Calcio: Reupero M.S.A. – Orta Nova, Decisione al Comitato Regionale. Società: Istituzioni ed Imprenditoria dimenticano il Pallone Ortese

russo-pallone-orta-novaNella serata di Mercoledì è arrivata la sentenza del Giudice Sportivo inerente al recupero della gara sospesa domenica scorsa per nebbia, tra Monte Sant’ Angelo ed Orta Nova, gara valida per la 13^ Giornata del Campionato di Seconda Categoria. La gara era stata sospesa al 32′ del secondo tempo sul 2 a 0 per gli ortesi, per la nebbia calata sull’ impianto di casa, che rendeva impossibile la prosecuzione del gioco. La questione ha diviso gli addetti ai lavori e gli appassionati, relativamente alle modalità di recupero della gara. Infatti una recente regola imporrebbe la ripetizione della stessa dal minuto in cui è stata sospesa, con il punteggio conseguito sul campo al momento della sospensione, in pratica una continuazione della gara sospesa. Il vecchio regolamento invece, propenderebbe verso la ripetizione dell’ incontro. Ebbene il Giudice Sportivo ha demandato la decisione al Comitato Regionale, visto che al momento non esistono precedenti in tal senso. Ora non resta che attendere il parere del Comitato, sperando che venga applicata la nuova regola, che permetterebbe in modo più equo alla squadra di Mr. Borea, di portare a termine la bella gara disputata domenica scorsa a Monte Sant’ Angelo. La vittoria consentirebbe ai bianco azzurri di avvicinarsi ulteriormente alla zona Play Off, che domenica potrebbe essere raggiunta nella sfida casalinga contro il Montelone che occupa la quarta posizione in classifica. Intanto fortunatamente non si registrano squalifiche in casa Orta Nova, squalificato invece per una gara Palumbo nel Monteleone. Nessuna squalifica anche per il Carapelle, che affronterà la Juvenalia a Foggia tentando di mantenere il secondo posto conquistato domenica scorsa. In casa Ordona non si registrano squalifiche, ma a far preoccupare sono le condizioni fisiche di Gianluca Di Giovine, che rischia di rimanere fuori dalla sfida importantissima di domenica contro l’ Ascoli Satriano di Mr. De Martino, per un risentimento muscolare. Intanto per domenica c’è entusiasmo nelle file ortesi per la gara di fine anno contro il Monteleone, l’ obiettivo di rientrare nei Play Off galvanizza gli entusiasmi di una squadra che dopo la bella prestazione di Monte Sant’ Angelo, riesce a trovare nuovi stimoli nonostante i problemi fisici di tanti uomini importanti per la squadra (Balsamo, Curci, Triunfo). Sotto il profilo societario sembrano invece non trovare riscontro gli auspici del Presidente Russo (nella foto), che lamenta lo stato di abbandono nel quale gravita la società ortese, nessuna risposta dagli organi istituzionali e dall’ Imprenditoria locale. Il tutto rischia di far scomparire il calcio dalla nostra città, vanificando di fatto la promozione ottenuta lo scorso anno, e l’ entusiasmo dimostrato dai tanti talenti calcistici che forse raramente prima d’ ora, avevano formato un organico forte e competitivo, valorizzando nel contesto l’ immagine del calcio locale, sulla quale negli scorsi anni aleggiavano dubbi e sospetti sulla gestione del pallone ortese, ora il paradosso è forse costituito dal fatto che le colpe che andrebbero attribuite ad altri soggetti, rischiano di far scomparire il pallone dalla città di Orta Nova, quando invece sul campo si sta dimostrando il valore di questo progetto.

Annunci
Sport

Corriere del Sud: Moscarella e Vece Indagati. Verità o Bufala?

corriere-del-sudHa lasciato lo stupore sugli occhi dei cittadini ortesi, l’ articolo apparso lunedì scorso sulle pagine del Corriere del Sud. Il settimanale del Direttore Antonio Blasotta, pubblica in prima pagina una foto del Sindaco di Orta Nova Peppino Moscarella, con un titolo che lascia di stucco i lettori “Avvisi di Garanzia per la Discarica, Sotto Inchiesta anche Moscarella? Intanto la Digos apre un’ inchiesta anche sui concorsi dei Vigili”. Poi all’ interno a pag 11, l’ articolo in cui si fa riferimento al sequestro della Discarica di Ferrante, operata dalla Guardia di Finanza la scorsa settimana, di cui sapevamo che erano stati emanati avvisi di Garanzia per il paron Agecos Rocco Bonassisa, e per due tecnici non meglio precisati, della stessa azienda. Oltre alle notizie già note, si scoprono delle dichiarazioni riportate dallo stesso articolo, secondo cui “formalmente sarebbero indagati anche il Sindaco Moscarella ed il Responsabile del Sett. Tecnico del Comune di Orta Nova G.B. Vece“. Non finisce qui perchè secondo l’ articolo “La Digos ha aperto un’ inchiesta anche sul concorso comunale per Vigili Urbani, su circostanza denunciata da parte di un concorrente escluso“. Facile che la reazione dei lettori sia stata quanto meno di sorpresa, perchè quello che riguarda la vita amministrativa di un paese, è stato affidato a poche righe, senza ulteriori particolari. In relazione alla questione discarica al momento del sequestro non fu specificato alcun provvedimento a carico del Sindaco o del Resp. dell’ Ufficio Tecnico, quindi le dichiarazioni di Lannes sarebbero da inquadrare, relativamente al quesito posto nelle indagini dagli inquirenti, secondo cui la mancata bonifica delle discariche comunali, sequestrate anch’ esse dalle Fiamme Gialle, avrebbe potuto causare l’ inquinamento da pergolato delle discariche limitrofe, ma al momento non si conoscono ulteriori dettagli sull’ indagine. In riferimento al Concorso dei Vigili Urbani, secondo quanto riportato dal Corriere, sembrerebbe certo l’ avvio delle indagini da parte della Digos. Insomma oltre a quello che ha riportato il Corriere, al momento non esiste nessun altra voce in merito sulle due questioni, che se venissero confermate, rischierebbero di aprire una grave crisi amministrativa nella Città di Orta Nova, se smentite invece potrebbero dimostrarsi una clamorosa bufala. Insomma qual’ è la verità?

