Calcio: Buon Ordona, Carapellese partita sospesa

La domenica nera del calcio foggiano (vedi eliminazione dai Play Off dell’ US Foggia), si protrae a Carapelle dove la squadra locale, la Carapellese, era impegnata al comunale per la finale di ritorno dei Play Off del campionato di seconda categoria, contro l’ Elce Deliceto. Sette giorni fa a Deliceto la gara d’ andata terminò con la vittoria dell’ Elce per 3 a 1, ieri la Carapellese avrebbe dovuto vincere con due gol di scarto per centrare la promozione in seconda categoria, ma al 50° la gara è stata sospesa sul punteggio di 1 a 0 per la Carapellese, si attendono ora le decisioni del giudice sportivo in merito alla sospensione della gara.

A San Giovanni Rotondo invece, la squadra locale, autentica sorpresa del campionato di Seconda Categoria, il Sant’ Onofrio nella finale affrontava l’ Ordona, una partita che è terminata per 2 a 2, punteggio che premia l’ Ordona, che domenica prossima giocherà la gara di ritorno in casa, basterà un pareggio agli ordonesi per salire in prima categoria.  

Annunci
Sport

Calcio: Carapellese all’ atto finale, Ordona inizia la finale a San Giovanni Rotondo

Si giocano oggi due gare decisive nei play off dei campionati di seconda e terza categoria, in seconda l’ Ordona, dopo aver eliminato non senza difficoltà la Nuova Daunia Castelluccio Val Maggiore, comincia oggi una finale contro la sorprendente Sant Onofrio San Giovanni Rotondo, che ha eliminato la favorita Trinitapoli, oggi dunque la gara d’ andata nella citta di San Pio, ritorno tra sette giorni ad Ordona, due gare che vedranno l’ assenza nelle fila dell’ Ordona del terzino ortese Emilio La Rossa, squalificato dal giudice sportivo, per le conseguenze del finale di gara nervoso di domenica scorsa.

In terza categoria la stagione termina oggi con la gara di ritorno della finale Play Off, tra Carapellese e Elce Deliceto, sette giorni fa la gara d’ andata a Deliceto terminò con un roboante tre a uno per la squadra dell’ Elce, ora per la Carapellese non resta che vincere con due gol di scarto per vincere i Play Off, e per salire in Seconda Categoria. In bocca al lupo per entrambe le squadre sperando di arricchire il parterre della prossima stagione calcistica. Più tardi vi aggiorneremo circa i risultati.

Sport

Nasce L’Associazione Culturale “Le Nove Muse”

In un momento particolarmente “sensibile” della vita sociale ortese, e dei 5 Reali Siti, importanti iniziative prendono vita nel nostro territorio, ed il Blog ve ne renderà atto, oggi parliamo della nascita di una nuova associazione culturale, infatti, e‘ nata ad Orta Nova l’Associazione Culturale “Le nove Muse”, che si muoverà all’interno del territorio dei 5 Reali Siti, si promuovendo la della cultura letteraria, artistica, storica, e musicale nel mondo giovanile e non, cercando di porsi come luogo di incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione permanente.
L’associazione , per il raggiungimento dei suoi fini, intende inoltre promuovere varie attività, in particolare : attività culturali quali convegni, conferenze, dibattiti, seminari, proiezioni di film e documenti, concerti; attività di formazione come corsi di aggiornamento teorico/pratici per educatori, insegnanti e istituzioni di gruppi di studio e di ricerca.
Giovedì 15 maggio è stato quindi firmato l’atto costitutivo ed è stato creato il Consiglio Direttivo che è così formato : Presidente: Andrea Zicolillo ; Vice-presidente : Antonio Aghilar ; Segretario: Nadia Sasso ; Tesoriere : Luigi Battaglini ; Responsabile relazioni esterne : Antonio Lambriola ; Probiviro costituente : Anna Maria Guglielmetti.
Il sindaco di Carapelle, nonchè ideatore e realizzatore del progetto dell’Unione dei 5 Reali Siti, Alfonso Palomba, ha così commentato la nascita di questa nuova associazione che si propone di operare nei paesi di Orta Nova, Carapelle, Ordona , Stornara e Stornarella :  “Trovo che l’iniziativa sia particolarmente significativa, perchè nasce un’associazione, fatta da giovani, che si mette a disposizione per la crescita culturale del territorio. La mia opinione è che tutto passa attraverso la cultura, la quale è uno strumento dinamico capace di incidere sulle strutture sociali, economiche e politiche. Un paese si dice civile se raggiunge un soddisfacente livello culturale . Tutte le associazioni che nascono con i presupposti con la quale è nata questa nuova associazione sono bene accolte e verranno, da me soprattutto, sempre sostenute. Sapere che al giorno d’oggi, nel nostro territorio, ci sono dei giovani che si impegnano in questa difficile sfida mi riempie di soddisfazione”.
Per informazioni ed iscrizioni, aperte a tutti i comuni dei 5 Reali Siti, contattare i seguenti numeri : 339-3764256 e 328-7211764 , oppure visitate il blog  http://lenovemuse.blogspot.com
Cultura

