vie della città, che hanno subito pare, l’ aggressione da parte di teppisti, che hanno passato la notte a distruggere vetri di auto in sosta. Sulla vicenda indagano le forze dell’ ordine, ma al momento non è chiara l’ origine di questi atti, anche se con molta probabilità,  potrebbe trattarsi di uno stupido gioco da parte di alcuni ragazzini, che per dar sfogo ad uno stupido divertimento, hanno provocato danni a molti cittadini che hanno avuto il “solo torto” di aver parcheggiato la propria auto sotto casa. Il caso dimostra ancora una volta lo stato di abbandono e desolazione nella quale versano alcune fasce della popolazione giovanile ortese. Certo non si può sostituire l’ importanza formativa della famiglia, ma in alcuni casi ci sarebbe forse bisogno di una presenza maggiore da parte dello stato e delle Amministrazioni territoriali, che con la programmazione di diverse attività, potrebbero togliere alla strada diversi giovani che oggi sono abbandonati al loro destino, e che spesso finiscono tra le mani della criminalità.

Calcio: Orta Nova ai Play Out, sconfitta ai rigori nello spareggio. In Terza Atl. Stornara più vicino ai Play Off

L’ Orta Nova ai Play Out, è questa la sentenza dello spareggio di Lucera che condanna gli uomini di Mr. Tartaglia agli spareggi salvezza. Nello spareggio di ieri, i biancoazzurri hanno perso ai calci di rigore la sfida salvezza contro la Civilis Manfredonia, 4-3 il risultato finale ai tiri dal dischetto, dopo novanta minuti di gara e due tempi supplementari terminati 0-0. Ora la salvezza passa per la doppia sfida contro l’ Atletico Orsara, con andata domenica prossima in terra orsarese e ritorno al Fanelli fra due settimane. Nel frattempo nel campionato di Seconda Categoria si sono giocate oggi le gare di andata dei Play Off, ad Ordona l’ Arpifoggia è stata sconfitta 3-1 dall’ Audace Barletta, che ora è ad un passo dalla finale per la promozione, nell’ altra sfida invece l’ Atletico Foggia ha battuto il Celle di San Vito per 2-1. In Terza Categoria si è giocata invece la 27^ Giornata con la sconfitta della Reali Siti che perde 4-2 a Biccari, mentre l’ Atletico Stornara si impone 2-0 sul campo della Carapellese, e grazie alla sconfitta del Sauri a Bovino si riaccendono le speranze Play Off degli stornaresi a 3 lunghezze dalla zona promozione. La Vitobello Stornara infine è sconfitta 2-0 in casa dalla Marvin Foggia. Nel frattempo in Prima Categoria il Carapelle attende l’ esito del ricorso presentato sull’ “Affaire Lo Campo” dall’ Atletico Bovino, ricorso che se accettato, potrebbe cambiare l’ intero scenario sia in chiave Play Off che in ottica Play Out, con ogni probabilità in settimana sapremo meglio come si svilupperà la vicenda, mentre per gli spareggi si dovrebbe scendere in campo domenica 23 Maggio.

Domani in Piazza SeL e PD raccolgono firme contro la Privatizzazione dell’ Acqua e contro le “Cartelle Pazze TARSU”

Domani mattina in Piazza Pietro Nenni ad Orta Nova, Sinistra Ecologia e Libertà ed il Partito Democratico, hanno organizzato una raccolta firme congiunta per dire no alla Privatizzazzione dell’ Acqua Pubblica e per chiedere il ritiro delle Cartelle TARSU, contestate a più riprese dal PD Ortese. Di seguito il Comunicato del PD ortese: 

Nel 2004 il principe di Arcore decise che noi cittadini avremmo pagato la tassa sui rifiuti non in relazione alla superficie calpestabile della nostra casa, ma in relazione alla “superficie catastabile”, ossia inclusi i MURI PERIMETRALI, i BALCONI, i RIPOSTIGLI in cima alle scale, il SOTTOSCALA, il PIANEROTTOLO, ecc. Così a partire dal 1° Gennaio 2005 i sindaci delle città d’Italia presero i dati in loro possesso e li confrontarono con quelli dell’Agenzia delle Entrate del territorio, e lì dove la superficie di riferimento era inferiore all’80% della “superficie catastale” , avvisarono i cittadini e rimodularono le tariffe. 

Non così nel la nostra città.

Sarà stata la distrazione, sarà stato che tutti erano molto occupati, … ma si sono totalmente dimenticati di questa faccenda. Poi un giorno, spendendo e spandendo si sono ritrovati le casse vuote. E ora?

 

Eureka!

Rivediamo le superfici ai fini della TARSU e recuperiamo gli arretrati!”

C’è solo un problema:

   

loro se ne sono dimenticati e a noi fanno pagare le sanzioni e gli interessi !

Un quarto del recuperato è destinato alla ditta che ha provveduto all’accertamento, che ha subappaltato a un’altra ditta, che a sua volta ha subappaltato a un’altra ditta, che a sua volta ha piazzato i “suoi” operatori nelle stanze del Municipio di cui utilizzano impianti, macchinari, strumenti e risorse!

Noi chiediamo:

revoca degli avvisi di accertamento;

adempimento della legge senza applicazione delle sanzioni e interessi;

sospensione degli avvisi e concessione di un tempo più adeguato.