Calcio: Il Carapelle fa sul serio, Ingaggiato Mr. Ciccone

Ad una settimana dalla Storica Promozione in Prima Categoria dell’ Ordona, iniziano ad Ufficializzarsi le prime indicrezioni di Mercato, la prima è clamorosa, dopo la stagione deludente del Carapelle in seconda categoria, e dopo il divorzio con Mister Sabino Materno, il Carapelle ha ufficializzato alla guida della squadra nella prossima stagione Pasquale Ciccone (nella foto). Mister Ciccone arriva dal Candela, dove lo scorso anno conquistò la Promozione, riuscendo quest’ anno a salvare la squadra. Ciccone era ambito da molte società di categoria superiore, questo testimonia che il Carapelle quest’ anno non vuole sbagliare, affidandosi ad un allenatore navigato.

Nel toto panchine impazza una voce: dove andrà Mister De Martino? Sabato sera infatti sulla panchina dell’ ormai ex-allenatore del Bovino è stato ufficializzato il nome di Mister Ciurlia, proveniente dalla Capitanata Foggia. Pinuccio De Martino, domenica scorsa era in tribuna ad Ordona, una visita occasionale? In settimana si vedrà. Intanto ad Orta Nova si pensa ad irrobustire l’ attacco, il progetto di costruire una squadra di talenti ortesi continua a prendere corpo, infatti dall’ Ascoli Satriano dovrebbe tornare la punta Filippo Sodrio, ma si cercano anche altri nomi dalla provincia, due su tutti Mirko De Cio della Capitanata e Antonio Carmellino dell’ Atletico Foggia, ricordiamo che l’Orta Nova conta su di un organico di tutto rispetto: Curci, Triunfo, Balsamo, Castelluccio, Rotondo, Pelosi, Sacchitelli ecc., riconfermato alla guida tecnica Mr. Borea.

Intanto sia ad Ordona che ad Orta Nova, l’ amministrazione Comunale sta investendo sulle strutture, ad Ordona il Campo da Calcio sarà dotato di un manto in sintetico, ed inoltre saranno cambiate le reti di delimitazione, che saranno ristrutturate a norma, in quanto le attuali sono state definite non agibli dal Prefetto in riferimento alle direttive dell’ Osservatorio Nazionale. La speranza è che rendere ottimali le strutture sia propedeutico, anche ad un’ impegno verso le società, per evitare che le strutture rimangano inutilizzate un domani.

Annunci
Sport

Incidente Stradale: Muore 18enne Ortese

Una tragica notizia si abbatte sulla Città di Orta Nova, nel pomeriggio di ieri una diciottenne del posto ha perso la vita in un tragico incidente stradale. L’incidente si è verificato sulla strada provinciale 75, in località ‘Borgo Tressanti’, in agro di Cerignola. Le vittime sono Paola Bortone, 18enne di Ortanova, e la 35enne Kaur Sukhwinder, di nazionalità indiana. La ragazza italiana viaggiava in auto in compagnia del fidanzato, ora ricoverato in prognosi riservata presso gli Ospedali Riuniti del capoluogo. La donna indiana, invece, era in compagnia del marito e dei due figli, tutti accompagnati, invece, al Tatarella di Cerignola. Lo scontro è avvenuto frontalmente, a causa, probabilmente, della velocità sostenuta.

Da parte del sottoscritto e di tutto il Blog, desidero esprimere cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime.