Attualità

Il Foggia per l’ Istituto San Tarcisio

fabio-pecchiaI calciatori dell’ U.S. Foggia hanno raggiunto nel pomeriggio di ieri, l’ Istituto Suore di San Tarcisio di Orta Nova, per donare alcuni panettoni, oltre che alcuni momenti di felicità ai piccoli ospiti dell’ Istituto. Lo ha reso noto il sito ufficiale dell’ U.S. Foggia www.usfoggia.t che ricorda quanto importante sia il gesto e quanto sia vicina la nostra città ai colori rossoneri, che da poche settimane sono diventatati ormai di casa, da quando la squadra ha scelto Ordona quale sede degli allenamenti. Il Foggia poi si è trasferito in Piazza Pietro Nenni, per incontrare i tifosi in un bar cittadino paralizzandone quasi il traffico, visto l’ entusiasmo mostrato dai giovani ortesi. Non è l’ unica iniziativa di solidarietà per i colori rossoneri, infatti domani presso Palazzo Dogana sarà presentato un cd registrato da Capitan Fabio Pecchia (nella foto), che ha dedicato una canzone di natale ai propri tifosi. Il ricavato delle vendite sarà devoluto in benficenza.

Sport

Il PD Ortese all’ attacco sulla questione Derivati

partito-democraticoIl PD di Orta Nova torna all’ attacco sulla questione derivati, e lo fa in una nota diffusa sul proprio sito www.pdortanova.it : ‘Era il 2001 quando il governo Berlusconi permise agli enti locali di accedere all’attività di scambio del debito, denominata swap.Prima i Comuni che avevano necessità di liquidità per coprire, ad esempio, le spese relative ad opere pubbliche, ricorrevano alla Cassa Depositi e Prestiti, per contrarre mutui a tasso fisso di interesse. Nel 2001 la finanziaria consentì alle banche di proporre ai Comuni operazioni, di “ristrutturazione del debito”: la banca si impegnava a pagare alla Cassa Depositi e Prestiti le rate a tasso fisso del mutuo contratto dal Comune e quest’ultimo si obbligava a pagare alla banca interessi a tasso variabile (vale a dire quello legato all’euribor, che è il termometro del mercato finanziario), con la speranza di guadagnarci.In sintesi, se l’euribor scende – ossia se i mercati finanziari vanno bene – gli interessi da pagare si riducono e il Comune ci guadagna, altrimenti ci perde.