Giunta Provinciale: Tutto Rinviato

Era attesa per oggi la prima riunione del Consiglio Provinciale a tre settimane dall’ elezione a presidente del Notaio Foggiano, anche parlamentare Antonio Pepe, proprio oggi si sarebbero conosciuti il nome del Presidente del Consiglio Provinciale e i nomi degli Assessori che comporrano la prima giunta provinciale di Centro Destra, nella storia di Palazzo Dogana. Tutto rinviato, a Giovedì prossimo, il motivo è da ricercarsi nei mancati accordi, che ancora oggi dividono la ripartizione delle deleghe, situazione che si fa sempre più complessa dato il ritardo accumulato nel nominare i nuovi assessori. Ricordiamo che l’ attuale presidente ha vinto le scorse elezioni, anche grazie all’ accordo politico, che ha unito i tre candidati e le rispettive coalizioni, che al primo turno avevano corso una contro l’ altra, il già citato Pepe, per il Popolo delle Libertà ed altre civiche che fanno capo ai partiti di centro destra di capitanata, Enrico Santaniello per i Centristi dell’ Udc e la Rosa Bianca e Paolo Agostinacchio per La Destra, il contributo di questi ultimi due è stato certamente decisivo, per la vittoria del Notaio Pepe, ma ora ricompensare i due e le rispettive coalizioni appare complicato, ma certo non impossible. Tra le idee che potrebbero diventare metodo per la composizione della giunta, prendono corpo due ipotesi, che delineano la composizione della Giunta da ripartire o con tre assessori a Forza Italia, tre all’ Udc, due per Alleanza Nazionale, e due per la quota presidente, oppure si potrebbe optare per tre assessori nominati dal Presiente e i restanti sette ai partiti, ma tutte e due le ipotesi lasciano poco spazio alle speranze dei possibili candidati ortesi Peppino Moscarella (Alleanza per la Capitanata) e Lorenzo Annese (Rosa Bianca), che potrebbero diventare consiglieri provinciali, se i consiglieri eletti nelle proprie liste, Santarella e Pellegrino, venissero scelti per la Giunta Provinciale, condizione che per la situazione già descritta, oggi appare come poco più che una ipotesi, ma vogliamo ancora lasciare spazio alla speranza, in una situazuone politica, che è ancora incerta sperando che la ripartizione delle deleghe ammetta, oltre che il criterio della compensazione politica, anche quello della meritocrazia per la scelta delle competenze nell’ assegnazione delle varie cariche. Buon lavoro presidente, appuntamento dunque al 29 Maggio. 

Politica

La “Memoria” di scena alla Pertini di Orta Nova

“Testimoniare il passato per non far cadere nell’ oblio nessuna forma di genocidio. Informarci su ciò che accade nel mondo per non trascurare nessun conflitto in corso.” Con questo messaggio gli alunni della Terza F della Scuola Media Statale Sandro Pertini di Orta Nova, intendono ricordare le vittime della Shoah, delle Foibe e di tutte le guerre dissennate ancora in atto nel mondo. Gli stessi alunni hanno preparato una manifestazione che andrà in scena oggi pomeriggio alle 17:30 presso l’ auditorium della scuola media statale S. Pertini, manifestazione organizzata dai ragazzi supportati dalla Professoressa Elvira Maria Masucci. La Scuola Pertini, ormai da anni offre ai propri alunni possibilità del genere, che danno modo ai ragazzi di avvicinarsi, in un mondo sempre troppo distratto, alla memoria che evoca tristezza, ma che aiuta tramite il passato a credere nel futuro.

Eventi

La Risposta del PD al Sindaco Moscarella

Come ricorderete sabato vi abbiamo riferito dell’ articolo apparso sulle pagine della Gazzetta del Mezzogiorno, in cui il Sindaco di Orta Nova Peppino Moscarella, rendeva pubblica la comunicazione inviata al Ministero dell’ Interno, con richiesta di Intervento sul Caso Orta Nova, dopo alcuni momenti di tensione verificatisi in alcune manifstazioni pubbliche, ieri sul sito del Partito Democratico Ortese http://www.pdortanova.it/, si è avuta la pronta risposta del Partito del PD. Questa la risposta pubblicata sul sito:

 Comunicato stampa circa le dichiarazione rese dal sindaco di Orta Nova in data 17/5/2008 alla Gazzetta del Mezzogiorno

 

Paese invivibile”. E’ singolare che a dirlo sia il sindaco che amministra questa città quasi ininterrottamente da 15 anni.