Cronaca

Ad Orta Nova nasce il Primo Club Ufficiale della Juventus

Sta nascendo ad Orta Nova il primo Club Ufficiale della Juventus F.C., JUVENTUS CLUB DOC ORTA NOVA, è aperta alle iscrizioni che potranno essere effettuate entro il 15 Giugno 2008, iscrizioni che si potranno effettuare presso le seguenti sedi:

  • Sede Provvisoria, Via Stornarella 16 dalle 17:00 alle 20:00
  • 2A Sport Via Papa Giovanni XXIII, 19
  • GROUPAMA ASSICURAZIONI Via Regina Elena, 3
  • BAR MONTEROSA, C.so Umbert I, 121
  • Edicola FEOLA BIAGIO V.le Ferrovia, 43
  • Cantina LADOGANA Via De Gasperi, 61
  • Barbiere NICOLA AGHILAR, Via Ungaretti, 30
  • Magazzino SGARRO MATTEO, Via Ordona Km. 0,300
  • CARAPELLE Rivolgersi a Fieramosca Emanuele 

Sport

Operazione “Dominus” Arrestato Antonio Rolla

Antonio Rolla sindaco di Ascoli Satriano, questa mattina all’ alba è stato raggiunto nella propria abitazione foggiana dalla Guardia di Finanza, che gli ha notificato una misura restrittiva, nell’ ambito dell’ operazione Dominus, dedita al reato di concussione. Alla vista delle forze dell’ ordine, il Sindaco avrebbe dichiarato: “Erano 50 anni che mi cercavate, ed ora finalmente ci siete riusciti”, definendo il fermo “Commedia alla Totò”. Al centro dell’indagine i lavori di preparazione di un terreno, nelle campagne della città amministrata dallo stesso sindaco, dove dovrà sorgere un parco eolico. L’ inchiesta era partita nello scorso Novembre, quando il titolare di una ditta esclusa dal subappalto, sporse denuncia contro Rolla, reo secondo lo stesso di aver estromesso la propria ditta dall’ appalto, perchè lontana politicamente allo stesso sindaco, al fine di favorire la Ditta “Midal” vicina invece all’ Amministrazione Rolla, e gestita da due figli di un ex consigliere comunale. Da li sarebbero scattate all’ interno dell’ indagine, alcune intercettazioni telefoniche, che avrebbero visto protagonista lo stesso Rolla, reo secondo i magistrati Gatti ed Infante, che hanno condotto l’ inchiesta, di aver condizionato la scelta delle ditte subalpatrici circa il Parco Eolico. Nelle intercettazioni Rolla avrebbe esclamato: “Su tutto quello che dovete realizzare ad Ascoli le indicazioni ve le do io, perchè il garante sono io” , ed ancora: “Questa ditta – proseguirebbe Rolla riferendosi alla Midal – è l’impresa che deve fare i lavori altrimenti qui perdiamo tempo. Come mi trattate voi, così farò io, altrimenti vi uccido tutti”.

 La somma del subappalto ammonta a circa un milione e duecentomila euro. Rolla, inoltre, pretendeva anche di gestire totalmente le maestranze locali. Oltre al sindaco altri tre soggetti (due imprenditori di Ascoli e un tecnico di un’altra impresa abruzzese) sono indagati a piede libero per reato di false dichiarazioni al pubblico ministero.

Cronaca

La Carlucci (Pdl), dopo i Bonassisa vuole gli Inceneritori

Dopo l’arresto dei Bonassisa, molti politici si sono fatti sentire, una dichiarazione interessante è stata sicuramnete quella dell’ ex show-girl, ora parlamentare Gabriella Carlucci, che ha parlato di Inceneritori come fonte alternativa a tale disastro ambientale. ‘Un grazie riconoscente ed un plauso alle forze dell’ordine per la brillante operazione che oggi a Foggia ha portato all’arresto di decine di pericolosi criminali, dediti al traffico illecito di rifiuti speciali e pericolosi’‘I reati contestati – commenta in una dichiarazione – sono gravissimi. Gli indagati dovranno rispondere addirittura del reato di disastro ambientale. La salute dei pugliesi e’ davvero in grave pericolo. La nostra Regione, se non vuole cadere preda dei tentacoli della criminalità organizzata, deve riuscire a dotarsi, in tempi brevissimi, di strutture efficienti per lo smaltimento dei rifiuti’. ‘Il governatore Vendola – conclude Carlucci – se veramente ha a cuore le sorti della gente di Puglia, costruisca termovalorizzatori in tutte le province, a cominciare da quello di Trani inspiegabilmente bloccato poco prima della realizzazione’.