         Il Comune di Orta Nova allora (amministrazione Moscarella) decise di partecipare alla festa della finanza creativa e così nel 2001 sottoscrisse un contratto swap con l’Unicredit, di fatto consegnando le sorti dei soldi dei contribuenti a questo genere rischiosissimo di mercato, senza peraltro avere alcuna specifica competenza in materia.Oggi che il mercato finanziario ha rivelato le sue gravissime magagne, con l’euribor che sale le casse comunali hanno visto aumentare a dismisura il loro debito. L’edulcorata prospettiva di ipotetici guadagni si è risolta di fatto in una grigia certezza di ingenti debiti e in una temibile prospettiva di tagli ai già scarsi servizi pubblici per mancanza di denaro.
          Di recente il vice-presidente di ANCI Puglia, Fabiano Amati, ha rappresentato il serio rischio del crac finanziario cui andranno incontro numerosi Comuni pugliesi che hanno sottoscritto gli swap (tra cui Orta Nova): dal censimento effettuato è risultato che il 95% dei Comuni pugliesi che hanno sottoscritto gli swap è in perdita. Se non si proverà a definire con l’ABI (Associazione bancaria italiana) le condizioni per trattare collettivamente l’uscita dei Comuni da questi prodotti finanziari il loro fallimento è garantito.
Ad oggi il debito del Comune di Orta Nova da swap dovrebbe ammontare a €. 4.337.463.
        A questo punto è legittimo chiedersi: è vero, signor Sindaco? E se sì, domandiamo: perché fu contratto tale debito? Per far fronte a quali esigenze di bilancio? A quanto ammonta oggi questo pauroso debito? A quali risorse economico-finanziarie l’amministrazione sta pensando di attingere per ripianarlo? Ci si sta adoperando per verificare se esiste la possibilità di risolvere il contratto con l’Unicredit?
Si attende risposta documentata e chiara nei contenuti. Non è ammesso il gioco delle tre carte: non siamo a una giostra, né è più il tempo per gravare irresponsabilmente sulle tasche dei contribuenti, già fortemente provati.
Quando i nostri amministratori conclusero il contratto swap con l’Unicredit ebbero cura di sottoscrivere la dichiarazione nella quale si impegnavano a dichiarare la propria specifica competenza in tale materia? (per il regolamento Consob la firma di tale documento era obbligatoria per tutti i Comuni interessati alla conclusione di uno swap)
Se esso esiste, pretendiamo che ci sia mostrato, ne abbiamo diritto, visto che è di soldi nostri che si sta parlando.
Perché mentre il mondo intero si interroga sui possibili rimedi per sanare i guasti che ardite operazioni finanziarie come questa hanno causato, qui ad Orta Nova la “questione swap” resta coperta dal più assoluto silenzio?
Gli esperti finanziari che suggerirono l’opportunità di sottoscrivere il “contratto derivato” perché ora non ci suggeriscono i rimedi per estinguere il debito di 4.337.463,00 che ne è generosamente derivato?
Basterà allo scopo la tassa sul parcheggio o l’apposizione di autovelox cittadini? Sarà sufficiente introitare, senza averne titolo, il canone per le lampade votive cimiteriali? Servirà la retta di €. 550,00 annua richiesta per l’iscrizione all’asilo comunale per ripianare la situazione debitoria del nostro Comune?
            Boh! Una fitta cortina fumogena, nonostante Orta Nova non sia Taranto, avvolge la vicenda.
           Ci piace ricordare ai nostri amministratori che se per un verso è vero che a loro spetta il governo della città, è altrettanto vero che i cittadini non ne sono ospiti, ma occupanti a pieno titolo e indiscussi titolari del diritto di non vederla affossata, titolari del diritto di non vedere i propri soldi gestiti come se si stesse giocando alla roulette.
          Abbiamo bisogno della schietta radicalità di parlare di cose vere, soprattutto quando le scelte della maggioranza fanno sentire le loro pesanti conseguenze sulla vita dei cittadini.
Abbiamo diritto di sapere, sperando che per colmare il nostro attuale deficit di conoscenza non ci raccontino 4.337,463 di bubbole.’
Politica

Tentato furto in autorimessa, arrestati Tre uomini

arrestoHanno tentato di penetrare, tramite l’ uso di una fiamma ossidrica, in un’ autorimessa di una azienda industriale della periferia di Orta Nova. Il fatto è accaduto questa notte, quando i carabinieri della locale caserma, hanno sorpreso e tratto in arresto tre uomini uno di 21 anni di Stornara, e due 32 enni uno di Cerignola, e l’ altro di nazionalità rumena. Il valore dei mezzi che si trovavano nell’ autorimessa è stato stimato intorno ai 100.000 €. I tre sono stati fermati con l’ accusa di tentato furto.

Cronaca

Calcio: Serie B, Esordio dell’ Ortese Rocco Pellegrino nel Treviso

Il portiere ortese Rocco Pellegrino, ha fatto il suo esordio stagionale in Serie B sabato scorso durante VicenzaTreviso, gara valida per la 18^Giornata del Campionato Cadetto. Pellegrino è arrivato alcune settimane fa nella città trevigiana per sostituire l’ infortunato ed esperto Matteo Guardalben. Pellegrino lo scorso anno ha giocato nello stesso campionato con la maglia dello Spezia, conquistando una salvezza poi vanificata dal fallimento della società ligure. In bocca al lupo a Rocco per la stagione e per la carriera.

Sport

Calcio: Monte Sant’ Angelo – Orta Nova, si ripartirà dallo 0-2

monte-sant-angelo-orta-nova2La gara della Tredicesima Giornata del Campionato di Seconda Categoria, Monte Sant’ AngeloOrta Nova, sarà recuperata a data da destinarsi. Dall’ interpretazione del regolamento, la gara sarà recuperata solo per i restanti 5 minuti di gioco, con lo stesso parziale di due a zero per gli uomini di Mr.Borea, e con le stesse formazioni in campo. Si tratterà quindi di una continuazione della partita sospesa. La regola è stata introdotta quest’ anno, e si rifà al criterio adottato in Spagna. Il provvedimento quindi potrebbe permettere in modo più semplice, alla squadra del Presidente Russo, di mettere in cascina tre importantissimi punti in chiave Play Off.  Nelle immagini due istanti della gara sospesa dal sito www.ildiariomontanaro.it

monte-sant-angelo-orta-nova

Sport