Questo paese sarebbe invivibile non perchè l’asilo comunale è stato di fatto “cancellato”; non perché non esiste uno straccio di politica sociale; non perché gli edifici scolastici versano in uno stato di abbandono vergognoso; non perché il massimo che questa amministrazione sa fare per i suoi anziani è il panettone a Natale e il soggiorno climatico.

Nemmeno perché spuntano antenne come funghi , o perché ci sono zone della città adibite a discariche a cielo aperto, o perchè non ci si cura della bonifica della città dall’amianto.

Questo paese non sarebbe invivibile neanche perché non esistono aree adibite a verde pubblico o perchè la polizia municipale è diventata la guardia personale del sindaco o, ancora, perché i bilanci comunali vengono fatti allegramente, nascondendo sotto il tappeto la polvere dei debiti contratti sulle spalle dei cittadini o perché vige una palese assen­za del collettivo in cui il bene pubblico è qual­cosa che esiste solo se coincide perfettamente con gli interessi di pochi.

Per il sindaco Moscarella, il “suo” paese sarebbe diventato invivibile perché di fatto il fossato che lo separa dai cittadini è diventato sempre più profondo e, di certo, non per cause imputabili a questi ultimi.

Egli si duole, probabilmente perché a nulla sono valse le multe, le denunce, i permessi negati, le aggressioni consumate dai suoi accoliti.

Ebbene, poiché il dissenso dilaga e la gente pretende risposte, sappia il nostro sindaco che non è mistificando i fatti che potrà sottrarsi alle sue responsabilità politiche. Per cui noi oggi gli chiediamo a gran voce di informare il consiglio comunale della presunta “destabilizzazione politica, civile, militare e religiosa” in atto, delle “divergenze di opinioni” che lo separano dalle “altre autorità garanti della sicurezza della cittadinanza” e del tipo di intervento che avrebbe richiesto al Ministro dell’Interno.

In realtà, questo ennesimo e disperato coupe de théâtre mal cela la sua endemica ed ingombrante carenza dei basilari fondamenti della convivenza democratica; insomma, si ha l’impressione che al nostro sindaco sia totalmente alieno il principio che “la libertà è sempre la libertà di colui che la pensa in un altro modo”.

                                                                                               

 Il PARTITO DEMOCRATICO

                  Sezione di Orta Nova

Politica

Calcio: Ordona alla Finale dei Play Off, Carapellese sconfitta a Deliceto

L’ Ordona si qualifica alla Finale dei Play Off di Seconda Categoria, la qualificazione arriva dopo una sconfitta casalinga per 1 a 0, che non ha comunque pregiudicato la qualificazione degli Ordonesi, una sconfitta maturata dopo i 90 minuti, risultato che si è protraso fino alla fine dei supplementari, giocatisi al termine dei due tempi regolamentari, Ordona che dunque con molta difficoltà elimina la Nuova Daunia Castelluccio Val Maggiore per via del miglior piazzamento a parità di risultato nella classifica finale, infatti ricordiamo che per regolamento non sono previsti i calci di Rigore, riordiamo che in classifica l’ Ordona arrivò al terzo posto, mentre la Nuova Daunia era quarta. Nell’ altra semifinale, a sorpresa il Sant’ Onofrio San Giovanni Rotondo a Trinitapoli elimina la squadra locale con un pareggio per 1 a 1. Nei Play Off di Terza Categoria, nella finale d’ andata a Deliceto la Carapellese esce sconfitta per 3 a 1 contro l’ Elce. La Carapellese domenica prossima in casa, dovrà battere l’ Elce con due gol di vantaggio per accedere in Seconda Categoria.

PLAY OFF Seconda Categoria Girone A – Semifinali Ritorno (tra parentesi i risultati di Andata) In MAIUSCOLO le squadre qualificate alla Finale.

ORDONA – Nuova Daunia Castelluccio Val Maggiore  0 – 1  (1-0)

Trinitapoli – SANT’ ONOFRIO SAN GIOVANNI ROTONDO  1 – 1  (0-2)

 

PLAY OFF  Terza Categoria Girone C – Finale Andata

Elce Deliceto – Carapellese  3 – 1

Sport