Politica

Arrestato il Sindaco Rolla di Ascoli Satriano

Ancora “manette eccellenti”, dopo l’ arresto choc di ieri, di Rocco Bonassisa e di altri imprenditori, ai quali il Tribunale di Foggia, ha contestato reati di Disastro Ambientale e Organizzazione a Delinquere. Questa mattina all’ alba è stato arrestato il Sindaco di Ascoli Satriano Antonio Rolla (nella foto), l’ arresto è stato eseguito dalla Gurdia di Finanza. La custodia cautelare, sarebbe scattata per reati contro la Pubblica Amministrazione, potrebbe trattarsi di concussione, che dovrebbe riferirsi alla gestione degli Impianti Eolici. Più tardi, al termine della Conferenza Stampa, vi renderemo altri dettagli dell’ operazione.

Cronaca

Arrestato Rocco Bonassisa

La questone Discarica, continua a riservare colpi di scena a non finire. Ad una settimana esatta dalla sentenza del TAR, circa il ricorso presentato dalla Ditta Agecos, a proposito dell’ annullamento della 525 del 5 Luglio 2005, emanato dalla precedente Giunta Provinciale di Foggia, è arrivata oggi una notizia clamorosa: è stato arrestato Rocco Bonassisa (nella foto), assieme al Fratello Maurizio ed ad altri 12 imprenditori. All’ Alba di oggi è scattata infatti una operazione, eseguita dal NOE di Bari, che da qualche mese stava indagando circa un sospetto traffico di mezzi, tra i comuni di Deliceto e Castelluccio dei Sauri. Il traffico di questi mezzi si sarebbe mosso da Deliceto verso località Verità, sulle sponde del Fiume Cervaro, dove tonnellate di terriccio, che per colore ed odore hanno insospettito le autorità, venivano versate sulle rive del trorrente, inoltre per agevolare il passaggio dei mezzi sarebbe stato deviato il corso del fiume, nella sessa area sarebbero stati versati 500.000 metri cubi di rifiuti, intrisi di amiato e pergolato derivante dalla costruzione di una nuova discarica, realizzata proprio nella città di Deliceto. Per gli arrestati si ipotizza il reato di Disastro AmbientaleAssociazione a Delinquere, nella stessa operazione sarebbero finiti, altri 12 imprenditori tra cui Donato Shiavone Ingegnere responsabile del cantiere, Gerardo Valente legale Rappresentante della Valente snc., Antonio Valente, Giovanni Valente, Vincenzo Russo, Michelantonio Turchiarelli,  Leonardo Silvestri, Pasquale Graniero, Donato Picaro, Antonio Pelullo, Antonio Cappiello, tutti residenti tra Cerignola, Castelluccio e Deliceto, tutti titolari o dirigenti di aziende che con la stessa Agecos avrebbero gestito lavori riconducibili ai reati ipotizzati, per tutti è scattato il fermo ai Domiciliari, inoltre sarebbero stati sequestrati beni per un valore pari a 7 milioni di euro.

La ditta Agecos con lo smaltimento illecito di questi rifiuti avrebbe risparmiato circa 2 milioni e 500 mila euro, provocando un danno pari a 315 milioni di euro, cifra che potrebbe permettere la bonifica delle aree. Al momento nell’ operazione denominata “Black River”, non sarebbe interessata l’ area della discarica di Ferrante, ma sicuramente la magistratura, indagherà anche sulle altre attività della Ditta Agecos dei Fratelli Bonassisa, includendo nell’ operazione anche la stessa Discarica di Ferrante. Secondo i magistrati le attività criminose sarebbero state svolte con la compiacenza di amministratori comunali, si attendono ora nuovi sviluppi della vicenda.

Cronaca